Rubrica

Omaggio a Cura dell’Accademia delle Prefi a Nicoletta Orsomando regina delle “Signorine Buonasera”

• Bookmarks: 14


E’ morta Nicoletta Orsomando, regina delle ‘Signorine Buonasera’ Addio a 92 anni alla storica annunciatrice Rai

La Orsomando, la più famosa delle ‘signorine buonasera’. Si è spenta in ospedale a Roma dopo una breve malattia.

Lo rende noto la famiglia.  I funerali si terranno nella chiesa di Santa Maria in Trastevere lunedì prossimo alle 10.15. La televisione nelle case degli italiani era ancora cosa rara tanto che i genitori per poter vedere il suo primo annuncio andarono in un negozio di elettrodomestici. Era l’ottobre 1953 e la televisione cominciava le sue trasmissioni con lei. Era nata a Casapulla (Caserta) l’11 gennaio del 1929. Per 40 anni è entrata ogni giorno nelle nostre case con quel garbo e quella gentilezza che l’hanno caratterizzata e che facevano parte di una tv che non c’è più.
Per i suoi 90 anni Orsomando era stata visitata dalle sue ex colleghe che le avevano portato una torta per festeggiarla: Gabriella Farinon, Paola Perissi, Rosanna Vaudetti, Maria Giovanna Elmi, Aba Cercato.

Pippo Baudo commosso ha commentato: la Orsomando “era una vestale del teleschermo”. “Lei è stata la prima annunciatrice, era una donna molto dolce, molto semplice, una vera amica dello schermo”, ha spiegato Baudo, che vive in una casa che era appartenuta a uno zio della Orsomando. “Lei mi disse che lo zio, un musicista dell’Accademia di Santa Cecilia, andava in pensione e voleva vendere la casa che non gli serviva più. Io la vidi, mi piacque e la comprai, e adesso ci abito ancora”. Sulle Signorine Buonasera ricorda: “Le annunciatrici erano delle dive domestiche, avevano una camera fissa sui loro primi piani, senza cameraman. Loro arrivavano, si truccavano da sole e facevano gli annunci. Erano delle vere e proprie vestali del teleschermo”.

Salvatore Battaglia

Presidente Accademia delle Prefi

Com. Stam.

14 recommended
comments icon0 comments
0 notes
240 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *