Sport

Europei pista U23 e JRS, l’Italia chiude in bellezza Tour de l’Avenir: terzo posto per Zana

• Bookmarks: 8


Consonni-Fidanza oro europeo nel Madison, Filippo Zana terzo nella tappa di oggi e nella generale

Ultima giornata di gare agli Europei pista di Apeldoorn e gli azzurri chiudono in bellezza con un oro ottenuto nel madison femminile U23. Il duo composto da Chiara Consonni e Martina Fidanza domina la gara, facendo suoi quasi tutti gli sprint intermedi e vincendo quello finale. A quota 46, riescono a staccare di quasi 20 punti il duo neerlandese, giunto secondo a 28 punti. Un ottimo lavoro di squadra da parte delle nostre azzurre, che riescono sempre a darsi il cambio in modo efficace. Terze le atlete della Russia, che ottengono la medaglia di bronzo con 20 punti.

Al mattino era in palio il titolo di madison femminile juniores vinto dalla Gran Bretagna. Ai piedi del podio nostra coppia composta da Sara Fiorin e Valentina Basilico, che per un punto esce sconfitta nella lotta per il terzo posto con il duo di casa dell’Olanda. Madison al maschile che viene vinto sempre dalla Gran Bretagna: non concede la migliore prestazione il duo italiano composto da Matteo Bozicevich e Stefano Minuta, lontani dalle prime posizioni.

Keirin U23 che parla russo con le vittorie di Andreeva nel femminile, di Iakovlev nel maschile. L’Italia si gioca la finalina con Matteo Bianchi ma senza andare oltre. Nella gara che chiude l’Europeo, vittoria per la Gran Bretagna nel madison U23 maschile. Fuori dai primi posti il duo composto da Davide Boscaro e Mattia Pinazzi.

IL BILANCIO FINALE – Italia che chiude in grande spolvero questo Europeo giovanile, posizionandosi al terzo posto del medagliere con 14 metalli, dietro alle inarrivabili Russia (29 medaglie) e Gran Bretagna (27). Importante il contributo delle ragazze: da segnalare le triplette d’oro di Chiara Consonni Silvia Zanardi, conditi dai 3 metalli di Martina Fidanza. L’Italia si dimostra ancora una volta una potenza solida e dal futuro più che promettente.

TOUR DE L’AVENIR – Si è chiusa con il terzo posto di tappa ed il terzo gradino del podio di Filippo Zana nella generale l’edizione 2021 del Tour de l’Avenir, che ha vissuto oggi la frazione finale, la Touissure a Séez – Col du Petit Saint-Bernard, vinta dallo spagnolo Carlos Rodriguez Cano. La classifica finale è del norvegese Tobias Halland Johannessen.

L’Italia, guidata da Marino Amadori, si è messa in evidenza in tutte le tappe centrando importanti piazzamenti. E’ mancata solo la vittoria. Il CT che stila il bilancio finale della gara: “E’ vero, ci è sfuggita solo la vittoria, ma il piazzamento di Zana è un bel risultato: un atleta che non ha ancora mostrato tutto il suo potenziale. Siamo stati protagonisti, tranne nei ventagli in cui è mancata un po’ di coesione di squadra. Abbiamo inoltre ottenuto il 2° posto nella graduatoria per team. Peccato sia saltato proprio alla fine Alessandro Verre. Nei giorni scorsi avevamo perso anche Luca Colnaghi, febbricitante dopo la caduta”.

Il CT ha ora già raggiunto il Sestriere dove è previsto un collegiale in vista dell’Europeo di Trento: “Qualcuno ora farà un riposo attivo e altri completeranno il programma di lavoro. In settimana comunicheremo una prima lista di 9 nomi che diventeranno 6. Concludo ricordando il nostro primo posto nel ranking Coppa delle Nazioni”.

Com. Stam./foto

8 recommended
comments icon0 comments
0 notes
100 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *