Cronaca

Milano, occupa casa e la usa come deposito per la droga. La Polizia di Stato arresta spacciatore

• Bookmarks: 7


Giovedì mattina a Milano in via 5 Maggio, nel quartiere Quarto Oggiaro, la Polizia di Stato ha arrestato, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, un cittadino gambiano di 39 anni, irregolare sul territorio e pluripregiudicato.

Gli agenti della Squadra investigativa del Commissariato Oggiaro sono intervenuti, su richiesta di alcuni residenti, in un condominio nel corso di una riunione condominiale, nella quale si discuteva di un appartamento occupato abusivamente. Sul posto è sopraggiunto giunto l’occupante, un cittadino gambiano, il quale ha riferito di essere l’unico utilizzatore dell’appartamento, in quanto ospitato temporaneamente da un amico che gli aveva fornito le chiavi.
I poliziotti lo hanno informato che l’appartamento era oggetto di procedura espropriativa e che quindi doveva essere liberato. Mentre l’uomo iniziava a raccogliere tutti i suoi effetti personali per liberare l’alloggio, gli è caduta una busta di carta contenente numerose banconote da 200 euro, che insieme alle altre rinvenute e sequestrate ammontano a un totale di 18.680,00 euro. Nel frattempo gli agenti hanno notato una pellicola trasparente fuoriuscire dalla base del comodino, mobile che il 39enne ha tentato di allontanare dall’attenzione dei poliziotti. Ma un forte odore di sostanza stupefacente, e il nervoso atteggiamento del 39enne ha spinto i poliziotti a controllare il comodino trovandovi nascosto all’interno anche un panetto di hashish di 100 grammi. Inoltre, in altri due sacchi da congelatore hanno rinvenuto e sequestrato 1,22 kg di marijuana, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento.
Per questo motivo i poliziotti di Quarto Oggiaro hanno arrestato il 39enne per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, riconsegnando le chiavi dell’appartamento all’amministratore dello stabile.

7 recommended
comments icon0 comments
0 notes
79 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *