Eventi

Cinema: la terza edizione di DocuDonna a Massa Marittima

• Bookmarks: 14


Da Cecilia Mangini a Kim Longinotto, DocuDonna torna in presenza e on line con proiezioni gratuite dall’8 al 10 ottobre a Massa Marittima

Torna a inizio ottobre DocuDonna, il festival internazionale che ogni anno dal 2019 rende per tre giorni Massa Marittima la capitale del documentario a regia femminile. Sono ben 19 i film diretti da registe in concorso in questa terza edizione, che si svolge dall’8 al 10 ottobre presso il Palazzo dell’Abbondanza grazie al sostegno del Comune di Massa Marittima, sotto la direzione artistica di Cristina Berlini e con la conduzione di Silvia Lelli.  

Produzioni che arrivano da Francia, Iran, Stati Uniti, Irlanda, Olanda e Italia sono il cuore del programma, che prevede anche incontri con autrici e altre professioniste del mondo del cinema: un omaggio dedicato a Cecilia Mangini sarà curato dalla regista Mariangela Barbanente, una conferenza sulle registe del genere horrorsarà tenuta dalla docente dell’Università di Amsterdam, Patricia Pisters, e una proiezione speciale sarà quella di Shooting The Mafia, il film di Kim Longinotto sulla fotografia politica di Letizia Battaglia. Tutti i film saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano e in inglese, a ingresso libero.  

“DocuDonna è un progetto che nasce dall’esigenza di dare spazio alle tante registe di talento nel panorama internazionale – sottolinea Cristina Berlini, ideatrice e fondatrice del festival – che tuttavia faticano ad emergere in un ambiente ancora a prevalenza maschile e a raggiungere di conseguenza un pubblico vasto. I film arrivati, peraltro, testimoniano l’interesse di molte autrici per tematiche diverse da quelle abitualmente considerate ‘femminili’. L’edizione 2021 di DocuDonna conferma una volta di più che non c’è un tema che non possa essere affrontato con maestria da cineaste donne”.

“Un festival di assoluto livello, – sottolinea Irene Marconi, assessora comunale alla Cultura – che il Comune sostiene con orgoglio, perché offre alla cittadinanza nuovi stimoli culturali e allo stesso tempo consente di promuovere la città di Massa Marittima in un circuito di respiro internazionale. Anche quest’anno, infatti, si sono iscritte al concorso registe da tutto il mondo. Un progetto che avrebbe le caratteristiche per affermarsi in grandi centri urbani, come Roma o Milano, e che invece l’ideatrice del festival ha scelto di realizzare in una location piccola ma speciale come Massa Marittima. Anche per questo ci piace, perché è un esempio di come si possa decentrare la cultura di qualità, portandola anche nelle piccole città di provincia.” 

PRIME ANTICIPAZIONI SUL PROGRAMMA 

Al centro del primo giorno di proiezioni saranno i film di registe olandesi  che prendono parte al progetto DocuDonna meets IFA, volto a far conoscere in Italia i film di registe olandesi selezionate all’International Film Festival Assen, e in Olanda i film delle cineaste italiane presentati nelle precedenti edizioni di DocuDonna. La collaborazione è sostenuta da Ambasciata e Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi in Italia. Tra i film di questa sezione si segnala in particolare Why Didn’t You Stay For Me?, che affronta con grande maturità e rispetto il tema delicato del suicidio di un genitore raccontato da un bambino o una bambina. 

Il pubblico potrà incontrare alcune registe e registi presenti alle proiezioni delle loro opere in concorso: Isabella Cortese, Federico Fenucci e Maria Giuditta Vettese per En camino – Messico, machismo e nuvoleMartine De Biasi per Becoming Me e Johanneke Dijkstra per Doorgaan, mentre altre registe invieranno videomessaggi. 

Arricchiscono inoltre il programma un focus sulle produzioni cinematografiche delle registe europee in cui dialogheranno Ingrid van Tol, Claudia Pampinella e Alice Arecco, e la presentazione di una monografia dedicata alla regista francese Céline Sciamma con le curatrici Federica Fabbiani e Chiara Zanini. 

Sarà inoltre possibile visitare la mostra dell’artista olandese Ruchama Hoed, dal titolo Textures of affect. 

La giuria di questa edizione è composta da Claudia Pampinella (produttrice di Talpa Produzioni), Bart van Dam (regista e produttore di More Than TV), Mariangela Barbanente (regista e sceneggiatrice) e Ingrid van Tol (direttrice della Dutch Directors Guild). 

Il festival osserverà attentamente tutte le disposizioni in materia di prevenzione dei contagi da Covid-19 (mascherine, distanziamento in sala, pulizia delle mani all’entrata con gel, areazione della sala per almeno trenta minuti tra un evento e il successivo). Per accedere al cinema sarà quindi necessario esibire il Green Pass, oppure un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti. È possibile prenotare il tampone presso la Farmacia Comunale di Massa Marittima in Viale Martiri della Niccioleta 126 chiamando il numero 0566 901334. 

Dall’8 all’11 ottobre DocuDonna anche streaming, in versione gratuita, su STREEEN- https://streeen.org/rassegna/docudonna/ :

Letizia Battaglia – Shooting The Mafia di Kim Longinotto;  

En camino – Messico, machismo e nuvole di Isabella Cortese, Federico Fenucci, Maria Giuditta Vettese 

Doorgan di Johanneke Dijkstra 

Why Didn’t you Stay For Me? di Milou Gevers 

Un Chanteur Invisibile di Hannah van Tassel 

Nobu di Sara Blok 

L’intero programma con tutte le informazioni su tutti i film è già consultabile al sito 

www.docudonna.it/it/2021-edition/ 

Com. Stam.

14 recommended
comments icon0 comments
0 notes
148 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *