Cronaca

51enne arrestato per incendio di rifiuti

• Bookmarks: 9


 I Carabinieri del N.O.E. di Catania e della Polizia della città  metropolitana di Catania hanno tratto in arresto, in flagranza di reato di combustione illecita di rifiuti, il pregiudicato s. g. di anni 51.

L’umo è  stato sorpreso in località  Passo Cavaliere di Catania mentre stava caricando su un camion il rottame di un’ autovettura Fiat Punto e di un cumolo di vecchi cerchioni e pneumatici di auto dati precedentemente alle fiamme, da rivendere come rottami di ferro.

I Carabinieri del N.O.E. di Catania, collaborati da personale della Polizia della Città Metropolitana di Catania, nel corso di un servizio di controllo della località periferica di Passo Cavaliere di Catania, che risulta essere stata fatta oggetto di sversamenti illeciti di ogni genere di rifiuto, hanno tratto in arresto il pregiudicato S. G. di anni 51.

L’uomo è stato sorpreso immediatamente dopo aver finito di caricare su un vecchio autocarro, munito di gru, il rottame di una Fiat Punto che era stata appena data alle fiamme, tanto che la stessa presentava i resti della carrozzeria ancora arroventata e fumante. Dopo aver caricato sul cassone dell’autocarro il rottame dell’auto bruciata l’uomo è stato visto dai Carabinieri spostarsi per continuare ad operare, con un attrezzo simile ad una zappa a due punte, su un grosso cumulo di circa 40 vecchi cerchioni in ferro da autovettura, ancora fumanti, che erano stati dati alle fiamme con tutti i rispettivi pneumatici, al fine di poterli successivamente caricare sul cassone dell’autocarro.

L’uomo è stato immediatamente fermato e successivamente tratto in arresto per il reato di combustione illecita di rifiuti speciali.

Ha tentato di giustificare la vicenda asserendo che era sua intenzione andare successivamente a rivendere il ferro del rottame dell’autovettura e dei cerchioni incendiati per poter guadagnare qualcosa.

L’autocarro utilizzato per l’illecita attività, la vettura bruciata, i cerchioni in ferro e l’attrezzatura adoperata dall’uomo sono stati posti sotto sequestro. 

Il Magistrato di Turno della Procura della Repubblica di Catania, nel confermare quanto operato nell’immediatezza dal personale operante, ha disposto di condurre, in quella prima fase, l’arrestato agli arresti domiciliari.

Nella mattinata di sabato 14.11.2020, presso il Tribunale di Catania è stata tenuta la prevista Udienza di Convalida al termine della quale l’arresto dell’uomo è stato confermato. L’uomo è stato sottoposto dal Giudice all’obbligo quotidiano di firma presso il Comando Stazione Carabinieri di Camporotondo Etneo. Il processo è stato fissato per il mese di gennaio 2021.

A margine della vicenda, sulla quale sono in corso ulteriori indagini, emerge la necessità di indicare che il rogo di un’auto e di oltre 40 pneumatici ha scatenato in quelle ore, nell’area circostante alla località di Passo Cavaliere, costeggiata da corsi d’acqua, campi coltivati ed allevamenti, una grande quantità di polveri sottili, monossido di carbonio, composti organici volatili, ossidi di zolfo e molti altri composti chimici fortemente dannosi per l’ambiente e la salute umana.

L’episodio, purtroppo non unico ed isolato, è emblematico dell’assoluta mancanza di una pur minima comprensione dei danni ambientali provocati con condotte gravemente illecite poste in essere a fronte di poche decine di euro da ricavare dalla commercializzazione di rottami di ferro.-


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86
9 recommended
comments icon0 comments
0 notes
85 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *