Libri

Alfredo Galasso e Pietro Grasso Un racconto a due voci della storia della mafia Modera Salvatore Cusimano

• Bookmarks: 7


Venerdì 25 settembre, alle ore 17:30 presso l’atrio Paolo Borsellino della Biblioteca comunale di Palermo (piazzetta Brunaccini 2) Alfredo Galasso e Pietro Grasso incontrano il pubblico e presentano i loro nuovi libri. Modererà l’incontro Salvatore Cusimano. Per partecipare è necessario prenotare a questa mail, lasciando nome cognome e numero di telefono. I posti sono limitati.

I libri: Alfredo Galasso – La mafia che ho conosciuto (Chiarelettere) Alfredo Galasso ricostruisce nella forma del racconto in prima persona l’avventura di una vita. Una testimonianza esclusiva che attraversa gli ultimi quarant’anni della storia d’Italia, segnati da efferati omicidi, misteri e poteri occulti, logge massoniche, politici corrotti, criminali sanguinari, ma anche da una straordinaria schiera di uomini di Stato integerrimi e combattivi che hanno lottato fino al sacrificio più estremo.
Avvocato di parte civile in molti processi, amico personale di Falcone, Borsellino e altri protagonisti della lotta alla mafia, Galasso rievoca gli anni della nascita del pool, il maxiprocesso conclusosi a Palermo nel 1992 con la condanna del gotha di Cosa nostra, il processo Pecorelli che vide sul banco degli imputati Giulio Andreotti e infine quello di Mafia Capitale, fornendo per ognuno numerosi particolari inediti. Un testimone d’eccezione, legale tra gli altri dei collaboratori di giustizia Angelo Siino (il “ministro dei Lavori pubblici di Cosa nostra”, custode di svariati segreti e protagonista di tanti processi, compreso quello tuttora in corso sulla Trattativa) e Calogero Brusca, cugino di Giovanni Brusca, il killer di Capaci. Una storia per le giovani generazioni (e non solo), per non dimenticare, ora che la parola mafia sembra quasi scomparsa dai radar dell’informazione.

Alfredo Galasso (Palermo 1940), avvocato e docente universitario, è stato componente del Consiglio superiore della magistratura, consigliere regionale e deputato nazionale. Difensore di parte civile in numerosi procedimenti di mafia, a partire dal maxiprocesso di Palermo del 1986, ha scritto La mafia non esiste (Tullio Pironti Editore), La mafia politica (Baldini & Castoldi), Mafia. Vita di un uomo di mondo (con Angelo Siino, Ponte alle Grazie). Tra le pubblicazioni più recenti, l’opera in due volumi Istituzioni del diritto privato (Zanichelli).

Pietro Grasso – Paolo Borsellino parla ai ragazzi (Feltrinelli)

“Quella domenica di luglio, Paolo Borsellino si alzò alle cinque del mattino. Approfittò di quel momento di calma per scrivere una lettera di risposta a un liceo di Padova. Per capire chi era Paolo, quale fosse il dolore che provava in quei giorni, la determinazione che lo spingeva a lavorare senza sosta e perché avesse deciso di dedicare alcune ore del suo tempo, così prezioso quell’estate, ai ragazzi di una scuola lontana, dobbiamo fare alcuni passi indietro, e raccontare questa storia dall’inizio. È la storia di un uomo, di un gruppo di amici e colleghi, di una stagione fatta di grandi successi e brucianti sconfitte. È anche una parte della mia storia personale, perché io ho conosciuto e ho lavorato con tutte le persone di cui vado a raccontarvi, ma è soprattutto un pezzo importante della storia del nostro Paese.” Una vita in 57 giorni. Una lettera lasciata a metà. Una testimonianza civile per le nuove generazioni. L’ultima mattina della sua vita Paolo Borsellino scrive agli studenti di una scuola che non aveva mai incontrato per rispondere a nove domande sul suo lavoro e sulla mafia. Dopo quasi trent’anni, Pietro Grasso raccoglie la penna che la bomba di via D’Amelio lo costrinse ad abbandonare, per raccontare a chi quell’estate del ’92 non era ancora nato, la storia di un gruppo di giudici e del loro straordinario coraggio.

Pietro Grasso è entrato in magistratura nel 1969. È stato giudice a latere nel primo maxiprocesso a Cosa Nostra e procuratore capo a Palermo. Dall’ottobre 2005 al gennaio 2013 è stato procuratore nazionale antimafia. Nel marzo del 2013 è stato eletto presidente del Senato. Ha pubblicato numerosi libri tra cui, da Feltrinelli: Pizzini, veleni e cicoria. La mafia prima e dopo Provenzano (2007; con Francesco La Licata) e Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia (2017).

Com. Stam.

7 recommended
comments icon0 comments
0 notes
80 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *