Musica

“CHIEDIMI COME STO” il nuovo singolo di Michele Mud

• Bookmarks: 8


Disponibile su tutte le piattaforme di streaming e in rotazione radiofonica “CHIEDIMI COME STO”, brano di MICHELE MUD estratto dal suo ultimo album che vede il featuring di TOMMASO CERASUOLO. “CHIEDIMI COME STO” 

è una canzone che nasce dalla domanda apparentemente più banale che facciamo e che ci sentiamo fare tutti i giorni: “Come stai?”. Nasce dal pensiero che tante delle cose che facciamo in modo automatico ed abituale, in realtà spesso diventano un modo per evitarci di conoscere davvero le persone che abbiamo davanti e di farci conoscere per quello che siamo.
 
Spiega Michele Mud a proposito del nuovo brano«Ho pensato a quanto tempo servirebbe per rispondere in modo serio e sincero alla domanda “Come stai?” che ci facciamo tutti i giorni. Ci richiederebbe pazienza, empatia, sincerità. Tutti elementi che fanno di noi degli esseri umani e che troppo spesso tendiamo a nascondere nelle relazioni sociali. In un momento in cui anche le relazioni sono così difficili, l’unica via d’uscita è ritrovare relazioni vere e profonde, condividere anche le difficoltà per uscirne insieme».
 
“Chiedimi come sto” feat. Tommaso Cerasuolo è disponibile su Spotify al seguente link: https://spoti.fi/2KhXFkT
 
Biografia
Michele Mud (Michele Negrini), dopo il primo album “D’amore e di fango” (IRMA Records/ Michele Mud (Michele Negrini), e dopo aver ricevuto il Premio “Voci per la Libertà – Una voce per Amnesty” da Amnesty International, una menzione speciale da “Musica contro le Mafie” e Libera, il premio “Via Emilia – La strada dei Cantautori”, dopo oltre 200 concerti live in diverse formazioni (solo, duo e trio), dopo aver aperto i concerti a Elio e le Storie Tese, Omar Pedrini, Andrea Mirò, Giulio Casale, Sonohra, Ambramarie, Alteria e dopo essere diventato papà due volte, torna con un nuovo album: “L’amore non ha ragione”. “Chiedimi come sto” (feat. Tommaso Cerasuolo)

Com. Stam.


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86
8 recommended
comments icon0 comments
0 notes
114 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *