Notizie

L’impegno di Anna Maria Di Falco nella Rete Civica della Salute di Catania solidarietà, volontariato e formazione al fianco delle giovani generazioni

• Bookmarks: 4


Catania – Nel 2014 ha fondato l’associazione culturale G. Turrisi Colonna che, dalla sua sede a Catania, opera a livello nazionale nei campi dell’istruzione e della cultura.

Dedicata ad affiancare i giovani meritevoli con difficoltà economiche, l’associazione ha assegnato, tramite bando annuale e graduatoria pubblica, 85 borse di studio (di € 300,00 e € 400,00) a studenti eccellenti dell’ultimo anno della secondaria di primo e di secondo grado e si fonda sulla collaborazione di circa 200 soci, tra fondatori, ordinari, onorari, e oltre mille simpatizzanti, amici, sostenitori, che danno il proprio aiuto organizzando concerti, conferenze, presentazioni di libri, convegni, seminari, cene, mostre di pittura, gite, il Premio Letterario Nazionale Federico De Roberto, oppure donano un contributo in denaro e partecipano alle attività sociali.

Di questa realtà associativa Anna Maria Di Falco è – fondatamente – orgogliosa. Oggi, da dirigente scolastica dell’Istituto Polivalente Valdisavoia, è una delle anime anche del percorso formativo che si realizza nella scuola in collaborazione con la Rete Civica della Salute (RCS). «Ho avuto modo di conoscere la Rete tramite una mia amica – spiega – la quale mi ha proposto di coinvolgere gli studenti dell’ultimo anno della secondaria di secondo grado attraverso i Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento, ex Alternanza scuola-lavoro. Il primo risultato è stato il corso che promuove tra i nostri studenti il ruolo di “catalizzatori” di empowerment nel settore della Salute, a partire da una formazione mirata».

Ma non è tutto. Anna Maria Di Falco, infatti, ha deciso di impegnarsi anche in prima persona, ed è da poco diventata Riferimento Civico della Salute. Una nuova “avventura” che si aggiunge, e in qualche modo completa, quelle già messe in campo. «Mi aspetto di poter conoscere sempre meglio le attività della Rete per apprezzarne sempre di più il valore civico. E spero di poter dare un contributo di partecipazione consapevole, anche attraverso la sensibilizzazione dei giovani».

Neanche a dirlo, l’impegno per la RCS ha assunto fin da subito un rilievo particolare. «Come ha detto il coordinatore della RCS, il prof. Pieremilio Vasta – spiega Di Falco – l’alleanza con i giovani è strategica e irrinunciabile, anzitutto nel settore della salute, “bene comune” per eccellenza, che è diritto di tutti e che si può realizzare solo con l’impegno di tutti».

La fondazione della Onlus Turrisi Colonna, «che porta, solo ed esclusivamente per una questione affettiva, la stessa denominazione del liceo che dirigevo fino a due anni fa» è una delle esperienze che Anna Maria Di Falco porta con sé come “patrimonio morale” anche in questo nuovo ruolo nella Rete Civica della Salute, assieme alle collaborazioni realizzate negli anni con scuole di Germania, Francia, Austria, Malta, Slovacchia, Ungheria, Lituania, con le scuole di eccellenza della Tunisia e con il Bounrville College di Birmingham e assieme al contributo dato nel campo della formazione in servizio a docenti e dirigenti di ogni ordine e grado a livello nazionale sia come formatore presso la Redazione “La Tecnica della scuola” sia come dirigente di una delle tre Scuole Polo Nazionali individuate dal Ministero per la formazione in servizio. A motivarla nel suo impegno, però, sono soprattutto «i sorrisi negli occhi dei ragazzi che ogni anno ricevono la borsa di studio durante la cerimonia che emblematicamente abbiamo voluto denominare ValorizziAmo Eccellenze e il senso di appagamento provato ogni volta che ho contribuito, anche in piccola parte, a rimettere in carreggiata uno studente, a supportarlo nei momenti di scoraggiamento, a essere al suo fianco controcorrente».

Per lei, dunque, operare come Riferimento Civico della Salute è mettere insieme la volontà di stare dalla parte dei giovani e di trasmettere loro il senso di una cittadinanza da vivere come soggetto attivo, come protagonista, con la consapevolezza della corresponsabilità. «Tutti principi che si rivelano ogni giorno più importanti e sono sempre attuali, perché stanno alla base di un modo di dispiegare la propria esistenza».

Com. Stam.


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86
4 recommended
comments icon0 comments
0 notes
67 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *