Notizie

Palermo: a Natale, fondi ai bambini disabili e del rione Danisinni Grazie al ricavato della fiera “Aspettando il Natale… insieme si può”

• Bookmarks: 10


Palermo, 5 dicembre 2022 – E’ tornata anche quest’anno la tradizionale fiera di beneficenza “Aspettando il Natale… insieme si può” arrivata alla sua decima edizione. Un grande mostra solidale ospitata a Villa Magnisi, sede dell’ordine dei medici di Palermo, che ha dato spazio alle creazioni di 30 artigiani.

In mostra, domenica 4 dicembre, oggetti, accessori di design, pitture, gioielli vintage, addobbi natalizi e capi di abbigliamento. Una galleria di manufatti artigianali, allietata dalla degustazione di prodotti tipici siciliani e prodotti bio, organizzata dall’associazione onlus di volontariato Follow The Sun, un incubatore di progetti di inclusione sociale dedicati a persone che vivono particolari condizioni di svantaggio. Quest’anno i fondi raccolti dall’associazione saranno dedicati ai disabili del centro Corradini e ai bambini della scuola Cim del quartiere Danisinni.
“E’ un appuntamento molto seguito che ogni anno si rinnova – ha detto il presidente dell’associazione Luciana Ardizzone – con obiettivi diversi grazie al grande legame che siamo riusciti a stabilire con i più bravi artigiani della città. Dopo l’emergenza Covid, abbiamo finalmente ripreso a pieno regime le nostre attività che proseguono tutto l’anno al di là delle festività”. L’associazione è impegnata in modo permanente anche nel mantenimento della ludoteca della parrocchia San Filippo Neri (quartiere Zen) che ha contribuito a realizzare ed attrezzare per i 400 bambini in età scolare che vivevano prima esclusivamente per strada.
Ardizzone rivolge un appello a tutti coloro che volessero fare una donazione o aderire con una sponsorizzazione degli eventi “che permettono all’associazione di realizzare i tanti progetti in cantiere”.
Da oltre vent’anni, l’associazione di promozione sociale Corradini garantisce a una quindicina di persone con disabilità psichica, fisica e sensoriale un servizio di sostegno quotidiano per migliorare la qualità di vita della persona disabile e delle sua famiglia grazie al contributo di psicologi, tecnici della riabilitazione e infermieri.
“Nato e sostenuto dagli stessi genitori, oggi il Centro opera in un bene confiscato alla mafia, che richiede una continua manutenzione. L’obiettivo è che diventi un luogo di accoglienza per il potenziamento delle abilità domestiche e di inclusione sociale. Una parte del ricavato sarà dedicato al loro progetto, un’altra parte sarà devoluta alla scuola Cim per garantire ai bambini poveri del quartiere Danisinni un aiuto per la loro inclusione sociale”.

Com. Stam. + video

10 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
97 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com