Notizie

Palermo: premiazione progetto artigianato Francesca Morvillo (Foto)

• Bookmarks: 8


L’Associazione Rotary International Francesca Morvillo Onlus premia i due giovani che maggiormente si sono distinti nelle attività di recupero e reinserimento socio-lavorativo dei soggetti che scontano pene alternative alla detenzione intramuraria.

Giovedì scorso, nella prestigiosa sede dell’Ordine dei medici di Palermo, a villa Magnisi, si è conclusa la 21esima edizione del Progetto Artigianato F. Morvillo con la premiazione e consegna attestati.

Presente al tavolo dei relatori il Governatore del Rotary -Distretto Sicilia e Malta, il dott. Giombattista Sallemi, che ha voluto sottolineare con soddisfazione come in questo anno sociale il rotary si sia distinto anche per la sua continua attività nei progetti in favore della legalità. Evidenziando l’importanza che questi hanno nelle attività di service rivolete alla comunità; insieme al governatore anche al presidente dell’associazione, Giancarlo grassi; i presidenti di alcuni Rotary Club coinvolti nel sostenere l’associazione ed i suoi progetti; il dott. Salvatore Inguì, Servizi Sociali di Palermo per i minorenni. A chiudere il tavolo, tra gli ospiti della manifestazione, anche il Procuratore Capo di Trapani, dott. Alfredo Morvillo, che ogni anno ha sempre voluto essere presente alla premiazione, anche quale occasione di memoria in favore delle attività svolte dalla sorella Francesca, anch’ella magistrato, deceduta nell’attentato mafioso di Capaci. Francesca Morvillo infatti si è sempre occupata di minori a rischio e del loro percorso di recupero e reinserimento.

L’associazione è nata nel 2001 dalla volontà di molti rotariani che interpretando l’essenza della parola SERVICE: in italiano, riduttivamente SERVIZIO si è messa di fatto al SERVIZIO della comunità in cui vive ed opera.

Ad oggi l’associazione ha attivato,  grazie a molti rotariani e non,  ben 11 progetti insieme al PROGETTO ARTIGIANATO, oggetto della premiazione. Tale attività, come racconta il presidente dell’associazione, nasce da una semplice intuizione di un socio rotariano (il dott. Lello Scavone, oggi non più tra noi) “è giusto che il rotary si ponga il problema non di svuotare le carceri, in particolare per i minori, ma di adoperarsi perché non si riempiano più.”

Da quell’assunto l’idea di impiegare quegli stessi minori, magari colpevoli di reati minori, in botteghe artigiane nelle quali imparare un mestiere prendendo coscienza della società che li circonda. Anche in favore del fatto che molti artigiani rischiano la chiusura per mancanza di ricambio generazionale. Così nacque il “progetto artigianato”.

Negli anni, con l’aiuto della dottoressa Francesca Morvillo, il dott. Scavone ed altri rotariani scrissero un protocollo d’intesa firmato nel giugno 1995 con il Ministero della Giustizia, che consente tutt’oggi ai minori di essere impegnati in “attività riparatoria”. Altro importante protocollo prevede che il Rotary si occupì di seguire attraverso dei tutori rotariani l’attività dei minori, ed anche di elargire una somma mensile sotto forma di borsa formazione. Il Ministero attraverso l’USSM fornisce i nominativi dei ragazzi e provvede al pagamento dell’INAIL.

Dal 1995 il Progetto è diventato negli anni un progetto che ha coinvolto tutti i Club Rotary dell’Area Panormus e negli anni successivi è diventato un PROGETTO DISTRETTUALE attivo anche a Caltanissetta ed a Catania.

Durante gli anni sono stati seguiti oltre 200 ragazzi. Nel 2018 sono stati sette, per un totale di oltre 300 giornate di formazione con un costo di oltre 4.000 euro.

Ma l’associazione Rotary International Francesca Morvillo Onlus è impegnata in tante altre attività in favore della Comunità,

IL PROGETTO PAGLIARELLI: avviato all’interno dell’omonimo carcere, prevede una scuola di taglio e cucito in cui viene insegnato alle detenute un nuovo mestiere. Alla fine di ogni edizione viene poi organizzata una giornata denominata L’ANGOLO SOLIDALE vendendo i prodotti realizzati in carcere, ed altri prodotti donati dalla generosità della comunità. Il ricavato viene devoluto per il finanziamento del progetto stesso. Infatti è importante precisare che tutte le attività dell’associazione sono in totale autofinanziamento, come ci spiega il presidente Giancarlo Grassi. “L’obiettivo è di non gravare, finché ne saremo capaci, sulle tasche dei contribuenti attraverso la Pubblica Amministrazione. Organizziamo durante tutto l’anno una serie di eventi in favore di raccolte fondi e generi vari utili a sostenere i nostri progetti. Inoltre nessuno socio o volontario percepisce alcuna forma di retribuzione”, conclude Grassi.

