Sport

All Star Game e Trofeo delle Regioni Senior: spettacolo puro nella due giorni di Padova!

• Bookmarks: 14


Dopo le stelle del sabato sera, brillano i protagonisti del TdR. Non basta un’ottima Toscana, il Veneto è nuovamente campione. I ragazzi di Buzzo bissano così il successo del 2019. Assegnati anche i premi individuali relativi al campionato 2020-2021

Un weekend che rimarrà ricordo indelebile per giocatori, allenatori, tifosi e appassionati dell’hockey inline quello svoltosi al Pala Raciti di Padova, teatro in meno di 24 ore della prima edizione dell’All Star Game, vinta dalla selezione Team Kapo (7-6 all’overtime al Team True), e della terza rassegna del Trofeo delle Regioni senior che ha visto la conferma sul trono del Veneto (3-1 in finale, ancora contro la Toscana).

Spettacolo, grande hockey, emozioni, ma anche beneficenza con i proventi raccolti nella due giorni e con l’asta delle maglie ufficiali dell’All Star Game che saranno devoluti alla onlus “Città della Speranza”.

Un sabato sera “stellare”. E’ la prima giornata di gare e sono da poco passate le 20:30 e, dopo che le majorette hanno egregiamente intrattenuto i fortunati che hanno avuto la possibilità di trovarsi sugli spalti, si spengono le luci del palazzetto. L’atmosfera cambia totalmente insieme alla musica: i presenti capiscono che sta per accadere qualcosa di molto emozionante. Da un angolo della pista, dove le balaustre sono state aperte dagli addetti ai lavori e sul quale è apparso un banner a tendina, inizia ad intravedersi del fumo che in poco tempo crea un’atmosfera da brividi grazie anche alle luci colorate. Lo speaker comincia ad elencare uno per uno i campioni che i coach Luca Rigoni e Angelo Roffo hanno selezionato e che a breve gestiranno. Si sentono solo applausi ed espressioni di sorpresa per le squadre schierate in pista, illuminate prima dall’occhio di bue e poi totalmente della luci del palazzetto che riprendono vita e si accendono dando il via alla “partita delle partite”. 

Potremmo tranquillamente dire che questa apertura basterebbe per soddisfare la voglia di spettacolo, ma mentiremmo spudoratamente. Le aspettative sono troppo elevate e non vogliamo perderci nessun momento di questa magnifica serata. Il primo tempo strappa applausi ed in pista si alternano momenti di alta intensità agonistica a sorrisi. Non si perde di vista il significato della manifestazione, il gioco è un continuo ribaltamento di fronte e sembra di essere in un gigantesco ed armonico flipper. Si dispensano giocate e parate che non fanno altro che ricordarci perché amiamo l’hockey. Si va a riposo sull’1-0 a favore del Team True grazie alla rete di Delfino, ma è solo il preludio di quello che succederà dopo. 

La seconda frazione incanta: lo spettacolo aumenta ed i protagonisti si superano l’un l’altro, ed i gol che ne vengono fuori fanno sembrare quelle stelle che portano sul petto più splendenti che mai. Pace riporta in parità la gara segnando per il Team Kapo, ma Andrea Bellini firma nuovamente il sorpasso per la squadra in maglia rossoblu. Sigmund pareggia nuovamente inventando un rigore da video tutorial e fa esplodere il pubblico in un applauso fragoroso, ed il compagno per una notte, Timotej Fink porta a 3 le marcature. Si va verso la chiusura della seconda frazione e ancora Sigmund allunga per il Team Kapo. 

Il riposo è l’occasione giusta per colorare la pista con le premiazioni, avvenute per mano del responsabile delle squadre nazionali Gianluca Tomasello e il presidente dei Ghosts Padova Enrico Zampieri, che assegnano i riconoscimenti ai migliori giocatori della scorsa stagione con i campioni d’Italia della MC Control Diavoli Vicenza a farla da padroni: Andrea Delfino (miglior marcatore), Michele Frigo (miglior portiere), Angelo Roffo (miglior allenatore). A Lorenzo Campulla dei Ghosts Padova il premio di miglior Under 23. 

Il terzo ed ultimo periodo di gioco, viene disputato in 3vs3, gli spazi si allargano e gli atleti hanno più campo libero per dare sfogo alla loro bravura e fantasia. Calore porta i suoi compagni sul 2-5 e la squadra in maglia bianca sembra prendere il volo, ma ci pensa Vendrame per il Team True a frenare la loro corsa; ed anche se Fink allunga ancora grazie ad un rigore fissando il momentaneo 3-6. Mancano quattro minuti al termine dei tempi regolamentari, o almeno quelli che sono stati studiati per questo evento (ricordiamo 3 tempi da 15’), e Leben, Delfino e Andrea Bellini decidono che non è tempo di far calare il sipario sull’All Star Game e realizzano il 6-6 che sposta tutto ai supplementari. E come si può concludere uno spettacolo del genere se non con il golden gol? Ecco dunque il momento finale, il fischio di un fallo a favore del Team Kapo che decreta il tiro di rigore che Sigmund mette freddamente a segno e fa festeggiare ai suoi il 6-7 finale.

Ovviamente questa è la mera cronaca di una gara che in verità non vede né vinti né vincitori, stasera a trionfare è stato unicamente l’hockey inline. 

ALL STAR GAME 2021

TEAM TRUE-TEAM KAPO 6-7 overtime (1-0/ 1-4 / 4-2 / 0-1)

TEAM TRUE: Mai, Facchinetti; Novelli, Campulla F., Campulla L., Bellini A., Delfino, Rigoni F.,  Lievore, Vendrame, Leben, Munari. All. Rigoni L..

TEAM KAPO: Laner, Frigo M.; Rossetto, Baldan, Sodrznik, Berthod, Pace F., Sigmund, Roffo L., Calore E., Crisci, Fink T., Degano N., Sabaini. All. Roffo A..

Arbitri: Slaviero e Ferrini.

Primo tempo: 11’51” Delfino (T).

Secondo tempo: 0’47” Pace F. (K), 1’02” Bellini A. (T), 4’21” Sigmund (K) su rigore, 4’46” Fink T. (K), 13’57” Sigmund (K).

Terzo tempo: 5’21” Calore E. (K), 6’53” Vendrame (T), 10’25” Fink T. (K) su rigore, 10’57” Leben (T) su rigore, 11’05” Delfino (T), 11’57” Bellini A. (T).

Overtime: 1’47” Sigmund (K)su rigore.

La partita più importante – In pista e sulle tribune ci si è divertiti, ma oltre a questo, tutti possiamo regalare “giocate” da applausi, partecipando all’asta benefica delle maglie originali indossate dai protagonisti della prima edizione dell’All Star Game e dando così un assist alla solidarietà, nello specifico alla “Città della Speranza” di Padova.

Come? E’ semplice: basta inviare una mail all’indirizzo astamaglieallstar@ghostshockey.it indicando l’importo che si desidera offrire, nome e numero del giocatore scelto (ad esempio #1 Mario Rossi euro 100). Le offerte potranno essere effettuate fino alle ore 24.00 di domenica 26 dicembre 2021.

La situazione offerte/rilanci sarà aggiornata a più riprese durante il periodo in cui l’asta rimarrà aperta e sarà visibile sulla pagina Facebook dei Ghosts Padova e della Fisr. La base d’asta iniziale per ogni singola maglia è fissata in 30 euro. I rilanci dovranno essere di almeno 5 euro. Alla scadenza, in caso di parità di offerta, sarà decisivo l’orario di invio della mail (il primo arrivato in ordine cronologico).

Pagamenti e consegna. L’organizzazione contatterà tutti i vincitori che dovranno effettuare il versamento dell’importo dovuto attraverso un bonifico bancario, specificando come causale “All Star Game 2021 offerta maglia Mario Rossi #1”. Copia del bonifico dovrà essere inviata entro 5 giorni all’indirizzo astamaglieallstar@ghostshockey.it. Nella stessa mail dovrà inoltre essere indicato l’indirizzo a cui spedire la/e maglia/e oppure l’eventuale modalità da concordare per il ritiro.

In caso di mancato pagamento entro i termini previsti, sarà il secondo miglior offerente ad aggiudicarsi la maglia.

TdR, è ancora Veneto. Non sono neanche trascorse ventiquattro ore dall’ultimo grande evento ed il Pala Raciti torna a vestirsi a festa per accogliere la finalissima del TDR ’21 tra Veneto e Toscana, formazioni vincitrici dei rispettivi gironi. La terza manifestazione per la categoria senior, dopo le edizioni del 2018 e 2019, vede protagoniste le stesse squadre e lo stesso obiettivo: vincere! Una finale annunciata. Due giorni che sembrano volati in un batter d’occhio eppure sono state disputate un totale di dieci gare, cinque a giornata, non una cosa da poco. Vengono chiamati i giocatori in pista, presentati uno ad uno agli spettatori presenti, e appena si inizia le squadre passano da zero a cento in un attimo. Il ritmo è immediatamente alto e non potrebbe essere altrimenti per una finale. Il Veneto commette fallo e la Toscana affonda subito i denti mettendo a segno la rete del vantaggio con Crivellari che appoggia con facilità l’assist di Nicola Lettera. I brividi non mancano, i veneti sono votati al sacrificio, e tornano in inferiorità ma stavolta riescono a difendere bene “casa”. Nei primi minuti si vede tanta Toscana, i giocatori che ne fanno parte sembrano indiavolati e gli avversari cercano, una volta ripristinata la parità numerica, di riprendere in mano il gioco. Arriva così il pareggio, non senza polemiche da parte di Bellini e compagni, per mano di Calore che insacca in power play e rinvigorisce i suoi. Prende inizio una lotta ad armi pari che fa rimbalzare le azioni in modo frenetico da una parte e dall’altra, finora i gol sono arrivati grazie agli special team a conferma dell’equilibrio. Serve dunque un’intuizione di Pace per il 2-1 di Baldan che per la prima volta porta avanti il Veneto. I padroni di casa prendono coraggio e, dopo aver subito l’insistenza toscana, sembrano più sicuri e smaliziati in attacco; a poco meno di un minuto dal riposo allungano con Carron che finalizza a rete un assist di Calore. Una doccia fredda per la Toscana che si raccoglie in panchina per analizzare il primo tempo, ma soprattutto valutare le strategie per il secondo. Nella successiva frazione la tensione si percepisce e si potrebbe tagliare con un coltello, quello che immaginariamente stringono tra i denti tutti i giocatori coinvolti in pista. Lo spettacolo è tanto e tale che non si riesce a parteggiare per nessuno, si applaude per le azioni di entrambe le squadre. E’ il bello dello sport. Le panche puniti diventano parte integrante della serata e vengono più volte inquadrate dalle telecamere. Il gioco è comunque corretto, e i power play che ne escono non fanno altro che aumentare lo spettacolo. I nervi, come le difese, vengono messi a dura prova ma nessuno riesce più a violare la porta avversaria anche se i brividi corrono fino agli ultimi secondi. 3-1 finale e Veneto che si tiene stretto il Trofeo delleRegioni!

Veneto-Toscana 3-1

Veneto: Laner, Frigo M., Delfino, Frigo N., Baldan, Calore E., Schivo, Panozzo, Campulla F.,  Campulla L., Masiero, Lievore, Pace F., Carron Dan.. All. Buzzo.

Toscana: Peruzzi, Landini P., Crivellari, Lucchesi, Simonelli, Bellini A., Dell’Antico, Landini A., Cecchini, Lettera N., Lilli, Bellini M., Lettera A.. All. Bellini A..

Arbitri: Gallo e Slaviero.

Reti. Pt: 1’55” Crivellari (T), 9’17” Calore E. (V), 15’35” Baldan (V), 19’17” Carron Dan. (V). 

I risultati di sabato 18 dicembre 2021

Girone A: Veneto – Friuli Venezia Giulia 10-1

Girone B: Piemonte – Marche 8-4

Girone A: Friuli Venezia Giulia – Lazio 5-6

Girone B: Marche – Toscana 0-16

ALL STAR GAME: Team True – Team Kapo 6-7

I risultati di domenica 19 dicembre 2021

Girone B: Toscana – Piemonte 6-1

Girone A: Lazio – Veneto 2-6

5°-6° posto Friuli Venezia Giulia – Marche 13-3

3°-4° posto Lazio – Piemonte 2-3

1°-2° posto Veneto – Toscana 3-1

Classifica

1° Veneto

2° Toscana

3° Piemonte

4° Lazio

5° Friuli Venezia Giulia

6° Marche

Albo d’oro Trofeo delle Regioni Senior

2018 Roana (VI): Toscana (2-1 in finale vs Veneto)

2019 Roana (VI): Veneto (7-2 in finale vs Toscana)

2020 Non disputato causa Covid-19

2021 Padova: Veneto (3-1 in finale vs Toscana)

Credit foto Vanessa Zenobini

Com. Stam.

14 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
97 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *