Spettacoli

Ennesimo successo del Duo Lombardo-Bonura

• Bookmarks: 16


Palermo – Ad apertura sipario ecco apparire Letterio Lombardo e Margherita Bonura col piccolo Carmelo, ormai una mascotte della manifestazione, che saluta il pubblico ringraziandolo e augurando buon divertimento.

Subito dopo i due cantanti danno inizio allo show sulle note di ”Oggi qui, domani la”. E’ la volta di Margherita Bonura che, in un elegante e semplice abito stile anni ’60, canta “Ragazzo triste”; segue Letterio con ”Sogno d’amore”, un successo degli anni settanta. Ritorna Margherita con “Sparami al cuore” e intanto gli spettatori, coinvolti dalla musica, si uniscono ai cantanti, dimostrando di conoscere ed apprezzare i vari motivi proposti. Un momento romantico si ha quando Lombardo, durante l’esecuzione di “Rosse rosse”, si avvicina alla moglie seduta in sala e, baciandola, le porge un mazzo di rose rosse, tra gli applausi del pubblico. “Pazza idea” è proposta dalla Bonura seguita da “Erba di casa mia” e  “Pietà per chi ti ama”, cantate da Lombardo. Con “Se bruciasse la città”, eseguita con estrema bravura da Lombardo, termina il primo tempo. La seconda parte dello show inizia con “Vent’anni”, proposta da Lombardo, altro notissimo motivo lanciato dall’ex scugnizzo, Massimo Ranieri (vero nome Giovanni Calone), oggi attore, ballerino, cantante, conduttore televisivo e regista teatrale. E’ la volta di Margherita Bonura, sempre più brava, che interpreta “La bambola”, il primo grande successo di Patty Pravo, scritto da R. Cini, F. Migliacci e B. Zambrini. Subito dopo Lombardo si cimenta con “Via del conservatorio”, motivo inserito nel terzo album che Ranieri pubblicò nel 1971. Ritorna la Bonura per interpretare “Se perdo te” e “E dimmi che non vuoi morire” (quest’ultima scritta da Vasco Rossi, musiche di Gaetano Curreri e presentata al Festival di Sanremo del 1997) in sala, intanto, ai fragorosi applausi si uniscono le luci dei cellulari. Con “L’istrione”, notissimo motivo lanciato da Charles Aznavour, Lombardo dà prova della sua estensione vocale, sottolineata da un pubblico plaudente; segue Margherita Bonura che interpreta magistralmente due successi di Patty Pravo, “Pensiero stupendo” e “Il Paradiso”; è la volta, ancora, di Lombardo con “La voce del silenzio” e, poi, accompagnandosi con la chitarra, esegue “Perdere l’amore”, brano musicale cantato da Massimo Ranieri, vincitore del Festival di Sanremo 1988. Presente alla serata il noto pittore palermitano Ignazio Pensovecchio che ha donato 2 sue opere alla Bonura e a Lombardo. Gran finale festoso sulle note di  “Funiculì, funiculà” e “’O surdato ‘nnammurato”con la partecipazione del pubblico. L’intero show è stato ripreso dal video maker Filippo Messina.

Franco Verruso

Com. Stam.

16 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
244 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *