Italia

Il Comando legione Carabinieri, traccia il bilancio di un anno di lavoro


Venerdì 5 giugno 2015 l’Arma dei Carabinieri celebrerà il 201° Annuale di Fondazione con una sobria cerimonia in Milano, nella storica caserma Montebello. Nell’occasione, il Comando Legione Carabinieri “Lombardia” traccia il bilancio di un anno di lavoro, condotto con il severo impegno di sempre e durante il quale è stata posta particolare attenzione sia alla c.d. “prossimità”, realizzata attraverso il capillare controllo del territorio, che all’attività prettamente repressiva, nella consapevolezza che l’Arma ha il dovere di fornire alla collettività sostegno, soccorso ed assistenza, ma soprattutto sicurezza, ponendosi quale principale interlocutrice tra cittadino e Stato (quasi 1 milione sono state le richieste d’intervento giunte al 112 NUE nell’ambito di tutta la Regione Lombardia), atteso che i reparti dipendenti hanno proceduto per circa il 72% dei reati perpetrati in Lombardia (oltre 508.000).

 

L’impegno profuso nell’ultimo periodo dagli oltre novemila militari della Legione ha consentito di proiettare sul territorio servizi preventivi per un totale di circa 5.100.000 ore (con un incremento del 4% rispetto all’anno precedente), di cui 130.000 svolte dai Carabinieri di Quartiere, denunciare all’A.G. 375.991 reati, identificare gli autori in 52.318 casi, trarre in arresto circa 10.000 persone e deferirne in s.l. ulteriori 54.402.

 

Significativa attenzione è stata posta:

  1. al contrasto della criminalità organizzata, sotto la direzione delle competenti Autorità Giudiziarie, con il sequestro di beni mobili ed immobili per un valore complessivo di oltre 12 milioni di euro, la cattura di pericolosi latitanti e l’esecuzione d’importanti operazioni finalizzate al contrasto dei tentativi d’infiltrazione mafiosa nei settori economici ed istituzionali, nonché alla repressione delle attività delittuose perpetrate da sodalizi, anche di origine straniera, radicatisi nel territorio;
  2. alle esigenze di sicurezza dei cittadini, profondendo un particolare impegno nelle attività preventive e repressive connesse ai reati di maggior allarme sociale ed a quelli predatori, recuperando oltre 20 milioni di euro di refurtiva e registrando un calo delle relative fattispecie criminose (-17,9% per quanto attiene agli omicidi volontari, -17,5% per le violenze sessuali, -4,3% per i furti, -10% per le rapine, -8,6% in tema di truffe, nonché rispettivamente -3,9% e -2,6% per furti e rapine in abitazione);
  3. all’attività antidroga, che ha portato all’arresto di circa 2.800 persone ed al sequestro di quasi 3 tonnellate di sostanze stupefacenti, condotta sia attraverso il costante contrasto alle attività di spaccio, specie nei pressi degli istituti scolastici e dei luoghi di aggregazione giovanile, che nei confronti di sodalizi delinquenziali dediti al traffico internazionale.

 

Al fine di garantire la sicurezza dello svolgimento dell’esposizione mondiale             EXPO2015–Milano è stato potenziato il dispositivo preposto al controllo del territorio con 700 Carabinieri e con l’attivazione di un presidio dell’Arma all’interno dell’area espositiva.

KKKKK
77 views
bookmark icon