Spettacoli

Al via la XXV edizione di Palermo Non Scema Festival  la stagione all’aperto del Teatro Agricantus

• Bookmarks: 9


Da giovedì 30 giugno al 3 ottobre torna il piccolo salotto culturale a cielo aperto che da 25 anni il Teatro Agricantus, diretto da Vito Meccio, crea nel cuore della città.

Un ricco cartellone dove si esibiranno i grandi nome siciliani del teatro brillante. Uno spazio sarà dedicato al nuovo teatro dei performer multimediali più giovani. Esperimento con la musica: il concerto Giuseppe Milici Quartet plays Morricone si ascolterà via cuffie wireless

Anche quest’anno, da giovedì 30 giugno, la via XX Settembre di Palermo, nel tratto di strada compreso tra la via La Farina e piazza Goffredo Mameli, nelle ore serali torna ad essere pedonale. Lo spazio aperto, restituito alla vita cittadina sotto nuova forma, sarà la cornice del “Palermo Non Scema Festival”, il piccolo salotto culturale a cielo aperto che da 25 anni il Teatro Agricantus, diretto da Vito Meccio, crea nel cuore della città, e che negli anni precedenti l’emergenza sanitaria contava oltre 10.000 presenze a stagione.
Un impegno che si rinnova da parte dell’Agricantus che intende restituire alla città uno spazio in cui la cultura possa tornare a vivere e ad allietare le giornate del pubblico, degli abbonati e di chiunque abbia voglia di incontrarsi nuovamente in quello spazio magico ed insostituibile che è il teatro. 
L’area pedonale, un classico dell’estate palermitana, mantiene viva un’area urbana generalmente poco valorizzata, attraverso la riscoperta della fruizione di un evento culturale dal vivo che punti sulla capacità di arrivare al cuore e, attraverso il riso, l’affabulazione, le melodie e il ritmo, rinfrancare lo spirito.

“Palermo Non Scema Festival”: il teatro

Dal 30 giugno al 3 ottobre il “Palermo Non Scema Festival” ospiterà un fitto programma che miscelerà alcune novità e alcuni spettacoli già collaudati nello spazio al chiuso (e richiesti a gran voce), artisti ben consolidati e giovani comici emergenti.

Il via giovedì 30 giugno (repliche sino a domenica 3 luglio)con la scoppiettante coppia artistica Antonio Pandolfo & Marco Manera, alle prese con “Chi si salva è perduto” un “giallo” fitto di misteri e, soprattutto, di risate. Due personaggi bizzarri trasformeranno la scena in una cascata di guai, gag, travestimenti e fraintendimenti, con l’ospite d’eccezione Marco Feo.

Mercoledì 6 luglio (repliche sino a domenica 10 luglio e poi ancora da18 al 23 agosto) sarà proposto “Fiato di madre”, un grande classico di Sergio Vespertino, capace di rievocare in ogni siciliano ricordi della matrona che troneggia amorevolmente sulla sua vita.
Venerdì 8 luglio sarà la volta della compagnia Carrozza & le Esse che metterà in scena “Esse”, ovvero l’incontro tra alcune donne unite dalla stessa iniziale e da una solidarietà in grado di vincere le enormi differenze che le separano.

Mercoledì 13 luglio (repliche sino a domenica 17) torna in scena ancora Sergio Vespertino ma questa volta con “Novecento” di Alessandro Baricco, una leggenda moderna capace di attraversare l’oceano sulle note di un pianoforte, resa celebre anche dal film “La leggenda del pianista sull’Oceano” di Giuseppe Tornatore.

Da giovedì 21 luglio a martedì 2 agosto l’atmosfera si farà “piccante”, grazie a Ernestomaria Ponte e Clelia Cucco i quali con “Sesso e Spasso” regaleranno al pubblico serate spassosissime narrando l’intimità in modo dissacrante e ricamando sull’argomento trame e sketch profondamente differenti, ma con un collante che sembra sorreggere le sorti stesse del mondo: l’eros.

Venerdì 5 agosto l’attrice ed autrice catanese Giovanna Criscuolo con “Singolare femminile” si soffermerà con piglio sagace sulla femminilità e, di contro, sulla mascolinità, sulla presunta incomunicabilità tra i generi e sulle piccole invidie che a volte serpeggiano tra le donne.
Sabato 6 agosto sarà la volta di Rosario Terranova in “Benedetta innocenza”, la storia di un uomo che tenta di approcciarsi ad una donna ipertecnologica, scoprendo, con consapevole ironia, molto di sé e dei propri limiti di amante d’altri tempi.
Lunedì 8 e martedì 9 agosto il “Palermo Non Scema Festival” ospita Manlio Dovì con il suo “Facce Ride Show”, uno spettacolo di varietà con tributi a grandi personaggi in grado di mettere in luce tutte le sue doti di interprete, imitatore, fine-dicitore, ballerino e cantante.

