Notizie

Bonus bici, un record per l’industria del settore

• Bookmarks: 7


Il bonus bici disposto dal Governo ha permesso di fatto il botto. Le somme stanziate si sono esaurite in poche ore, nonostante il click-day del 3 novembre non sia andato per il meglio, con un blocco di ore del portale ministeriale e di quello di Poste italiane, i negozi sono stati “invasi”

da aquirenti alla ricerca della bici tanto desiderata, i depositi si sono svuotati in poco tempo e le industrie del settore non sono in grado di assicurare le numerose richieste pervenute, che sicuramente non si aspettavano, avendo ancora oggi ordinativi da smaltire per parecchi mesi ancora. Insomma, il 2020 potrà essere annoverato come anno record per l’industria italiana della bicicletta. Secondo i dati dell’Associazione nazionale ciclo, motociclo e accessori (Ancma) e diffusi dal Sole 24 ore, il bonus mobilità ha fatto registrare un +20% rispetto al 2019 di fatturato, superando così i 2 milioni di pezzi venduti. Non era mai accaduto finora in Italia, paese di noti pigroni, che non fanno un passo se non a bordo dell’amata e fedele autovettura. L’industria delle due ruote in Italia è composta da circa 250 aziende, che fatturano 1,25 miliardi di euro all’anno, dando lavoro a 12mila addetti. Finora più del 60% della produzione era destinata all’estero, ma con il bonus verde la quantità di biciclette destinate al nostro paese è certamente aumentata, con un paradosso: alcune aziende sono costrette a chiedere per i lavoratori la cassa integrazione, non certo per mancanza di ordini, ma perché non arrivano i componenti necessari ad assemblare le due ruote.

Ciro Cardinale

CS


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86
7 recommended
comments icon0 comments
0 notes
98 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *