Eventi

Giuseppina Torregrossa e Yanet Acosta all’Istituto Cervantes

• Bookmarks: 15


Nell’ambito della Vª edizione del festival internazionale Nero Giallo 2021, l’Istituto Cervantes Palermo (via Argenteria Nuova, 33) presenta la tavola rotonda I sapori del giallo: un approccio ludico agli elementi gastronomici che possano servire da pretesto o da scenario fondamentale per sviluppare storie criminali. Protagoniste saranno le scrittrici Giuseppina Torregrossa e Yanet Acosta

L’incontro, che sarà moderato dalla giornalista Maria Pia Farinella, è in programma per mercoledì 3 novembre, dalle ore 18.00, presso i locali della chiesa di Santa Eulalia dei Catalani (Via Argenteria, 19).

Il festival Nero Giallo, l’incontro sul romanzo giallo che si svolge sul territorio nazionale, per la sua quinta edizione cresce e rimodula la sua formula classica.

Fiumi di inchiostro e finzioni criminali attraverseranno gli spazi fisici e virtuali dell’Instituto Cervantes, offrendo un’ampia panoramica sugli elementi più interessanti della letteratura noir, nelle lingue spagnola e italiana. Il 2021 è infatti il primo anno in cui il Festival presenta la propria attività in formato misto proponendo le tradizionali attività in presenza e altre, invece, in modalità on line.

Ancora una volta, i nomi, i temi, le voci, le grandi domande generate da uno dei generi popolari più apprezzati al mondo saranno affrontati, il 3 e il 4 novembre sul territorio nazionale, unendo, in un’unica voce – declinata tra il piacere della lettura piacere e la conoscenza – molti dei paesi di lingua spagnola con l’universo culturale italiano.

Il centro di Stoccolma sarà l’ospite di questa edizione e contribuirà a mostrare al mondo il meglio della creazione letteraria del XXI secolo.

A Palermo protagoniste due donne le cui firme hanno segnato la letteratura mondiale.

Giuseppina Torregrossa, siciliana, tre figli, laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università La Sapienza di Roma, di professione ginecologa, Laurea magistrale Honoris Causa in “Italianistica” conferita dall’Università degli Studi di Palermo.

Scrive romanzi di vita vissuta che sono stati tradotti in molte lingue. Sulla scena letteraria dal 2007 con il romanzo “L’assaggiatrice”.  Tra i tanti premi ricevuti ricordiamo il Premio Roma Donne e teatro nel 2008 e il Premio Città di Roma nel 2012.

Yanet Acosta è scrittrice, giornalista e professoressa universitaria. È autrice dei romanzi gialli Matar al padre (Alrevés, 2017), El Chef ha muerto (Amargord, 2011) e No hay trabajo bueno (Pul.so, 2013) e del libro di racconti illustrato Noches sin sexo (Adeshoras, 2014).

Dottore in Scienze dell’Informazione presso l’Università Computense di Madrid e post-laurea presso la Columbia University di New York.

Collabora come giornalista per la pubblicazione digitale Bonviveur, è docente in corsi di laurea e master dell’Università Rey Juan Carlos di Madrid e dirige il Master in Comunicazione Giornalismo Gastronomico The Foodie Studies. Ha appena ricevuto il primo Premio Nazionale di Giornalismo Gastronomico Álvaro Cunqueiro 2021.

Maria Pia Farinella, giornalista grazie soprattutto alla Spagna. Grazie agli studi e alla vita vissuta prima a Salamanca (Diploma en Filología Hispánica nel 1976) e, poi, a Madrid, dove ha lavorato come ricercatrice a fianco di Enrique Tierno Galván, intellettuale simbolo della Transizione spagnola e primo sindaco di Madrid eletto con libere elezioni nel ‘79.

L’ingresso all’incontro è libero e consentito previa presentazione del Green pass (Certificazione verde Covid-19).

È possibile seguire le attività online nei rispettivi canali Youtube, Facebook, Twitter, Instagram e Ivoox dei relativi Istituti coinvolti.

