Musica

Intervista al cantautore e chitarrista “Gabriele Pirillo”

• Bookmarks: 11


Di cosa parla Mi chiedevo se?

il testo parla di due persone che non riescono a realizzare la fine di una storia, che cadono negli stessi errori perché convinti di poter ritrovare un equilibrio. È la storia di un amore confuso in cui non è più chiaro cosa sia giusto e cosa sia sbagliato, in cui a tratti sembra tutto nitido e all’improvviso si ci rende conto di non aver capito niente.

Si tratta di un brano autobiografico?

Il testo deriva da un’esperienza personale, Io scrivo una canzone solo quando qualcosa mi ha scosso davvero, e questo succede pochissime volte

Come nasce la tua collaborazione con Fabio Rizzo? In che modo ti ha influenzato?

Durante il lockdown ho registrato il mio primo “mini ep” a casa, chitarra e voce, si chiama Francesca. Avevo queste registrazioni sul computer e ho chiesto a Fabio di mixarle, editarle e masterizzarle per renderle decenti e un po’ più professionali ahaha

Da quel momento io e Fabio ci siamo sentiti e l’estate scorsa mi  ha chiesto di entrare nel roster di 800a records, la sua etichetta. E io sono felicissimo di farne parte.

Come è iniziato il tuo contatto con la musica? E quando hai capito che avrebbe fatto parte del tuo percorso?

Quando avevo 14/15 anni facevo parte di una band come chitarrista. Rispettai quel ruolo per un paio di anni senza mai rivelare a nessuno che scrivessi canzoni. Pian piano queste canzoni si stavano accumulando e ,non so bene per quale meccanismo, un artista sente sempre il bisogno di rendere pubblici i propri brani come se dovesse liberarsi di un peso, a costo di combattere con la propria timidezza. Così a 18 anni ho posato la chitarra, ho preso lezioni di canto e ho iniziato a cercare dei musicisti che volessero portare avanti con me questo progetto. Solo adesso, che ho 22 anni, tutto questo ha preso una forma definitiva! Le canzoni che pubblico come “nuove” per me molto spesso sono canzoni vecchissime che mi sono tenuto dentro per tantissimo tempo.

Prossimi step?

Mi piacerebbe tantissimo fare un album, una decina di brani. È bello fare uscire un singolo ma per me è importante anche ascoltarlo in un contesto creato da altre canzoni, per dare una chiave di lettura completa all’ascoltatore.

Poi mi piacerebbe fare dei live, ci tengo molto a portare dal vivo la mia musica cercando di coinvolgere il pubblico il più possibile.

Com. Stam.


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66
11 recommended
comments icon0 comments
0 notes
91 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *