Palermo, “Fino a qui tutto bene” con Alessio Vassallo


È stato presentato a Palermo il nuovo film pluripremiato diretto da Roan Johnson “Fino a qui tutto bene”. La prima palermitana del lungometraggio di venerdì 20 marzo si è sviluppata in due tempi: la mattina presentazione presso L’Università degli Studi di Palermo in presenza del rettore Roberto Lagalla e in serata la proiezione presso le sale del cinema Igea Lido dove tra il pubblico spiccava l’imprenditrice antimafia Valeria Grasso e l’operatore video Daniele Cangialosi. In entrambi gli appuntamenti è stato presente l’attore Alessio Vassallo uno dei protagonisti della pellicola. Alessio, talento palermitano già noto attore del piccolo schermo interprete di successi come “Il giovane Montalbano” in “Fino a qui tutto bene” è “Vincenzo” uno dei cinque protagonisti identificato come fuori classe, preparato, concreto ma dolce. Il film racconta di cinque ragazzi che hanno studiato e vissuto nella stessa casa, condividendo amori, delusioni, speranze e lutti, fino a quando, finito l’oblio universitario il mondo del lavoro e ormai alle porte, cosi nell’ultimo weekend si pigia il pedale dell’acceleratore della vita cercando di vivere intensamente ogni singolo istante prima che tutto venga perso per sempre. Tra ultime confessioni, ultimi baci e docce di gruppo, le paure e le speranze di tutti i trentenni d’Italia trovano un unica cura, proposta allo spettatore con un finale romantico e determinato, una versione ironica della zattera di Théodore Géricault… insieme si può vincere il futuro incerto non mollando mai. “Fino a qui Tutto bene” e anche la prova di come il cinema fatto per amore è sempre un successo, infatti il film prodotto a basso costo non sembra risentirne grazie alla preparazione degli attori che tengono incollati il pubblico allo schermo per 80 minuti. Sceneggiatura di Roan Johnson e Ottavia Madeddu. Ad interpretare gli universitari fuori sede insieme ad Alessio Vassallo sono: Paolo Cioni toscanaccio che arriva dritto al cuore; Silvia D’Amico sensuale e ribelle dalla moralità moderna ma profonda; Guglielmo Favilla ermetico e tormentato come il suo sguardo, Melissa Anna Bartolini sguardo dolce dall’animo di pietra, Isabella Ragonese affermata Femme Fatale ma che non dimentica il passato. Questo film racconta dei trentenni italiani che nessuno ormai conosce più, quelli definiti “bamboccioni” dalla mala politica ma che invece amano follemente la vita. Film leggero ma al contempo profondo, che ogni trentenne che lotta per un futuro migliore e ogni universitario sente inevitabilmente suo.

Elisa Martorana

KKKKK
76 views
bookmark icon