Auto

International Rally Cup verso il Rally Città di Bassano: tutti contro il leader Bostjan Avbelj

• Bookmarks: 8


La situazione relativa alla classifica assoluta, redatta dopo il terzo appuntamento in programma – il Rally Internazionale Casentino – sorride al pilota sloveno, primo indiziato alla conquista del titolo 2022. Nicola Sartor comanda nell’IRC Challenge, confronto che preannuncia grande agonismo sulle strade dell’ultima manche.

Bedonia. È un biglietto da visita che preannuncia grande agonismo, quello presentato da International Rally Cup agli organizzatori del Rally Città di Bassano. Il terzo appuntamento del campionato promosso da IRC Sport in concerto con Pirelli, il Rally Internazionale Casentino, ha garantito alla manche conclusiva una situazione di classifica ben definita in ottica assoluta ma assolutamente aperta a possibili “scosse”, con l’evento di fine ottobre confermato decisivo per l’assegnazione del titolo 2022. A comandare la classifica generale è ancora lo sloveno Bostjan Avbelj, vincitore del Rally Internazionale Casentino su Skoda Fabia Rally2 Evo. Una situazione assolutamente favorevole, quella vantata dal leader nei confronti dei diretti avversari, chiamati ad una condotta aggressiva sulle strade di Bassano ed a sperare in un “passo falso” da parte del pilota di MS Munaretto. Ad alimentare le loro aspettative è il coefficiente maggiorato – 1.5 – assegnato al confronto conclusivo, con Luca Rossetti ad occupare la seconda posizione recriminando sull’uscita di strada costata il ritiro al Trofeo Maremma di aprile. La conquista del podio in “Casentino” ha permesso a Nicola Sartor di insediare la terza piazza della classifica provvisoria ed alimentare ambizioni di successo nella classifica dedicata all’IRC Challenge, contesto che sta vedendo il veneto al comando e che, a Bassano, coinvolgerà un lotto di piloti ancora in corsa per la conquista del titolo: Alberto Roveta, Michele Rovatti e Gianluca Tosi, terzetto che farà leva sul coefficiente maggiorato e su un gap dal leader che – nel caso del primo inseguitore Alberto Roveta – è quantificato in venti lunghezze. Una disamina che vede interessato anche Simone Goldoni, quinto tra le gerarchie di IRC Challenge.

Una situazione decisamente più incerta, quella appena analizzata, al contrario di quella evidenziata in termini assoluti, con Bostjan Avbelj “lanciato” verso la conquista del titolo su strade che lo hanno già assecondato: sua, la vittoria nella passata edizione del confronto organizzato da Bassano Rally Racing, quello che gli appassionati definiscono “il Mundialito del Nordest”. Con Luca Rossetti primo inseguitore e Nicola Sartor a godere della terza posizione del podio, la cornice conclusiva sarà valida opportunità per Andrea Nucita di chiudere definitivamente la sfortunata parentesi che lo ha visto uscire di scena al Rally Internazionale Casentino, a causa di un problema meccanico accusato dalla sua Skoda Fabia Rally2 Evo. Stesse motivazioni per il norvegese Mads Østberg, tra i piloti più attesi a Bassano ma, anch’egli, costretto alla resa della sua Citroën C3 Rally2 al Rally Internazionale Casentino. Confermata la leadership di Pierdomenico Fiorese e la sua Mitsubishi Lancer Evolution nel confronto relativo alle vetture N5/N4/R4/Rally3, con Gianluca Crippa e Paolo Olivo parti integranti di una sfida totalmente aperta a qualsiasi pronostico. 

La classifica dedicata al Trofeo Due Ruote Motrici Prestige vede comandare il pisano Mirco Straffi, autore di due primati su tre a disposizione. La sua Peugeot 208 Rally4 si trova al vertice della categoria, con il primo inseguitore – Lorenzo Grani – costretto a guardarsi le spalle dall’avanzata di Giacomo Guglielmini, terza forza di un confronto di grandi contenuti che vede, come quarta miglior espressione Emanuele Danesi, una delle rivelazioni del campionato. Alle spalle del driver pistoiese, in quinta piazza, si trova l’esperto Davide Gatti, vincitore della manche al Rally Internazionale del Taro. Grande incertezza nella classifica di “R2B”, con Daniele Silvestri leader ma costretto a guardarsi bene le spalle da Alberto Branche – vincitore in Casentino – e Gabriel Di Pietro, chiamato a guadagnare campo dopo lo sfortunato ritiro ambientato a Bibbiena. Ben definita la situazione in classifica proposta dal Trofeo Sport, con Christian Buccino e la sua Honda Civic leader con ampio margine. Alle sue spalle, però, cercheranno punti fondamentali per congedarsi dalla kermesse nel miglior modo possibile Fabio Oppici e Fabio Breglia: solo undici, i punti di distacco tra i due inseguitori. Una categoria che promette scintille a Bassano, con Davide Scarso e Stefano Ferrarini attesi alla miglior espressione sulle loro Renault Clio RS.

Accesa, la lotta tra gli Under 25: Mattia Ricciu (Peugeot 208 Rally4) si trova adesso al comando, con Gabriel Di Pietro costretto a contare tredici punti di ritardo sulla Peugeot 208 R2B ritirata sulle prove del Rally Internazionale Casentino. Un forfait costato la testa della classifica e che, al momento, vede il giovane driver nella condizione di rincorrere affiancato da Michele Bormolini, essendo entrambi accomunati dal medesimo punteggio. Il Rally Città di Bassano chiuderà la programmazione 2022 di International Rally Cup, chiamando alla sfida anche i team interessati nella lotta al titolo: PA Racing cercherà di confermare la leadership maturata, facendo leva su un vantaggio ben marcato nei confronti dei campioni in carica di MS Munaretto, con Balbosca atteso sull’asfalto dell’appuntamento conclusivo nelle vesti di terza miglior squadra.  

Classifiche complete su http://www.ircup.it

Com. Stam./foto

8 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
79 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.