 

“IL PROGETTO FACCIAMO SQUADRA INSIEME sono arrivate nei giorni scorsi delle speciali carrozzine che permetteranno a ragazzi diversamente abili di imparare a giocare a BASKET e la nostra idea è quella di riuscire a costituire un VERA SQUADRA”, spiega Grassi.

 

“CASA CLOCHARD che grazie alla cessione a titolo gratuito di un immobile, da parte di un rotariano e socio dell’associazione, abbiamo attivato in PIAZZA XIII VITTIME, 37. Una rete di solidarietà in cui riceviamo moltissime donazioni di indumenti di ogni tipo, così come oggetti utili a chi vive in strada ma, anche, alle famiglie indigenti della città che si appoggiano a noi – continua Grassi- dopo aver controllato e catalogato quanto riceviamo ci attiviamo immediatamente per la distribuzione sia in magazzino che in strada. Quest’anno abbiamo distribuito oltre 2000 indumenti. Altro progetto è il BANCO ALIMENTARE, insieme al BANCO ALIMENTARE NAZIONALE, che in parte ci fornisce gli alimenti seguiamo 11 famiglie indigenti e forniamo loro un aiuto alimentare. Ed ancora il progetto SPRECO ALIMENTARE – continua entusiasta Grassi ad illustrare le attività dell’associazione- abbiamo una convenzione con il SUPERMERCATO SIMPLY di via d’Annunzio ed una volta a settimana ritiriamo il FRESCO in scadenza e lo distribuiamo a 30 famiglie.

Altra importante realtà della Morvillo Onlus è IL PROGETTO CLOCHARD – spiega il presidente Grassi- abbiamo aiutato a creare una rete di ASSOCIAZIONI che si occupano di dare aiuto alle persone che vivono in strada ed ogni Associazione esce un giorno concordato della settimana per soddisfare i bisogni minimi di queste persone. Noi in particolare provvediamo a preparare nelle nostre abitazioni un pasto completo fatto da un primo, un secondo, un frutto, un dolce ed acqua. Durante il 2018 abbiamo distribuito oltre 4.000 pasti in città, ma soprattutto attraverso l’ascolto dei nostri fratelli in strada forniamo utili dati al Comune di Palermo per intervenire con più attenzione su persone altrimenti INVISIBILI.

Tra i tanti altri progetti vogliamo ricordare anche il progetto IGIENE INNANZITUTTO grazie alll’aiuto concreto di un PAST GOVERNOR del Distretto Rotary, è stato attrezzato un furgone trasformandolo all’interno e realizzando due docce ed un magazzino itinerante. Ciò permette di offrire ad indigenti che non vogliono lasciare il posto in cui vivono una doccia calda ed un cambio completo di abiti. Durante il 2018 sono state offerte oltre 400 docce.

Al termine della manifestazione abbiamo chiesto un commento al dott. Alfredo Morvillo, che ha personalmente premiato i giovani, su quanto visto. “Recuperare i ragazzi che hanno sbagliato, che hanno intrapreso la strada del delitto è veramente un lavoro importante per la nostra società, e sarebbe auspicabile che queste attività non venissero affidate solo ai privati ma che venissero intraprese con maggiore impegno anche dallo Stato. Lavorare per recuperare questi giovani è un’opera molto importante in favore del futuro della nostra terra, assicurando un sempre minor numero di persone dedite al malaffare”, spiega il Capo della Procura di Trapani. Quando interviene la magistratura, continua Alfredo Morvillo, si è già in  una fase avanzata in cui si effettua repressione del fenomeno criminale, ma fondamentale è intervenire in fase preventiva. Attraverso la sensibilizzazione, la formazione sociale del giovane e di una sua professionalità che gli permetterà di non essere portato a delinquere per sopravvivere o di essere cooptato dalle organizzazioni criminali.

Di Mauro Faso

8 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
255 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.