Sport

GOLF DP World Tour: sei azzurri in Spagna LPGA: Giulia Molinaro a Los Angeles

• Bookmarks: 10


Migliozzi, Laporta, Paratore, Bertasio, Pavan e Gagli impegnati a Tarragona nell’ISPS Handa Championship La proette veneta, dopo aver realizzato una “hole in one”, sarà in gara in California dove affronterà anche sette tra le migliori dieci proette al mondo LET in Australia con Virginia Elena Carta che insegue un risultato di prestigio a Bonville

Dopo un mese di stop, il DP World Tour torna protagonista con l’ “ISPS Handa Championship in Spain”. L’evento, in programma dal 21 al 24 aprile sull’Infinitum Lakes Course di Tarragona, vedrà in gara sei azzurri: Guido Migliozzi (che ha recentemente coronato il sogno di giocare il The Masters), Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Andrea Pavan e Lorenzo Gagli. Primo di due appuntamenti consecutivi in Spagna (dal 28 aprile al 1° maggio a Girona andrà invece in scena il Catalunya Championship), metterà in palio 2.000.000 di dollari. Field di livello a Tarragona, con gli azzurri che dovranno fare i conti con i tanti spagnoli in gara, che puntano a imporsi davanti al proprio pubblico. Da Adrian Otaegui a Pablo Larrazabal, da Nacho Elvira ad Adri Arnaus, da Jorge Campillo a Sebastian Garcia Rodriguez (cugino di Sergio). Hanno le carte in regola per recitare un ruolo da protagonisti anche i gemelli Hojgaard, Rasmus e Nicolai (vincitore del DS Automobiles 78° Open d’Italia). Con loro ecco poi i sudafricani Daniel Van Tonder, Wilco Nienaber e Hennie Du Plessis. E ancora: Bernd Wiesberger (primo austriaco a vincere l’Open d’Italia, nel 2019), il cinese Ashun Wu, i francesi Victor Perez e Antoine Rozner, gli scozzesi Connor Syme, Scott Jamieson, Stephen Gallacher, David Law e Craig Howie.

LPGA Tour, Giulia Molinaro a Los Angeles con 7 tra le migliori 10 proette al mondo – Nell’ultimo round del LOTTE Championship ha realizzato una “hole in one” da 123 yards prendendosi gli applausi alle Hawaii, dove ha chiuso il torneo al 56/o posto. E ora Giulia Molinaro, dal 21 al 24 aprile, sarà in California per disputare il DIO Implant LA Open. Al Wilshire Country Club di Los Angeles, la proette veneta affronterà, tra le altre, anche sette tra le migliori dieci al mondo. Dalla sudcoreana Jin Young Ko (regina mondiale), alla thailandese Atthaya Thitikul (quarta), passando per l’australiana Minjee Lee (quinta e vincitrice nel 2019). Senza dimenticare l’americana Danielle Kang (settima) e altre tre sudcoreane; Hyo Joo Kim (sesta e reduce dall’exploit al Lotte Championship), Inbee Park (nona) e Sei Young Kim (decima). A difendere il titolo sarà invece la canadese Brooke Mackenzie Henderson (undicesima nel world ranking). Tra le past winner anche la thailandese Morija Jutanugarn che, nel 2018, fece sua la prima edizione del torneo (che nel 2020 fu cancellata per Covid). Riflettori puntati quindi sulle statunitensi Jennifer Kupcho (che ha vinto il The Chevron Championship, primo Major femminile del 2022) e Jessica Korda. Chance pure per le danesi Emily Kristin Pedersen e Nanna Koerstz Madsen, l’inglese Georgia Hall, le giapponesi Nasa Hataoka, Yuka Saso e Hinako Shibuno, l’irlandese Leona Maguire, la tedesca Sophia Popov, la francese Celine Boutier, le messicane Gaby Lopez e Maria Fassi. L’evento garantirà un montepremi di 1.500.000 dollari.

LET in Australia, c’è Virginia Elena Carta – Dal LPGA Tour al Ladies European Tour che, dopo i due eventi “mixed” in Asia (organizzati in combinata con l’Asian Tour) sarà protagonista, sempre dal 21 al 24 aprile, con l’Australian Women’s Classic – Bonville. Al Bonville Golf Resort di Bonville (sulla costa nord del New South Wales), saranno 108 le giocatrici che si contenderanno un montepremi di 240.000 euro, tra queste anche un’azzurra: Virginia Elena Carta. Alla quinta gara del suo 2022, la 25enne nata a Milano ha fin qui collezionato un 18/o posto al Joburg Ladies Open (in Sudafrica) quale miglior risultato stagionale. E in Australia inseguirà un risultato di prestigio. Tante le pretendenti al titolo, tra queste le inglesi Lily May Humphreys, Meghan MacLaren e Alice Hewson, l’argentina Magdalena Simmermacher, la francese Lucie Malchirand (campionessa nel 2021 del Ladies Italian Open), la svedese Maja Stark (reduce dal secondo posto al Trust Golf Asian Mixes), la gallese Amy Boulden, la scozzese Gabrielle Macdonald, la tedesca Sarina Schmidt. Tra le proette australiane, puntano in alto Amy Walsh e Sarah Kemp. All’appello mancheranno invece tutte e tre le past winner del torneo: Stephanie Kyriacou (2020), Marianne Skarpnord (2019) e Celine Boutier (2018).

Com. Stam.

10 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
138 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.