Concerti

Brandeburghesi atto II, Augusto Vismara: La nostra lettura fuori dagli schemi

• Bookmarks: 10


Il maestro concertatore del nuovo ensemble siciliano introduce l’ultimo dei concerti organizzati dalla Camerata Polifonica Siciliana in occasione  del 300° anniversario della pubblicazione dei concerti di J.S. Bach  dedicati a Cristiano Ludovico di Brandeburgo – Schwedt

Corti e castelli” – Corte del Museo Diocesano, via Etnea, 8 – Catania I Branderburghesi, parte II – martedì 13 luglio h 20.30 www.cpsmusic.com

Si completa con l’esecuzione dei primi tre concerti brandeburghesi l’omaggio che la Camerata Polifonica Siciliana nell’ambito della rassegna  “Corti e Castelli” ha riservato al 300° anniversario della pubblicazione. Martedì 13 luglio alle ore 20.30 la corte del  Museo Diocesano di Catania ospiterà il concerto “I Brandeburghesi di J.S. Bach – parte II” di cui sarà protagonista la Camerata Strumentale Siciliana con i solisti Alberto Cesaraccio Carlo Cesaraccio e Duilio Belfiore agli oboi, Angelo Bonaccorso e Lorenzo Scolaro ai corni, Angelo Valastro al fagotto, Augusto Vismara, Marcello Spina e Gaetano Adorno ai violini, Giovanni Roselli al flauto e Vito Grasso alla tromba, diretti dalla bacchetta del M° Giovanni Ferrauto.

Pubblicati nel 1721 e dedicati al nobile Cristiano Ludovico diBrandeburgo-Schwedt, i sei concerti Brandeburghesi si discostano dalla produzione di Johann Sebastian Bach, noto per le sue sublimi composizioni di musica sacra, che in queste partiture invece esercita il virtuosismo e dà vita a una musica totalmente profana, scritta per il puro divertimento strumentale, per la gioia di suonare insieme.

«La nostra lettura di questi concerti è al di fuori dei sistemi – dice Augusto Vismara, primo violino e maestro concertatore dell’ensemble -, con questa esecuzione vogliamo recuperare una visione libera dove, per dirla con una frase un po’ ridondante, non è l’opera che va incontro al mondo, ma il mondo che va incontro all’opera. L’opera, quindi, non è più un sistema, ma è nuovamente creazione di un mondo in cui le cose si rispecchiano e si riconoscono. Con questi due concerti non vogliamo dimostrare né esercitare nulla, ma fare musica nella totale libertà della nostra interpretazione e del nostro sentire. E questa oggi è certamente una novità»

La Camerata Strumentale Siciliana – che al completo conta un organico di 22 elementi – è il nuovo ensemble di cui fanno parte musicisti di alto livello, per lo più professionisti affermati, in grado di scambiarsi i ruoli solistici. Ne fanno parte Marcello Spina, Gaetano Adorno, Martina Scarpuzza, Salvatore Bentivegna, Giovanni Cucuccio, Ricardo Urbina, Dario Spina, Egle Denaro, Mariachiara Buonocore (violini); Fabio Distefano, Clelia Lavenia, Lorenzo Conti (viole); Alessandro Longo, Marco Bologna, Giulio Nicolosi (violoncelli); Carmelo La Manna (contrabbasso); Alistair Sorley (cembalo); Maria Pia Tricoli (pianoforte), Giovanni Roselli e Andrea Virzì (flauti).

Il M° Augusto Vismara da oltre trent’anni è considerato una delle figure più importanti nel panorama musicale italiano, e che vanta una formidabile carriera di solista e primo violista con le maggiori orchestre italiane (Il Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra di Santa Cecilia di Roma, l’Orchestra della Scala di Milano e l’Orchestra della Fenice di Venezia) ed europee (sotto la bacchetta di Giuseppe Sinopoli, Christian Thielemann, Antonio Janigro, Peter Maag e Luciano Berio), oltre a dedicarsi al violino e alla direzione d’orchestra.

«Nel corso della mia carriera ho frequentato moltissimo la Sicilia, soprattutto Palermo già quarant’anni fa – aggiunge Vismara -. Oggi frequento più Catania, dove ho anche la residenza, perché ritengo che questa sia un’occasione molto preziosa, non solo per la città e il gruppo di musicisti, ma anche per me stesso, perché sono fermamente convinto che più si lavora, più si impara e più si migliora. Il lavoro creativo, come quello nella musica, è sempre di grandissimo stimolo a migliorare, a qualsiasi livello».

Il programma della serata prevede l’esecuzione del concerto n. 1 in fa maggiore  BMW 1046; concerto n. 2 in sol maggiore BMW 1047; concerto n. 3 in sol maggiore BMW 1048; concerto per 3 violini in re maggiore BMW 1064R.

Il programma di “Corti e Castelli” prosegue martedì 20 luglio con la replica del concerto  “Bach vs. Mozart” con l’Orchestra Cromatismi del Mediterraneo e i pianisti catanesi Francesco Morabito e Chiara Giuffrida diretti dal M° Daniele Costa

L’organizzazione raccomanda di rispettare il distanziamento e ricorda che per l’ingresso è necessario l’uso della mascherina.

Informazioni e prenotazioni  tel. 3920889640 (ore 10-13 e ore 16.30-20)
Prevendite biglietteria online: boxoffice.cpsmusic.com
Ingresso: € 12 intero – € 10 ridotto ridotto over 65 anni e studenti

Com. Stam.

Augusto Vismara2_ph CPS

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66
10 recommended
comments icon0 comments
0 notes
204 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *