Notizie

L’ADA di Palermo sempre più vicina ai soggetti fragili

• Bookmarks: 14


I giovani protagonisti del progetto “Time to care”, esempio virtuoso di welfare leggero Sostegno e promozione dell’inclusione sociale delle persone anziane, con particolare attenzione rivolta al tema dell’invecchiamento attivo.

Questa l’attività che vedrà impegnati a Palermo gli undici giovani coinvolti nel progetto “Time to care”. Per loro, la possibilità di operare nel territorio attraverso azioni di notevole rilevanza sociale.
Un esempio concreto di welfare leggero e molto utile : grazie al progetto, l’Associazione per i Diritti degli Anziani di Palermo, che opera da molti anni nel territorio, ha la possibilità di integrare e ampliare il lavoro di sostegno concreto e tangibile alla terza età già svolto nel tempo.

Al centro dell’attenzione, inoltre, anche il tema del dialogo e dello scambio intergenerazionale: uno dei cavalli di battaglia dell’Associazione per i Diritti degli Anziani.
“Time to care” è, dunque, una opportunità che ora si arricchisce di ulteriori spunti di riflessione e scambi, anche grazie al Dipartimento per le Politiche Giovanili, al Servizio Civile Universale e al Dipartimento per le Politiche della Famiglia.

I volontari coinvolti nel progetto “Time to care” saranno parte attiva di una serie di iniziative che vedono al centro l’attività di assistenza a domicilio e a distanza.
Un “welfare” leggero ma molto efficace che parte dalla quotidianità: per esempio, dal disbrigo di piccole faccende a beneficio di soggetti bisognosi e anziani.
Il numero verde 800822553 si occuperà di accogliere le richieste.

Consegna della spesa, acquisto dei farmaci, contatti con i medici di base.
E ancora, pagamento delle bollette, consegna a domicilio di beni di necessità, libri, giornali, preparazione dei pasti.

Non meno importante e significativa l’assistenza da remoto, anche attraverso contatti telefonici dedicati all’ascolto e al conforto per chi sperimenta solitudine e disagi.

Disponibili anche servizi informativi fruibili online.

I giovani si apprestano dunque a essere una risorsa culturale e umana sempre più importante per il territorio e per le categorie più vulnerabili.
Anche in considerazione della loro fragilità nella fase di emergenza sanitaria in atto.

Com. Stam.

14 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
101 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.