Mercoledì 3 novembre, ore 18.00

ingresso libero 

Chiesa Santa Eulalia dei Catalani

Palermo 

*****

Nell’ambito della Vª edizione del festival internazionale Nero Giallo 2021, l’Istituto Cervantes Palermo (via Argenteria Nuova, 33) presenta la tavola rotonda I sapori del giallo: un approccio ludico agli elementi gastronomici che possano servire da pretesto o da scenario fondamentale per sviluppare storie criminali. Protagoniste saranno le scrittrici Giuseppina Torregrossa e Yanet Acosta

L’incontro, che sarà moderato dalla giornalista Maria Pia Farinella, è in programma per mercoledì 3 novembre, dalle ore 18.00, presso i locali della chiesa di Santa Eulalia dei Catalani (Via Argenteria, 19).

Il festival Nero Giallo, l’incontro sul romanzo giallo che si svolge sul territorio nazionale, per la sua quinta edizione cresce e rimodula la sua formula classica.

Fiumi di inchiostro e finzioni criminali attraverseranno gli spazi fisici e virtuali dell’Instituto Cervantes, offrendo un’ampia panoramica sugli elementi più interessanti della letteratura noir, nelle lingue spagnola e italiana. Il 2021 è infatti il primo anno in cui il Festival presenta la propria attività in formato misto proponendo le tradizionali attività in presenza e altre, invece, in modalità on line. 

Ancora una volta, i nomi, i temi, le voci, le grandi domande generate da uno dei generi popolari più apprezzati al mondo saranno affrontati, il 3 e il 4 novembre sul territorio nazionale, unendo, in un’unica voce – declinata tra il piacere della lettura piacere e la conoscenza – molti dei paesi di lingua spagnola con l’universo culturale italiano. 

Il centro di Stoccolma sarà l’ospite di questa edizione e contribuirà a mostrare al mondo il meglio della creazione letteraria del XXI secolo.

A Palermo protagoniste due donne le cui firme hanno segnato la letteratura mondiale. 

Giuseppina Torregrossa, siciliana, tre figli, laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università La Sapienza di Roma, di professione ginecologa, Laurea magistrale Honoris Causa in “Italianistica” conferita dall’Università degli Studi di Palermo. 

Scrive romanzi di vita vissuta che sono stati tradotti in molte lingue. Sulla scena letteraria dal 2007 con il romanzo “L’assaggiatrice”.  Tra i tanti premi ricevuti ricordiamo il Premio Roma Donne e teatro nel 2008 e il Premio Città di Roma nel 2012.

Yanet Acosta è scrittrice, giornalista e professoressa universitaria. È autrice dei romanzi gialli Matar al padre (Alrevés, 2017), El Chef ha muerto (Amargord, 2011) e No hay trabajo bueno (Pul.so, 2013) e del libro di racconti illustrato Noches sin sexo (Adeshoras, 2014). 

Dottore in Scienze dell’Informazione presso l’Università Computense di Madrid e post-laurea presso la Columbia University di New York. 

Collabora come giornalista per la pubblicazione digitale Bonviveur, è docente in corsi di laurea e master dell’Università Rey Juan Carlos di Madrid e dirige il Master in Comunicazione Giornalismo Gastronomico The Foodie Studies. Ha appena ricevuto il primo Premio Nazionale di Giornalismo Gastronomico Álvaro Cunqueiro 2021.

Maria Pia Farinella, giornalista grazie soprattutto alla Spagna. Grazie agli studi e alla vita vissuta prima a Salamanca (Diploma en Filología Hispánica nel 1976) e, poi, a Madrid, dove ha lavorato come ricercatrice a fianco di Enrique Tierno Galván, intellettuale simbolo della Transizione spagnola e primo sindaco di Madrid eletto con libere elezioni nel ‘79. 

L’ingresso all’incontro è libero e consentito previa presentazione del Green pass (Certificazione verde Covid-19).

In allegato il dossier completo delle attività che si svolgeranno tra Milano, Roma, Napoli, Palermo e Stoccolma.

È possibile seguire le attività online nei rispettivi canali Youtube, Facebook, Twitter, Instagram e Ivoox dei relativi Istituti coinvolti.

Com. Stam.

15 recommended
comments icon0 comments
0 notes
175 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *