Musica

Intervista  con i Tothem

• Bookmarks: 15


Dal 10 giugno 2022  disponibile in rotazione radiofonica e in digitale “Celebrate” (Astralmusic), il nuovo singolo dei Tothem. Il brano è stato presentato a “Una Voce per San Marino”. “Celebrate” vuole celebrare la vita in tutte le sue forme.

Il ritornello è un inno sfrenato al vivere la vita e al celebrarla nella sua forma più vivida e aperta verso l’esperienza e l’esercizio della propria libertà: essere “fatti” non significa essere intorpiditi da sostanze stupefacenti, ma essere inebriati dalla vita stessa. “Celebrate” è la sintesi della ricerca del benessere e dell’autenticità.  Il filtro, il visore, gli occhiali con cui guardiamo il mondo sono solo lo schermo che ci allontana dalla realtà per quello che puramente è. “Let’s Celebrate this life of mine!”.

Come sempre, eravamo curiosi e abbiamo fatto loro qualche domanda.

– Che cosa vi sentite di celebrare in questo 2022 dove tutto sembra ricominciare? 

Il ritorno “alla vita” senza dubbio in tutte le sue forme e, nel caso specifico, anche quello di vivere la musica dal vivo e i luoghi di aggregazione. 

– A chi si trova nella condizione di non riuscire a trovare nulla da celebrare, cosa potete consigliare a riguardo? 

Sembrerà scontato ma consiglieremmo di non mollare mai. Che le difficoltà a volte sembrano ostacoli invalicabili ma, in fondo, c’è sempre una via pronta da percorrere per risollevarsi 

– Come avete sfruttato il tempo in più concesso dalla quarantena?

Avevamo un disco “Rise” in uscita, un tour all’estero pronto e il release party a Roma. Puoi immaginare quanto sia stata dura rinunciare (anche se temporaneamente) a tutto questo. Non ci siamo persi d’animo, eravamo e siamo convinti di quello che facciamo…avevamo solo bisogno di resistere e attendere che quel periodo così duro passasse. Tenere unita una band in un contesto simile è davvero difficile, possiamo dire di essere stati bravi…ci siamo riusciti.

– I Maneskin hanno cambiato qualcosa nel rapporto che hanno i ragazzi con il rock e la musica dal vivo?

Hanno certamente ridato entusiasmo all’ambiente “Rock” e avvicinato un pubblico giovane a questo genere. Di solito il rapporto con le giovani generazioni (dischi, live ecc.) lo creano i padri, i fratelli maggiori, cugini ecc. trasmettendo la passione per il Rock con le band dagli anni 70 fino agli inizi del 2000. Oppure attraverso YouTube. Pensiamo restino questi i veicoli principali. 

– Avete mai affrontato dei cambi di formazione da quando avete iniziato? Com’è andata?

Una band così longeva difficilmente riesce a restare sempre la stessa in termini di formazione. Nel corso degli anni abbiamo avuto la fortuna e il piacere di suonare con splendidi musicisti e soprattutto amici. Non ti nascondiamo che speriamo di restare così come siamo a lungo, siamo un gruppo molto unito e pensiamo di poter dare molto.

Com. Stam./foto

15 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
131 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.