Auto

MONDIALE DI CALCIO AL VIA IN INVERNO

• Bookmarks: 11


È tutto vero, il primo mondiale invernale della storia ha avuto inizio.

Come d’abitudine, nella prima partita disputata, uno degli sfidanti è stata la squadra di casa: il Qatar.

A prescindere dalla situazione temporale di questa competizione, ovvero l’inverno, a fare scalpore è proprio il paese ospitante.

In un calcio sempre più dominato dal denaro, svolgere il torneo più poetico dello sport nella casa degli sceicchi, non ha fatto altro che alimentare polemiche.

È però proprio in una situazione sotto il punto di vista umanitario e sportivo discutibile, che i tifosi attendevano con ansia questo appuntamento.

Di fatto, calcisticamente parlando, non sarà un mondiale come tutti gli altri, ma bensì, probabilmente, l’ultimo mondiale di 2 dei giocatori più forti di sempre, Messi e Ronaldo.

Entrambi, dopo aver vinto tutto, hanno un sogno in comune, quello di portare la gloria nei propri paesi, l’Argentina per la “pulce” e il Portogallo invece per “CR7”.

Come ormai tutti sanno, l’Italia non ne farà parte, così come altri team di spessore, passando dalla Turchia in Europa, all’Egitto Colombia in Africa e Sudamerica.

Il palcoscenico sarà dunque privo di giocatori determinanti nei propri campionati: quello inglese, con Haaland e Salah, e italiani, con Osimhen e Calhanoglu.

A questi grandi assenti si aggiungono inoltre mancate convocazioni, soprattutto per motivi fisici come nel caso del pallone d’oro Karim Benzema. Quest’ultimo si aggrega ad altri guai per i francesi, con l’assenza di protagonisti dell’ultimo mondiale come Kanté e Pogba.

Gli infortuni hanno stroncato il sogno anche di leader della propria nazionale come il senegalese Mané, il giallorosso olandese Wijnaldum e inoltre il tedesco Reus.

Nonostante tutto, a questo mondiale i top player non mancheranno, e questi avranno la possibilità di mettersi in mostra nei gironi, avviati ieri con la vittoria dell’Ecuador sul Qatar, e che termineranno il 2 di dicembre.

Sarà poi dal 3 al 13 che si svolgeranno ottavi, quarti e semifinali, momenti delicati per le squadre affamate di finale, che sarà invece solo il 18 di dicembre.

È dunque così che si presenta il Mondiale del 2022, colmo di sorprese e novità, che presumibilmente condurranno al tanto spettacolo, che solo questa competizione sa regalare.

di Roberto Di Cesare

https://youtu.be/NmCJEC-s_qU
11 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
68 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.