Notizie

Digitalizzazione e robotizzazione di un’officina a Palermo arrivano i magazzini verticali per lo stoccaggio di ricambi e attrezzature meccaniche Video

• Bookmarks: 9


Il progetto all’avanguardia, tipico di altre realtà e unico del Sud Italia nel settore dell’automotive, prende vita all’interno di una concessionaria palermitana. A fare da apripista Audi Zentrum, cui seguiranno prossimamente Volvo e Toyota

PALERMO – Magazzini automatici verticali per lo stoccaggio di ricambi (tipico di altre realtà come ad esempio le farmacie) e attrezzature di un’officina meccanica. Rivoluzione in casa Riolo per ridurre non solo il rischio di infortuni sul lavoro, ma anche il carico di lavoro dei magazzinieri. La soluzione del progetto innovativo scelta da Riolo, rende l’installazione unica da Roma in giù nel settore automotive prendendo vita all’interno di un’officina di una concessionaria per la prima volta. A fare da apripista l’officina di Audi Zentrum per Audi, cui seguiranno prossimamente le officine Volvo e Toyota del gruppo Riolo.

“Anche questo investimento di automatizzazione nei magazzini conferma la volontà e la strategia del gruppo Riolo di puntare sempre sull’innovazione ed essere all’avanguardia per quanto riguarda tutte le soluzioni che offre il mercato: l’attenzione alla sostenibilità ed efficienza energetica come ad esempio il fotovoltaico, l’installazione delle colonnine di ricarica per vetture elettriche e ibride e l’eliminazione della carta attraverso la digitalizzazione dei documenti” afferma il direttore generale del gruppo Riolo Claudio Distefano.

Riduce il carico di lavoro dei magazzinieri  

Innovazione e tecnologia consentiranno così di portare la merce al magazziniere e non viceversa. “Con il magazzino automatico verticale, infatti, non sarà più l’operatore a dover cercare i ricambi, le attrezzature e le altre merci dislocate nei magazzini o nei depositi, ma sarà il magazzino stesso a portarli laddove servono, pronti per essere prelevati o stoccati in totale sicurezza” spiega Gianluca Trapani, responsabile post vendita Toyota, Volvo e Opel.

Meno rischi d’infortuni sul lavoro e più spazi a terra

Tra i vantaggi anche la possibilità di prevenire ulteriormente gli infortuni sul lavoro. “I magazzini verticali ci permettono di evitare l’uso di scale, sgabelli e mezzi di sollevamento – prosegue Trapani -. Il prelievo e lo stoccaggio avvengono ad altezza ergonomica, riducendo ulteriormente il rischio di infortuni dovuti a carichi o scarichi di merci pesanti. Le barriere fisiche e fotoelettriche rendono inoltre sicura al 100% la postazione di lavoro”.

Risparmiare spazio a terra, ottimizzare la gestione dei flussi logistici, rendere più efficiente e sicura la movimentazione delle merci: sono questi i principali vantaggi del magazzino automatico verticale. Digitando il codice, un puntatore consentirà di vedere la posizione esatta del ricambio. Sarà lo scaffale stesso a portarlo all’operatore. “L’installazione ci ha permesso di guadagnare tanto spazio in magazzino e di mantenere i ricambi puliti e ordinati” spiega Roberto Cusimano, responsabile di magazzino dell’Audi Zentrum Palermo.

Razionalizzare gli spazi, infine, è il quid in più. “Perché sfruttare al meglio lo spazio di stoccaggio in altezza riduce conseguentemente la superficie sfruttata a terra – conclude Trapani -. Pertanto, a parità di superficie, si ottiene l’80% in più di spazio per lo stoccaggio. L’utilizzo di ausili visivi semplici e intuitivi, inoltre, consente ad ogni operatore di identificare facilmente i ricambi e le attrezzature da depositare o prelevare, riducendo gli errori ed i tempi necessari alle operazioni, ottenendo così un aumento di performance e produttività”.

La tecnologia di Riolo unica nel Sud Italia

I magazzini verticali di Audi Zentrum, installati dall’azienda IncaricoTech, sono gli unici da Roma in giù nel settore automotive ad avere questa tecnologia.  L’officina della concessionaria palermitana è l’unica infatti a godere di un robot cartesiano per l’identificazione della merce, una sorta di “robottino” capace di identificare la merce con un raggio luminoso. Ed è l’unica, infine, ad avere l’ESB, un sistema di ridondanza che consente di evitare il fermo produttivo: in attesa dell’intervento “umano” dei tecnici, si interviene meccanicamente per far fronte al problema. Due caratteristiche, uniche sul mercato, che fanno di Riolo un’azienda all’avanguardia che guarda sempre più al futuro.

Com. Stam./video/foto

9 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
128 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.