Notizie

2020, anno da dimenticare anche per le tanti morti “illustri”, oltre a quelle per Covid-19

• Bookmarks: 6


L’anno che sta per finire (mancano ormai solo 48 giorni al sorgere del 2021) sarà ricordato non solo per la pandemia da Covid-19, ma anche per le morti “illustri” che hanno decimato tanti protagonisti del mondo dello spettacolo e dello sport.

Da Gigi Proietti a Kobe Bryant, passando per Ennio Morricone e Carlos Ruiz Zafón, in molti ci hanno lasciati privi delle loro performance di artisti o sportivi. La scomparsa di Gigi Proietti (nella foto) il 2 novembre, proprio il giorno in cui avrebbe compiuto 80 anni, ha segnato il nostro paese in modo particolare, essendo egli un popolarissmo attore, amato da grandi e piccini. Il 26 gennaio l’anno era iniziato con la morte della star del basket Kobe Bryant, precipitato in elicottero con la figlia Gigi, mentre il 16 aprile il pericoloso virus che già da settimane si era diffuso ovunque si è portato via il grande scrittore cileno Luis Sepúlveda. Ai primi di febbraio invece ci lasciava Kirk Douglas. Il bravissimo attore è morto alla splendida età di 103 anni. L’8 marzo è toccato invece ad un altro noto attore, lo svedese Max Von Sydow, dirci addio. Nemmeno il tempo di prendere un po’ di respiro ed il 15 maggio la “signora con la falce” si è portata via il noto pianista Ezio Bosso e poi Ennio Morricone (il 6 luglio) e Franca Valeri (il 9 agosto), mentre già il 9 giugno era morto il cantante degli Jarabe de Palo, Pau Donés. Il 19 giugno ci ha lasciati pure Carlos Ruiz Zafón, autore del bestseller L’ombra del vento ed il 6 ottobre la rockstar Eddie Van Halen, leader dell’omonima band heavy metal, mentre il 31 ottobre scorso abbiamo dovuto dire addio a Sean Connery, il più famoso agente 007 dello schermo.

Ciro Cardinale

CS

6 recommended
comments icon0 comments
0 notes
275 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *