Musica

Intervista con Emotu

• Bookmarks: 12


Dal 6 maggio 2022 è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali “Mar Turchese” il nuovo singolo degli EMOTU.

Il “Mar Turchese” è quel mare limpido a sud della Turchia, la cui costa prende il nome dal colore dei riflessi e delle trasparenze di quelle acque. Come è questo mare, dovrebbe essere l’amore universale, compreso quello “differente”, scomodo, contestato, schernito da quella parte di società che superficialmente lo considera ancora oggi in qualche modo sbagliato. La canzone poggia su metafore e significati atti un po’ a provocare la sensibilità collettiva, invitandola all’evoluzione verso un pensiero più moderno di idea sull’amore.

Ciao e grazie per essere qui con noi oggi. Avete voglia di raccontarci chi siete quando non siete impegnati come band? Come passate le giornate, cosa vi piace fare nel tempo libero?

Ciao! Grazie a voi per averci offerto questa chiacchierata!

Bella domanda! Siamo 4 matti che ne facciamo di tutti i colori! Barny ed Alessandro (il bassista ed il chitarrista) sono musicisti di professione e quando non suonano, SUONANO! Davvero, hanno tanti progetti: insegnamento, Barny (Daniele Bagni) è impegnato in diversi spettacoli musicali in teatro, Alessandro (Paolicelli) fa anche trascrizioni sul web, Jenny (Ferrari) la nostra batterista oltre che avere anche lei altri progetti musicali si dedica al teatro, alla ginnastica ritmica, insegna fitness…insomma è esplosiva! Maxx (Rivara) il cantante, ha due soli progetti musicali, gli Emotu appunto e un suo spazio solista, mentre mentre al di là della musica si occupa di engeneering, tecnologie e ha una passione sfrenata per le auto e moto d’epoca che oltretutto colleziona.

Quanto c’è di personale nel vostro singolo “Mar Turchese”? In che modo questo pezzo vi rappresenta?

Mar Turchese non è un brano né autobiografico, né rappresenta qualcosa di personale, tuttavia rappresenta un’idea forte che sentiamo nel voler comunicare che l’amore va rispettato in tutte le sue manifestazioni, anche quelle meno comuni, un’idea quindi che deve diventare più moderna ed intelligente da parte della società, soprattutto quella parte di società ancora ferma al pregiudizio.

Come è stata la lavorazione del brano?

Le linee dei brani le scrive Maxx in forma sintetica (elettronica), poi insieme vengono arrangiati con gli strumenti del rock ed infine Barny li corregge e ne confeziona una sorta di pre-produzione, una volta che abbiamo deciso tutte le tracce, i suoni e la struttura andiamo in studio di registrazione e completiamo l’opera reincidendo tutto quanto, l’ultimo atto è la post-produzione che realizziamo con i fonici dello studio.

Che cosa ne pensate dei talent-show?

Non tanto bene, purtroppo è un fenomeno che ha modificato il mercato discografico e lo ha indirizzato troppo verso la ricerca della performance a discapito della creatività, sono fucine di talentuosi performer con il solo merito di invogliare i giovani a imitarne le gesta, questo non aiuta le nuove generazioni, ci piacerebbe vedere più giovani che provano a strimpellare con la chitarra nuove melodie nella loro cameretta piuttosto che questo preoccupante uniformarsi nel voler diventare il nuovo fenomeno talent.

Prossimi progetti?

Fra un paio di mesetti uscirà un nuovo singolo e videoclip in concomitanza con l’uscita dell’album, quest’ultimo si chiamerà “L’Evoluzione”, verrà distribuito in tutti i digital store, ma anche in formato fisico, CD e Vinile, in seguito organizzeremo un minitour di promozione live del nostro nuovo lavoro.

Com. Stam.

12 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
141 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.