Notizie

Grande successo per la giornata di studi “Dante tra Roma e Napoli” (ex infermeria Abbazia di Fossanova, 16 ottobre 2021)

• Bookmarks: 9


Si è svolta sabato 16 ottobre 2021 la giornata di studi Dante tra Roma e Napoli, organizzata dalla Compagnia dei Lepini con il patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante (Ministero della Cultura), della Regione Lazio, del Comune di Priverno e con la collaborazione di ARCO – Arti Contemporanee.

L’evento, animato da studiosi provenienti da università nazionali e internazionali, ha rappresentato un prezioso e partecipato momento di riflessione intorno al rapporto tra l’opera e la fortuna dantesca con i territori a sud di quelli tradizionalmente legati al Sommo Poeta. La mattinata, che ha visto anche la partecipazione degli alunni dell’istituto superiore “Teodosio Rossi” di Priverno e la collaborazione attiva degli studenti dell’istituto alberghiero “Pacifici e De Magistris” di Sezze, è stata aperta dai saluti istituzionali del Sindaco di Priverno Anna Maria Bilancia, dell’Assessore della Regione Lazio Enrica Onorati e del Presidente della Fondazione Roffredo Caetani Tommaso Agnoni, per poi proseguire, grazie alla moderazione del Presidente della Compagnia dei Lepini Quirino Briganti e del Prof. Rino Caputo, con gli interventi degli studiosi in programma: Paola Benigni (Università di Roma “Tor Vergata”) Paolo Rigo (Università di Roma Tre) Cristina Dusio (Università di Bolzano) Matthias Brügel (Università di Erlangen – Germania) e Maria Antonietta Garullo (Università di Roma “Tor Vergata”). A conclusione della giornata, dopo la pausa pranzo organizzata dalla comunità Slow Food per il turismo sostenibile dei Monti Lepini, si è svolta la tavola rotonda Fortuna, luoghi e persone del Meridione di Dante, animata dalle riflessioni della prof.ssa Florinda Nardi, del prof. Marco Ariani e del prof. Rino Caputo.

«Un evento di così elevato profilo – commenta Anna Maria Bilancia, Sindaco di Priverno – non poteva che svolgersi proprio a Fossanova, luogo che più di ogni altro rimanda al rapporto tra Dante e San Tommaso nonché crocevia fondamentale per le esperienze culturali medievali tra Roma e Napoli».

«Proprio in questo momento in cui stiamo uscendo dalla grave pandemia che ci ha travolti – afferma l’Assessore regionale Enrica Onorati – si sente ancora di più la necessità di celebrare l’anno dantesco e la Regione Lazio è attenta a supportare le iniziative della Compagnia dei Lepini e, in generale, tutte le iniziative meritevoli che muovono in tale ambito».

«Parlando di Dante tra Roma e Napoli – aggiunge Tommaso Agnoni, Presidente della Fondazione Roffredo Caetani – non possono non essere sottolineate le connessioni con i Caetani, a partire da Bonifacio VIII fino ad arrivare al dantista Michelangelo Caetani, ed è per questo che con piacere condividiamo l’importanza dell’iniziativa».

«Il successo dell’evento – concludono Quirino Briganti e Fabrizio Di Sauro, rispettivamente, Presidente e Direttore della Compagnia dei Lepini – conferma il ruolo chiave della Compagnia all’interno del Sistema Territoriale dei Musei, delle Biblioteche e degli Archivi storici dei Lepini, nonché per la tenuta e lo sviluppo del tessuto culturale dell’intera zona lepina».

Com. Stam./foto

relatori – Convegno -Dante tra Roma e Napoli-
sala – Convegno -Dante tra Roma e Napoli-
Slow Food – Convegno -Dante tra Roma e Napoli-
9 recommended
comments icon0 comments
0 notes
77 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *