Libri

Lo “Scordabolario”, ora è un libro

• Bookmarks: 14


Palermo –  La sera del 19 ottobre 2018, presso il Supercinema Multisala di Bagheria, particolarmente affollato, l’Ass. Culturale “La Scintilla”, diretta dal Dr. Angelo Di Salvo, inaugurava la prima “Rassegna Teatrale Città di Bagheria” con la presenza del brillante attore Salvo Piparo che, per mimica e dialettica, molti ravvisano in lui il compianto cabarettista Giorgio Li Bassi (ma, personalmente, lo considero degno erede del cuntastorie Peppino Celano che, da piccolo, ammiravo a Villa Bonanno mentre raccontava le gesta di Orlando, i paladini e Garibaldi, impugnando spesso una spada o un bastone).

Piparo ha divertito il pubblico riproponendo lo “Scordabolario” che “come dice la palora –evidenzia l’attore– è il vocabolario delle palore palermitane scordate, dove la scordanza, altrove, è riferita alla chiave di violino o piano che si scorda… ma, solo da noi, scordare, è dimenticare!” Poi, secondo il gioco della recitazione guittesca, tra battutine ed ammiccamenti, il simpatico Piparo ha letteralmente coinvolto gli spettatori, continuando a scherzare, tra nostalgia e ironia, con parole palemitane dimenticate o quasi, coadiuvato dal percussionista Michele Piccione. Da alcuni giorni “Lo Scordabolario” è anche un libro, scritto dallo stesso Piparo ed edito da Dario Flaccovio; possiamo definirlo un’originale dizionario delle parole perdute che trasforma il significato antico delle parole per presentarle in un linguaggio moderno e, al tempo stesso, imparare un po’ della storia siciliana.  Franco Verruso

CS

14 recommended
comments icon0 comments
0 notes
318 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *