Notizie

Assosistema Confindustria: bene l’audizione dell’Agenzia delle Dogane sull’importanza di contrastare la contraffazione dei dpi

• Bookmarks: 10


Il Presidente della sezione Safety, Galbiati: “continueremo a comunicare la corretta marcatura e il corretto utilizzo dei dpi per la lotta al covid”

Roma. “Bene l’audizione del Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Marcello Minenna presso la Commissione di inchiesta sulla tutela dei consumatori e degli utenti – dichiara Claudio Galbiati, Presidente della sezione Safety di Assosistema Confindustria che rappresenta i produttori e distributori dei Dispositivi di protezione individuali (DPI) – in occasione della quale si è fatta menzione delle possibili azioni per contrastare la contraffazione di Dispositivi di protezione individuale e altri prodotti volti al contenimento dell’emergenza pandemica”.

“Se da un lato le 10.000 tonnellate di merce sequestrata perché contraffatta e dannosa per la salute rappresentano un dato allarmante – prosegue Galbiati – dall’altro evidenziano come il fenomeno della contraffazione possa essere arginato e combattuto attraverso un’intensificazione costante dei controlli e attraverso una consapevolezza del consumatore che, in particolar modo sul tema dei facciali filtranti, è aumentata in questi anni di pandemia”.

“Oltre al ruolo di supporto alle istituzioni, alle forze di polizia e alla collettività che la sezione Safery di Assosistema Confindustria ricopre quotidianamente – continua Galbiati – puntiamo a sviluppare sempre di più la consapevolezza e l’attenzione dei cittadini verso i prodotti utilizzati per proteggersi dal Covid. Accanto alla vaccinazione, infatti, un ruolo fondamentale nella lotta alla diffusione del virus lo giocano proprio i Dispositivi di protezione individuale che rappresentano una solida barriera al contagio soprattutto nei luoghi con maggiore concentrazione di persone. Per questo è necessario che il cittadino sappia quale DPI sta acquistando e come indossarlo correttamente”.

La capacità filtrante del materiale con la quale è realizzata una FFP2, ad esempio, risulta pari al 94% ma la sua efficacia diminuisce se il facciale non aderisce correttamente al volto, se lo portiamo solo per coprire la bocca e non il naso, se lo tocchiamo costantemente con le mani senza poi igienizzarle. Indossare e rimuovere un facciale filtrante è un’operazione tanto semplice quanto complessa dove il rischio trasmissione è molto elevato. Per questo – conclude Galbiati – come già fatto nel 2020 sentiamo l’esigenza di continuare nella nostra campagna comunicativa relativa alla corretta marcatura CE di una FFP2 e al suo corretto utilizzo in modo tale da combattere con tutte le armi in nostro possesso la battaglia contro il Covid”.     

In allegato, infografiche Assosistema Confindustria sulla corretta marcatura di un DPI e su come indossare correttamente un facciale filtrante

Com. Stam.

10 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
83 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *