Sport

Mondiali di Roccaraso: esordio super per gli azzurri che battono la Francia

• Bookmarks: 7


L’Italia maschile parte subito con il piede giusto e conquista tre punti importantissimi contro i transalpini. Una vittoria che mancava dal 2014.

Al via la seconda settimana di gare: dopo gli allenamenti di ieri, la classica prova pista, le squadre senior maschili tagliano il nastro innaugurale. C’è trepidante attesa e tanta curiosità di vedere come si sono preparate le varie formazioni presenti a Roccaraso.
Al Pala Bolino c’è ancora profumo di festa: solo 48 ore fa la Francia, con la sua rappresentativa femminile, aveva alzato al cielo la coppa del mondo.
Ieri è toccato agli uomini, ora la scena è tutta per loro e sul programma spiccava la gara numero 7 del tabellone proprio tra la Francia e l’Italia. Non una gara qualunque, potremmo quasi definirlo un super classico, un’incontro con i cugini d’oltralpe che ogni volta infiamma animi e pista.
Subito una chiamata importante per gli azzurri del CT Rigoni che dovevano iniziare dando tutto e dimostrare di essere all’altezza degli storici avversari. 
L’Italia si presenta all’appuntamento con le statistiche a sfavore. Non si vince uno scontro diretto contro i “bleu” dal lontano 2014. Tanto, troppo tempo. L’ultima volta le due formazioni si erano incontrate ai WRG di Barcellona nel 2019 (ultimo mondiale prima della maledetta pausa causata dalla critica situazione sanitaria) ed i francesi si imposero per 5-4 all’over time.
Non c’è tempo però di pensare, di fare i calcoli e sfogliare fogli pieni di numeri: è tempo di agire!

Le squadre prendono posto, si organizzano dopo aver cantato gli inni, tutti sono pronti ad assistere allo spettacolo e Lettera non dà tempo a nessuno di rilassarsi perché tra l’ingaggio e la conclusione in rete trascorrono solo 13”. Italia in vantaggio. Non sembra vero, quasi si fatica a realizzare, ma quella stoccata a freddo è il preludio di una gara fantastica. La squadra capitanata da Vendrame, appena rientrato a giocare in Italia dopo la parentesi francese con il Rethel, gioca con intelligenza e non esagera. Questo vantaggio è prezioso, non può essere sprecato, anzi bisogna difenderlo con i denti. In pista c’è grande spettacolo, azioni e continui capovolgimenti di fronte strappano applausi ai presenti in tribuna, ma il tifo ovviamente è per la squadra di casa.
L’intervallo si avvicina come l’occasione giusta per affondare il colpo. La Francia commette fallo, un’occasione che deve essere sfruttata a pieno, Delfino lo sa benissimo e non spreca l’imbeccata di Lettera fulminando da posizione angolata il portiere avversario.
Si va a riposo con la consapevolezza di avere il “coltello dalla parte del manico”. Al rientro bisognerà gestire al meglio il raddoppio e la mente. Di fronte c’è una formazione che non scherza e un qualsiasi passo falso potrebbe compromettere tutto.

Tornando in pista l’attenzione è massima, ci si aspetta una fiammata della Francia ma sono ancora loro a sbagliare ed a regalare nuovamente una situazione di superiorità agli azzurri che no, stavolta non voglio sprecare nulla, e capitalizzano nuovamente con Lettera
In campo si vede sempre più Italia, gli azzurri sono padroni del gioco e sembrano dei giganti. La squadra gira a tre linee, compresi i più giovani come Lorenzo Campulla -classe 2005 al suo primo mondiale senior- , sinonimo che nel gruppo c’è tranquillità e fiducia verso ogni componente.
I minuti passano ed i francesi forzano per tornare in carreggiata, ma invece di trovare la via del gol si lasciano trasportare dal nervosismo e in pista non si risparmiano colpi. A farne le spese è Lettera -mattatore della serata- che rimedia un colpo al naso fortunatamente senza gravi conseguente, ma anche 5’ di superiorità numerica da regalare ai suoi compagni. Gli azzurri non sanno come ringraziare, è la loro serata, è passato troppo da quel 2014, e le statistiche vanno aggiornate. A mettere in cassaforte il risultato ci pensa chi dalla Francia c’è appena tornato: capitan Vendrame.

I minuti finali sono una passerella per l’Italia, poco importa se gli avversari riescono a tre minuti dal termine a violare la porta difesa egregiamente da un immenso Mai, non sarà questo episodio a rovinare la serata degli azzurri. Finale 4-1
Un’esordio fantastico, non si poteva chiedere di meglio: una presentazione che tutti noi ricorderemo a lungo ma anche se l’entusiasmo è volato alle stelle vogliamo mantenere i piedi ben saldi a terra. Un mondiale va vissuto gara dopo gara e dopo aver giustamente e meritatamente festeggiato bisogna pensare già alla gara di stasera (ore 19:00) contro un’altra big come il Canada.

COME SEGUIRE I MONDIALI. Copertura totale garantita da FISR e World Skate sui rispettivi canali social. 

Dirette streaming di tutti gli incontri su World Skate Tv . 

IL MONDIALE MASCHILE

Girone A: Rep. Ceca 3 punti, Spagna 3 punti, Colombia 0 punti, Svizzera 0 punti

Girone B: Italia 3 punti, Canada 3 punti, Francia 0 punti , Slovacchia 0 punti

Girone C: Lettonia 3 punti, Messico 3 punti, Chinese Taipei 0 punti, Polonia 0 punti

Girone D: Nanibia 3 punti, Argentina 3 punti, Germania 0 punti, India 0 punti

I Risultati di ieri martedì 14 settembre:

Lettonia vs Polonia 12-2

Namibia vs India 20-0

Germania vs Argentina 0-3

Chinese Taipei vs Messico 1-2

Canada vs Slovacchia 6-3

Rep. Ceca vs Colombia 3-0

Francia vs Italia 1-4

Spagna vs Svizzera 5-1

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/38QxFWS

Web TV:  https://bit.ly/3ysIwlc o  Youtube 

Su Fisr.ithttps://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

foto Vanessa Zenobini

Com. Stam.

 

7 recommended
comments icon0 comments
0 notes
92 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *