Mondo

La Turchia censura e ricatta internet


Un tribunale turco ha chiesto a Google di ritirare dal web le foto di Mehmet Selim Kiraz, il procuratore preso in ostaggio la scorsa settimana dagli estremisti del Dhkp-C, se non vuole essere bloccato in Turchia. È quanto accaduto in Turchia questa notte. Il blocco si è esteso anche a Facebook, Twitter e Youtube. Forte la denuncia della stampa Indipendente Turca, che denuncia il governo di Erdogan alla comunità Iternazionale parlando di “Censura Gigantesca” e “democrazia Dimezzata. la Turchia del presidente islamico Recep Tayyip Erdogn ha imposto “il maggiore black-out finora delle reti sociali”. Birgun avverte che in vista delle cruciali elezioni politiche del sette giugno il paese si avvia verso “il caos e la censura”, Yurt titola “gigantesca censura”, e Taraf rileva che come aveva promesso Erdogan l’anno scorso Ankara “sradica twitter”. In parallelo sette quotidiani turchi critici con il governo islamico sono stati incriminati per presunta “propaganda per un gruppo terroristico” per avere pubblicato la foto.

KKKKK
80 views
bookmark icon