Musica

Intervista al cantautore Calvino

• Bookmarks: 8


Calvino è il progetto musicale che ha segnato l’underground milanese che sta per tornare con un nuovo album dopo cinque anni di assenza.

Venerdì 22 gennaio è uscito il nuovo singolo dal titolo E tu, un nuovo capitolo di cui abbiamo deciso di parlare con Niccolò Lavelli, leader del progetto.

  1. Esistono ancora i cantautori, come li intendevamo ai tempi di Dalla, Vecchioni etc…?

Non saprei rispondere anche se penso di sì, sicuramente esistono ancora le canzoni.

  1. Che cosa rappresentavano gli elefanti nel tuo disco d’esordio? E adesso come sarà il tuo nuovo album? I due lavori sono in connessione tra di loro?

Gli elefanti erano la materializzazione del caos interiore nel mondo esterno, un’invasione di cose troppo pesanti per restare dentro che esplodono e occupano le tangenziali bloccandone il traffico. Il prossimo disco è un movimento di ritorno, gli elefanti si sono addormentati e vengono risucchiati di nuovo all’interno, la marea si inverte.

  1. Ascoltando E tu ci si rende conto quanto in realtà la comunicazione sia assente dalle normali relazioni quotidiane, magari anche con la persona che si ama. Come mai secondo te?    

Penso che E tu si fermi ad un punto ancora precedente, la comunicazione si ferma, ancora prima che con la persona che si ama, con diverse parti di noi che non si vogliono parlare l’una all’altra.

  1. Si tratta di un brano autobiografico?      

Sicuramente si, cerco di partire sempre da pezzi della mia vita per poter raccontare qualcosa di autentico.

  1. Quanto ti mancano i live e come sta andando la situazione a Milano?

Mi mancano moltissimo, nel nostro percorso di band i concerti sono sempre stati una parte fondamentale e senza ci manca l’aria. Come dappertutto a Milano la situazione è difficile, tanti locali nei quali abbiamo suonato per anni hanno chiuso e la ripartenza non sembra nemmeno all’orizzonte. Il contrasto con la rinascita della città degli ultimi 5/6 anni è impietoso.

  1. Propositi per l’anno nuovo?

Tornare a suonare dal vivo, in qualche modo, da qualche parte.

Com. Stam.


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66
8 recommended
comments icon0 comments
0 notes
101 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *