Mondo

Attacco terroristico in Nigeria, 48 morti


Non sono passate neanche 24 ore dalle elezioni che si sono tenute in Nigeria, dove il generale islamista Muhammadu Buhari ha ottenuto il 75% dei consensi, che un attacco terroristico è avvenuto in una scuola a Potiskum, nello Stato di Yobe. L’attacco, che conta 48 morti ed 80 feriti, è avvenuto intorno alle otto di mattina, proprio nel momento in cui gli studenti, recandosi a scuola, aspettavano l’inizio delle lezioni. Il responsabile del folle gesto un kamikaze che indossava la divisa della scuola. Secondo le forze di sicurezza, l’attacco terroristico andrebbe ricondotto al gruppo integralista islamico Boko Haram, che avrebbe, fra gli obiettivi, la creazione di un Califfato nel nord-est del Paese, il luogo in cui è avvenuta la strage. Da giorni si verificano scontri tra il gruppo Boko Haram e le forze governative, sempre ad alto tasso di violenza. Si sono registrati numerosi i morti anche tra la popolazione civile. L’offensiva del gruppo terroristico è condotta indistintamente nei confronti di cattolici e musulmani nelle aree comprese tra il Camerun, il Ciad, Benin e Niger. Un precedente attentato in Nigeria era avvenuto l’anno scorso, quando 42 persone furono uccise nell’assalto a una scuola della città di Mamudo, sempre nei pressi di Potiskum. Al momento, ricordiamolo, si tengono le elezioni in Nigeria: in vantaggio c’è il generale islamista Muhammadu Buhari con il 75% dei consensi. Il suo sfidante, il presidente uscente Goodluck Jonathan, ha ottenuto invece 9,5 milioni di voti. In Nigeria il vincitore delle elezioni, oltre ad ottenere il maggior numero di voti, deve conseguire almeno il 25% delle preferenze nei due terzi degli Stati della federazione, nonché nel territorio della capitale federale. La legge era stata approvata proprio per avere un’elevata maggioranza in un Paese che presenta enormi differenze culturali e politiche. Il segretario generale Ban Ki-moon, insieme ad altre personalità politiche, condanna l’attentato, esprime condoglianze per i familiari delle vittime e si dichiara indignato per gli attacchi.

KKKKK
117 views
bookmark icon