Musica

Le donne “diversamente giovani” protagoniste del singolo “Milf” di Giusy Randazzo

• Bookmarks: 12


Ironia e leggerezza ma anche tanta voglia di ribaltare gli stereotipi e i luoghi comuni legati all’età e di affermare il diritto a vivere con pienezza la propria femminilità, al di là del dato anagrafico.
 C’è tutto questo, e molto di più, nel singolo  “Milf” di Giusy Randazzo,  presentatrice, conduttrice, attrice e cantante di successo: una professionista a tutto tondo che non smette di stupire il pubblico dopo tanti anni di attività.

L’uscita è in programma per il prossimo 25 settembre, data che coincide con il suo compleanno : già dal titolo, si comprende la provocazione lanciata da Giusy – cinquantotto, invidiabilissime primavere portate con avvenenza e divertimento  –  che gioca con le parole: “Milf”, non a caso, è un vocabolo anglosassone che indica le donne non più giovanissime ma ancora molto attraenti fisicamente, affascinanti e competitive anche rispetto alle loro consimili più giovani.
Un progetto che Giusy condivide con alcuni compagni di viaggio: tra essi, Cristian Alaimo, noto personaggio televisivo e cartomante che, nel singolo, “interviene” sottolineando le doti ammaliatrici della cantante, una vera e propria regina malgrado l’età non più verde.
Un pizzico di trash, ma nessuna volgarità, e un ritmo martellante e scanzonato che schioda dalla sedia: dietro c’è un lavoro non indifferente in termini di produzione – il videoclip uscirà ufficialmente il 6 ottobre – che ha visto l’impegno di Peppe Alberti, dj producer molto noto e apprezzato  nel panorama della musica dance, qui anche in veste di autore insieme a Giusy. 
Appuntamento, dunque, il prossimo 25 settembre con l’uscita su tutti i digital store musicali (oltre trecento negozi digitali ufficiali) quali Tim Music, Beatport e I TUNES e, in streaming, sull’ormai nota piattaforma SPOTIFY oltre che Deezer e All Music, e poi anche su Tik Tok, Instagram e Facebook.

Com. Stam.

12 recommended
comments icon0 comments
0 notes
179 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *