Politica

Ambiente e lotta alla mafia

• Bookmarks: 2


[dropcap size=big]C[/dropcap]osa hanno in comune la tutela dell’ambiente e la lotta alla mafia? Siamo a Firenze a far visita ai ragazzi di Treedom, una start-up nata nel 2010 che ha a cuore l’ambiente. Con Treedom e aziende e persone possono acquistare un albero che viene piantato in diverse aree del mondo e vederlo crescere. La caratteristica che rende unico il loro sistema consiste nel fatto che ogni albero è geolocalizzato e fotografato in ogni momento della sua crescita. È proprio come adottare un albero a distanza! Dal 2013, Treedom ha deciso di collaborare con la comunità Beppe Montana in provincia di Catania in un progetto inedito.

 

La cooperativa sociale Beppe Montana è nata nel 2010 ed è stata la prima di Libera Terra nata tra le province di Catania e Siracusa con l’intento di “produrre prodotti straordinari, frutto del lavoro di giovani che, riunitisi in cooperative sociali, coltivano ettari di terra confiscati ai boss della mafia, grazie alla legge di iniziativa popolare 109/96 nata da una grande mobilitazione promossa da Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Queste terre, restituite alla collettività, sono tornate produttive e divenute volano di un circuito economico sano e virtuoso, anche grazie alla partecipazione degli agricoltori biologici del territorio che condividono lo stesso progetto di riscatto. Prodotti coltivati nel rispetto delle tipicità e delle tradizioni del territorio, applicando i principi dell’agricoltura biologica, per portare sulla tavola delle famiglie italiane un prodotto genuino e buono. Per un consumo consapevole: perché anche in questo modo è possibile sconfiggere la mafia”.

 

Nel 2012, un terreno di sei ettari confiscato alla mafia e dato in gestione alla cooperativa era stato colpito da un incendio doloso. Con Treedom e gli utenti della sua community sono stati piantati più di 1.300 aranci e 100 ulivi e la collaborazione ha trovato nuova linfa rinnovando la loro partnership. Gli alberi piantati daranno lavoro ai giovani volontari della cooperativa, garantendo, inoltre, una filiera corta dei prodotti. Federico Garcea, amministratore delegato di Treedom, sottolinea come: “il nostro obbiettivo con Libera Terra è quello di dimostrare come, si possa dar vita a un progetto di successo fondato sull’innovazione e su ideali etico-sociali ed ambientali, favorendo il lavoro dei giovani delle cooperative”.

Sono state tantissime le persone e le aziende che hanno deciso di piantare un albero con Libera Terra, per ribadire il loro impegno verso l’ambiente e la legalità. Non ci resta che salutare i ragazzi di Treedom e congratularci con loro per questa sinergia nata tra una start-up e chi ogni giorno si batte per un ideale: la lotta alla mafia.

 

2 recommended
KKKKK
128 views
bookmark icon