Mercoledì 24 agosto (repliche sino al 4 settembre e ancora il 15 e il 16 settembre) tornerà in scena Sergio Vespertino con il suo “Via San Lorenzo” mentre venerdì 26 agosto Rosario Terranova condurrà gli spettatori alla (ri)scoperta degli anni più innovativi e psichedelici che mai con “Figli degli anni ’80”.
A settembre, dal 9 all’11, torna in scena il duo Antonio Pandolfo & Marco Manera con il fortunatissimo “Atti unici di madre vedova”, mentre dal 17 settembre e fino al 2 ottobre conclude il “Palermo Non Scema Festival” ancora Sergio Vespertino con lo spettacolo scritto a quattro mani con Marco Pomar e che ha registrato un grandissimo successo, “Manuale di sopravvivenza”.

“Palermo Non Scema Festival”: l’Open Source Comedy

Quest’anno il “Palermo Non Scema Festival” dà avvio alla sezione Open Source Comedy con l’intento di coinvolgere una fetta di pubblico che sempre meno frequenta i luoghi teatrali: i giovani. Per avvicinare quelle fasce d’età spesso restie a partecipare ad eventi dal vivo, si è pensato di abbattere la quarta parete, di mettere da parte le maschere e parlare di realtà: una realtà personale, sociale e politica cruda, irriverente, sopra le righe, senza filtri, per permettere ai più giovani di sentirsi rappresentati e coinvolti. Si è andato quindi a pescare tra gli artisti che utilizzano canali alternativi come gli show televisivi, i podcast e il web, tentando anche di abbracciare stili che rivisitano il mondo della comicità attingendo di volta in volta dal cabaret, dal varietà e dalla Stand-Up comedy.

Così sabato 23 luglio inaugura la sezione Open Source Comedy “Il vigile palermitano”, un personaggio ben collaudato di Francesco Rizzuto che ne racconterà le caratteristiche e restituirà al pubblico una personale immagine di ciò che significa vivere la Sicilia.
Giovedì 4 agosto sarà la volta del giovane Davide Di Meglio con il suo “C’è sempre di meglio” uno show ironico su episodi della propria vita che si prestano però a letture universali, soprattutto per quanto riguarda i complessi rapporti tra genitori e figli; e domenica 7 agosto è atteso il duo I Badaboom, con il loro live show “Piacere, noi siamo I Badaboom”. Mercoledì 10 agosto il giovane Simone Riccobono porterà in scena il suo “Né ricco né bono”, spettacolo in cui racconta sé stesso con grande ironia, mentre sabato 27 agosto toccherà all’irriverente Chris Clun con il suo “L’ultimo uomo sulla terra”. Venerdì 2 settembre, infine, conclude la sezione Open Source Comedy il comico Stefano Piazza che con “Tu chiamalo se vuoi Stand Up” ci restituirà un cinico spaccato sociale della nostra terra.

“Palermo Non Scema Festival”: la musica

Il “Palermo Non Scema Festival” ha sempre avuto un’attenzione particolare per la musica e anche quest’anno non avrebbe potuto farne a meno, ma i limiti di legge in materia di inquinamento acustico hanno messo a rischio la possibilità di restituire al pubblico l’esperienza di un concerto live. Fortunatamente la tecnologia ci viene incontro e così il “Palermo Non Scema Festival” propone quello che ha tutta l’aria di essere un esperimento (provocatorio). 
Martedì 12 luglio e mercoledì 3 agosto sarà proposto “Zero Decibel – Musica in città”, ovvero il concerto “Giuseppe Milici Quartet Plays Ennio Morricone”, con la voce narrante e l’interpretazione di Sergio Vespertino, da fruire rigorosamente attraverso cuffie wireless (una per ogni spettatore, opportunamente sanificate prima dell’evento). L’esperimento intende inoltre creare un ambiente autism-friendly che consente alle persone neuro-divergenti di godere a pieno dell’esperienza musicale, evitando sovraccarichi sensoriali.

Il “Palermo Non Scema Festival” è anche green, attento alla sostenibilità, e quest’anno ha cercato di ridurre al massimo l’impatto ambientale. Per questo motivo l’allestimento esterno usufruirà solo di un’illuminazione essenziale, al fine di ridurre il consumo energetico, e di un impianto audio con emissione del rumore nel rispetto del carico antropico, nel pieno rispetto delle leggi in materia di inquinamento acustico.

Il Teatro Agricantus è sostenuto dalla Regione Siciliana – Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo e dal Ministero dei Beni Culturali che ne riconosce il ruolo artistico, culturale e sociale.

INFORMAZIONI

Teatro Agricantus
Biglietteria via XX Settembre, 80 – Tel. 091 309636
Aperta martedì e mercoledì h 11-13.30 e h 17-20; da giovedì a sabato h 11-13.30 e h 18.30-22; domenica h 18.30-22
Inizio spettacoli
Dal 30 giugno al 20 luglio ore 20.30; dal 21 luglio al 29 agosto ore 21.30, dal 30 agosto al 3 ottobre ore 20.30

Biglietti: da 18 a 10 euro

Biglietteria on line
 https://www.agricantus.cloud/
https://agricantus.organizzatori.18tickets.it/
https://www.tickettando.it/

Com. Stam./foto

9 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
134 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.