Sport

ARCO Coppa delle Regioni: vince il Lazio, davanti a Toscana e Veneto

• Bookmarks: 12


XIX COPPA ITALIA DELLE REGIONI Memorial Gino Mattielli Paestum (Sa), 17-19 giugno 2022 Vince il Lazio, davanti a Toscana e Veneto

Il Lazio riesce a scavalcare in cima alla classifica la Toscana sul filo di lana e si aggiudica la terza vittoria nella competizione dopo quelle del 2017 e 2018. Terzo posto per il Veneto.

Una due giorni di competizione emozionante con due location di gara straordinarie come il parco archeologico di Paestum per le gare del tiro alla targa e la pineta di Capaccio Paestum per il tiro di campagna hanno premiato con il primo posto, al termine delle finali individuali, la squadra del Lazio che, dopo aver rincorso per tutta la domenica la Toscana che si era guadagnata la vetta della classifica fin dalla prima giornata, è riuscita ad acciuffare la vetta del ranking grazie ai bonus arrivati con le ultimissime finali. 
Per la squadra capeggiata dal presidente Ernesto Carucci è così arrivata sul filo di lana la terza vittoria laziale dopo la doppietta del 2017 e 2018. Un colpaccio frutto dei match individuali per il podio, con la sfida decisiva arrivata proprio in conclusione di gara, grazie all’oro compound femminile di Eugenia Gelanga nel tiro di campagna che è valso i punti decisivi per alzare al cielo il trofeo davanti ai templi di Paestum.
Sul terzo gradino del podio, dietro a una Toscana a dir poco beffata, considerando che a un certo punto delle eliminatorie sembrava destinata a non farsi acciuffare dalle inseguitrici, c’è il Veneto, che si è guadagnato il bronzo sopravanzando l’Emilia Romagna che si è fermata al quarto posto. A seguire i campioni uscenti della Lombardia, quinti, sesto il Piemonte, ottava la Sicilia, nono l’Abruzzo che migliora di ben 9 posizioni la classifica dell’anno precedente, risultando la regione con il salto in avanti più consistente. A seguire, decima la Calabria, undicesime le Marche, dodicesima la Campania padrona di casa, tredicesima l’Umbria, quattordicesima la Sardegna, quindicesima la Puglia, sedicesimo il Friuli Venezia Giulia, diciassettesimo il Trentino, diciottesima la Basilicata, diciannovesima Bolzano, ventesima la Valle D’Aosta e ventunesimo il Molise. 

PRIMA GARA STAR
Nella competizione dedicata ai senior e master dell’arco olimpico e compound del tiro alla targa è stata l’Emilia Romagna a ottenere il primo posto per regioni, davanti a Toscana e Lazio.
Per quanto riguarda i podi individuali, si è imposto nel ricurvo maschile Matteo Fissore (Emilia Romagna) superando in finale 6-2 Francesco Sparnaccini (Umbria); bronzo per Emanuele Magrini (Toscana) che vince 6-4 su Paolo Azzoni (Trentino).
Nel ricurvo femminile oro per Sabrina Scommegna (Puglia) vincente 6-4 su Stella Silvestro (Sicilia), mentre al terzo posto c’è Sara Panella (Liguria) che batte 6-2 Sara Pivaro (Piemonte). 
Nel compound maschile si guadagna il primo posto Mirko Emiliani (Lazio) vincendo di misura su Lorenzo Pianesi (Marche) 141-140, mentre la terza piazza va ad Alessandro D’Ambrosio (Emilia Romagna) che batte allo spareggio Francesco Quaglia (Calabria) 134-134 (10-9).
Tra le donne a imporsi è stata Giuseppina Parolisi (Toscana) che ha avuto la meglio su Anna Rocca (Liguria) 139-137, mentre Ilaria Spanu (Sardegna) vince il bronzo superando 137-127 Giada Doretto (Emilia Romagna). 

SECONDA GARA STAR
La gara di tiro alla targa dedicata alle classi giovanili ha visto in vetta della classifica per regioni il Veneto, davanti a Toscana e Lazio. 
Per quanto riguarda i match individuali nella classifica Ragazzi è stata Lucia Elena (Liguria) ad imporsi per 7-3 su Matilde Manini (Lombardia), bronzo per l’atleta di casa Giulia Caruso (Campania) che ha battuto 6-0 Claudia Cippone (Basilicata).
Nel maschile si guadagna l’oro Biagio Boggiano (Liguria) con un 6-0 su Carlo Licordari (Lazio), mentre Umberto Ungarelli (Emilia Romagna) si prende il bronzo superando Gabriele Marini (Umbria) 6-4.  
Nella categoria Allievi femminile sale sul gradino più alto del podio Flavia Trabucco (Abruzzo) che vince su Ludovica Rosati (Lazio) 6-4, mentre Ilaria Tognozzi (Toscana) si guadagna il bronzo con il 6-0 su Sara Espa (Sardegna).
Nel maschile Lorenzo Pierangioli (Toscana) ottiene l’oro battendo 6-2 Alberto Magagna (Veneto); il terzo posto va a Marco Cannavino (Umbria) che supera Jacopo Azzoni (Liguria) 7-1.
Nella categoria Juniores olimpico vince Alice Ravoni (Toscana) 6-0 su Silvia Putignano (Puglia), bronzo ad Alice Compagno (Veneto) che supera Sofia Fuschini (Emilia Romagna) 6-2, mentre nel maschile è oro Federico Scarpel (Veneto) grazie al 6-2 su Simone Dezani (Piemonte). Bronzo per Gabriele Maranzano (Abruzzo) che vince 6-0 contro Antonio Doroteo Simione (Lazio).
Tra gli Junior compound, invece, si è guadagnato il primo posto Martina Peserini (Lazio) superando 130-127 Annalisa Luisi (Toscana), terza Gaja Agnoli (Trentino) che vince 132-130 su Caterina Gallo (Veneto), mentre nel maschile si impone Fabrizio Aloisi (Piemonte) per 144-134 su Riccardo Venturi (Emilia Romagna). Terzo posto a Mirco Bonazzi (Veneto) che batte 138-116 Omar Cecco (Friuli Venezia Giulia). 

TERZA GARA STAR
Nella competizione riservata al tiro di campagna, la classifica per regioni ha premiato con il primo posto l’Emilia Romagna, seguita sul podio da Lazio e Lombardia. 
Nell’individuale della divisione arco olimpico si è guadagnato la vittoria Fabio Fancello (Liguria) superando Gianni Di Virgilio (Abruzzo) 48-42, mentre la medaglia di bronzo è andata ad Antonio Giuffrida (Sicilia) che ha vinto 59-50 su Luca Palazzi (Emilia Romagna).
Nel femminile Grazia Pina Monaco (Sicilia) vince l’oro superando 56-47 Claudia Compagnucci (Lazio), bronzo per Mariagiovanna Smeraldo (Campania) che supera allo spareggio Elena Fustinoni (Lombardia) 41-41 (6-4).
Nella divisione compound Roberto Sottile (Sicilia) ottiene il primo posto battendo 67-60 Raffaele Gallo (Toscana), è invece bronzo Giuseppe Chiarilli (Abruzzo) che ha la meglio su Daniele Raffolini (Sardegna) per 59-57.
Tra le donne conquista l’oro Eugenia Gelanga (Lazio) superando 58-56 Noemi Vella (Sicilia), con il terzo posto che va a Maddalena Marcaccini (Marche) vincente di misura su Sofia Caccia (Lombardia) per 51-50. 
L’unico spareggio di giornata nelle finali per l’oro è arrivato con l’ultimo match in programma, che ha visto prevalere allo shoot off Stefano Reggiani (Piemonte) su Marco Feliziani (Marche) 42-42 (4-3). Terzo posto per Simone Barbieri (Emilia Romagna) che supera Emanuele Garofoli (Umbria) 41-34, mentre tra le donne a conquistare l’oro è Elisa Medico (Piemonte) superando di misura Rania Braccini (Toscana) 39-38. Infine, il terzo posto se lo guadagna Livia Fabris (Emilia Romagna) vincendo su Elga Etzi (Sardegna) 45-35. 

LA CLASSIFICA FINALE
1 Lazio (9781 punti)

2 Toscana (9754) 
3 Veneto (9615) 
4 Emilia Romagna (9555) 
5 Lombardia (9479) 
6 Piemonte (9246) 
7 Liguria (9207) 
8 Sicilia (9134) 
9 Abruzzo (8921) 
10 Calabria (8415) 
11 Marche (8359) 
12 Campania (8351) 
13 Umbria (8322) 
14 Sardegna (7991) 
15 Puglia (7707) 
16 Friuli Venezia Giulia (7624) 
17 Trentino (7419) 
18 Basilicata (7163) 
19 Bolzano (5453) 
20 Valle d’Aosta (4115) 
21 Molise (3131)

ALBO D’ORO COPPA ITALIA DELLE REGIONI
2002 Piemonte
2003 Emilia Romagna
2004 Lombardia
2005 Piemonte
2006 Emilia Romagna
2007 Piemonte
2008 Piemonte
2009 Piemonte
2010 Lombardia
2011 Lombardia
2012 Lombardia
2013 Piemonte
2014 Veneto
2015 Veneto
2016 Piemonte
2017 Lazio
2018 Lazio
2019 Lombardia
2020 non disputata
2021 Lombardia
2022 Lazio

Com. Stam./foto

Eugenia Gelanga vince l’oro compound per il Lazio portando i punti utili per il sorpasso sulla Toscana
Argento per la Toscana a Pestum
Bronzo per il Veneto
12 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
91 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.