Musica

Intervista al cantautore “TAVO”

• Bookmarks: 7


  • Come sta l’Indie italiano ora e ne sei un fiero rappresentante?

 Nell’indie mi ci sono ritrovato. I primi articoli che mi hanno recensito mi hanno contestualizzato in questo genere/non genere. E di questo ne sono felice.

Mi spiego meglio:

Credo che l’indie abbia permesso all’ascoltatore di fruire della musica senza compartimenti stagni o pregiudizi sul genere. Prima c’erano i rockettari, i metallari, quelli che ascoltavano house e così via con rap, cantautorato…

Oggi buona parte di questi generi si possono ritrovare nell’eterogeneità degli artisti indie.

L’indie ora sta esattamente come sta la musica. Male da tempo.

  • Cosa ti manca di più della normalità?

Se ti dicessi i concerti sarei sincero, ma anche scontato.

Perciò sai che ti dico?!

Una bella partita a scopa al bar!

  • Per te il bisogno di scrivere è improvviso o organizzato?

Con il covid ho scoperto che la mia musica non nasce quando vivo un periodo estremamente felice o triste.

Ho la necessita che il sopracitato periodo sia passato.

Ho bisogno di calma. Devo vedere gli eventi e le situazioni come un quadro appeso al muro.

– Sei pronto per il 2021?

Sono pronto dal 2020. Sto letteralmente “covando” prontezza.

Tra un po’ con tutta questa preparazione posso iscrivermi alle olimpiadi.

Com. Stam.


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86
7 recommended
comments icon0 comments
0 notes
124 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *