Sport

Eurotour: Hansen sorpasso finale su Nienaber, 23° Scalise

• Bookmarks: 7


Nel Joburg Open primo successo per il danese che supera l’avversario sulle ultime due buche Il danese Joachim B. Hansen con lo score di 265 (66 68 64 67, -19) colpi ha ottenuto il primo titolo in carriera sul tour maggiore nel Joburg Open, torneo organizzato in collaborazione tra European Tour e Sunshine Tour, disputato sul percorso del Randpark GC (par 71), a Johannesburg in Sudafrica, dove Lorenzo Scalise, dopo una buona prova, si è classificato 23° con 277 (67 70 72 68, -7).

Hansen, 30enne di Hillerod fino ad ora con due successi sul Challenge Tour, secondo dopo tre turni con un colpo di ritardo dal 20enne sudafricano Wilko Nienaber, ha condotto l’inseguimento con accortezza e pazienza e con un 67 (-4, quattro birdie) ha messo sotto pressione il suo giovane avversario che, una volta vistosi raggiunto, ha ceduto lasciandogli strada con due bogey sulle ultime due buche e terminando secondo con 267 (-17). Sostanzialmente beffati in extremis i giocatori di casa, che avevano tenuto banco per 70 buche, anche se il terzo posto di Shaun Norris (268, -16) e il quarto di Brandon Stone (271, -13), oltre al secondo di Nienaber, non possono far parlare di bilancio negativo.

Stone è stato affiancato dal canadese Aaron Cockerill e dall’inglese Steve Surry, hanno occupato la settima piazza con 272 (-12) i sudafricani Jacques Blaauw e Bryce Easton, l’olandese Lars Van Meijel e l’inglese Richard Bland, quindi in 11ª con 273 (-11) il sudafricano Darren Fichardt, vincitore di questa gara nel 2017, e in 30ª con 279 (-5) lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, a segno in due Open d’Italia

Lorenzo Scalise ha concluso con un parziale di 68 (-3) dovuto a quattro birdie e a un bogey. Ha iniziato 17ª posizione, passando poi per la 19ª e la 34ª nel terzo turno dove ha pagato forse più del dovuto l’unico score sopra par (72, +1). E’ uscito al taglio Andrea Pavan, 155° con 162 (83 79, +20)

Dopo questo evento vi saranno altre due gare in Sudafrica, l’Alfred Dunhill Championship (26-29 novembre) e il South African Open (3-6 dicembre).

NEL CHALLENGE TOUR ONDREJ LIESER FA BOTTINO PIENO: VINCE TORNEO E MONEY LIST – Tripla prodezza del ceco Ondrej Lieser che ha vinto con 273 (70 69 66 68, -11) colpi il Challenge Tour Grand Final, conquistando il secondo titolo in carriera nell’arco di due settimane, divenendo il miglior giocatore del Challenge Tour 2020 essendosi imposto nella Road To Mallorca (ordine di merito), primo atleta della sua nazione a riuscirci, e ottenendo anche il diritto a partecipare nella prossima stagione ad alcuni particolari eventi del circuito maggiore. Infatti quest’anno non sono state assegnate le ‘carte’ per l’European Tour, come avveniva in precedenza, ma i primi cinque della money list sono stati gratificati con questa opportunità. Hanno offerto una buona prestazione Enrico Di Nitto, nono con 277 (67 68 74 68, -7), e Aron Zemmer, 16° con 281 (69 69 70 73, -3).

Sul percorso del T-Golf & Country Club (par 71), a Cala Figuera nell’isola spagnola di Maiorca alle Baleari, Ondrej Lieser, 29enne di Pardubice che in precedenza aveva vinto il Challenge de España, ha condotto il giro conclusivo in 68 colpi (-3, cinque birdie, due bogey) che gli hanno permesso di prevalere di misura sullo spagnolo Santiago Tarrio, sullo svedese Christofer Blomstrand e sul tedesco Alexandre Knappe (274, -10), quest’ultimo in vetta dopo tre turni. In quinta posizione con 275 (-9) il gallese David Boote, il danese Niklas Norgaard Møller e lo svedese Robin Petersson. Dei primi cinque giocatori nella Road To Mallorca alla vigilia, l’inglese Matt Ford (4°) si è classificato 14° con 280 (-4), tre hanno occupato il 21° posto con 282 (-2,) i tedeschi Marcel Schneider, che era in vetta, e Hurly Long (5°) e l’inglese Richard Mansell (3°), mentre lo spagnolo Pep Angles (2°) è terminato 34° con 285 (+1). E’ rimasto escluso dalle agevolazioni per la prossima annata Long, mentre nella Roat To Mallorca Lieser (punti 116.344) ha preceduto nell’ordine Schneider, Angles, Mansell e Ford. Al 35° posto Di Nitto (p. 26.202), al 47° Zemmer (p. 20.906), al 62° Federico Maccario (p. 11.318) e al 68° Lorenzo Scalise (p. 10.458).

Nel turno conclusivo Di Nitto è risalito dalla 15ª posizione con un parziale di 68 (-3, quattro birdie e un bogey) e Zemmer è rimasto sostanzialmente stabile con un 73 (+2, due birdie, due bogey e un doppio bogey). A Lieser è andato un assegno di 62.000 euro su un montepremi di 350.000 euro. Lo scorso anno Francesco Laporta vinse la gara e fu primo nella Road To Mallorca.

Com. Stam.

7 recommended
comments icon0 comments
0 notes
89 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *