Libri

Giacomo Cacciatore e Giuseppe Pizzo presentano Vite senza Gloria (Leima)

• Bookmarks: 11


la Feltrinelli Libri e Musica via Cavour 133, Palermo – AREA ESTERNA ALLA ZTL – tel. 02 9194 7777 – WhatsApp +39 345 686 8487 giovedì 26 gennaio –  ore 18:00 Giacomo Cacciatore e Giuseppe Pizzo presentano Vite senza Gloria (Leima) insieme a Maristella Panepinto. Letture di Anita Sansone

Gloria è una professoressa di mezza età, con la sua vita di provincia, senza amore, senza sogni, trascorsa a casa dei genitori. Con grande  ingenuità e poche esperienze umane, a parte l’insegnamento, la donna viene irretita da un ragazzino, Gabriele, poco più che ventenne, suo ex alunno, grande manipolatore, ambiguo, ammaliante e trasformista, che le fa credere di voler vivere con lei una magia sentimentale. La prima, per Gloria. Un “tempo delle mele” molto ritardato che le costerà prima il patrimonio e poi la vita. Vite senza Gloria è un romanzo-verità su un caso di cronaca, l’omicidio di Gloria Rosboch. Ma non solo: in questa storia c’è quella di tante, troppe donne, vittime delle cosiddette truffe romantiche, dei femminicidi, dei delitti commessi da coppie di amanti assassini. Qui gli amanti sono Gabriele e Roberto, due uomini legati dal sesso e poi divisi dalla colpa.

Giacomo Cacciatore è nato in Calabria nel 1967, ma vive da sempre a Palermo. È scrittore, saggista ed editor. Ha pubblicato sette romanzi e numerosissimi racconti con Einaudi, Baldini & Castoldi, Mondadori, Meridiano Zero, Fernandel e altri, e ha avuto tre traduzioni all’estero. Dal suo Figlio di Vetro (Einaudi) è stato liberamente tratto un film. Con Paolo Albiero ha firmato nel 2005 Il terrorista dei generi – Tutto il cinema di Lucio Fulci, un monumentale saggio di grande successo, pubblicato in seconda edizione da Edizioni Leima in forma ampliata e a colori, che ha vinto il premio Efebo d’oro. Cacciatore è citato nell’enciclopedia Treccani come inventore del termine “camillerismo”, da lui coniato in un’intervista su “la Repubblica” al traduttore francese di Andrea Camilleri.

Giuseppe Pizzo dal 2003 è inviato e autore della trasmissione Chi l’ha visto? di Rai 3, per la quale ha affrontato svariati casi di rilievo e ha risolto il mistero dello smemorato di Collegno. Nel cinema, ha collaborato come consulente alla sceneggiatura del film Gomorra di Matteo Garrone. Ha scritto e diretto il film La vita accanto, vincitore di numerosi premi e selezionato ai Nastri d’Argento e al David di Donatello nel 2010. Ex poliziotto, ha fatto parte della Squadra anti-mostro della Questura di Firenze, creata per le indagini sul cosiddetto “mostro di Firenze”. Con il gruppo “Intelligence” della Polizia di Stato ha partecipato a importanti indagini, come quella sul rapimento di Farouk Kassam. Ha contribuito anche alla cattura degli assassini del giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia.

Com. Stam.

11 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
74 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com