Cronaca

Milano: la Polizia di Stato revoca la licenza a due compro oro di viale Monza

• Bookmarks: 13


La Polizia di Stato, nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio e di monitoraggio dei locali pubblici mediante i sistematici servizi finalizzati al contrasto dei fenomeni di criminalità, ha revocato la licenza a due compro oro di viale Monza a Milano.

Il Questore di Milano, Marcello Cardona, ha disposto il decreto di revoca della licenza, ai sensi degli artt. 1, 5, 10, 11 e 127 del T.U. delle leggi di P.S. (R.D. 18.06.1931 n. 773) dell’esercizio commerciale OROMORENO S.r.l, sito a Milano in viale Monza n. 60, emesso in data 26.11.2018 e notificato in data 30.11.2018 dalla Casa Circondariale San Vittore e del Compro oro sito a Milano in viale Monza n. 58 emesso in data 26.11.2018 e notificato in data 05.12.2018 dai Carabinieri della Tenenza di San Giuliano Milanese (MI).

 

Gli episodi accaduti in entrambi gli esercizi commerciali, accertati dai Carabinieri della Compagnia di Rho, per la loro gravità, hanno reso necessario il Provvedimento, predisposto dal personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Milano ed il Questore ha disposto la revoca della licenza al fine di evitare la reiterazione dei comportamenti illeciti e violenti da parte dei due titolari i quali per la grave condotta e la natura dei reati contestati, sono incompatibili con lo svolgimento della delicata attività di compravendita di oggetti preziosi.

Dagli esiti dei controlli effettuati presso le due attività commerciali dai Carabinieri della Compagnia di Rho è emerso quanto segue:

in data 26.11.2018 il titolare di “OROMORENO” è stato arrestato nel corso di un’operazione di polizia giudiziaria denominata “Tocomocho”, per i reati di associazione per delinquere (art. 416 comma 1 c.p.) e di ricettazione (art. 648 c.p.) in quanto nel corso dell’attività d’indagine è emerso che lo stesso ha ricettato numerosi oggetti preziosi derivanti da molteplici rapine e furti consumati da appartenenti ad un sodalizio criminale dedito alla commissione di tali reati.

Nella stessa data, nell’ambito della medesima operazione di polizia giudiziaria “Tocomocho”, la titolare del compro oro di viale Monza n. 58 è stata sottoposta a ordinanza di custodia cautelare con obbligo di presentazione alla P.G., per i reati di associazione per delinquere (art. 416 comma 1 c.p.) e di ricettazione (art. 648 c.p.) in quanto nel corso dell’attività d’indagine, è emerso che la stessa ha ricettato numerosi oggetti preziosi derivanti da molteplici rapine e furti consumati da appartenenti ad un sodalizio criminale dedito alla commissione di tali reati.

Inoltre, la stessa è stata destinataria di un provvedimento di sospensione della licenza, emesso in data 4.5.2017, per irregolarità nella compravendita di oggetti preziosi usati

13 recommended
comments icon0 comments
0 notes
235 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *