Notizie

Pantelleria: nuovo bando servizio civile per 6 giovani tra i 18 e i 29 anni

• Bookmarks: 8


C’è tempo fino al 10 febbraio per presentare la domanda online. l’Assessorato alle Politiche Giovanili disponibile per info e aiuto nella compilazione della domanda

È pubblicato il Bando per la selezione di 6 operatori volontari tra i 18 e i 29 anni, italiani o stranieri soggiornanti in Italia, da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio Civile Universale da realizzarsi a Pantelleria.

Fino alle ore 14.00 di venerdì 10 febbraio 2023 è possibile presentare domanda di partecipazione al progetto che si realizzerà tra il 2023 e il 2024 sull’isola.

Il progetto che riguarda Pantelleria fa parte del programma nazionale ‘I Comuni e il territorio: sicurezza, tutela e valorizzazione’ e ha come titolo ‘Tesori d’Italia: tutela e valorizzazione del territorio nei Comuni del Centro Sud Italia’. L’obiettivo generale del programma è di rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e soprattutto sostenibili. L’azione dei 6 giovani sarà quindi volta alla tutela e valorizzazione del territorio, con particolare attenzione alle aree protette, ai parchi e alle aree di interesse naturalistico.

A Pantelleria l’obiettivo sarà ‘Potenziare la salvaguardia e la tutela delle aree di interesse naturalistico ambientale presenti sul territorio, con particolare riferimento alle aree costiere e di balneazione’. Il progetto avrà una durata tra gli 8 e i 12 mesi, per un massimo di 25 ore settimanali. Il Servizio Civile Universale viene retribuito.

COSA PREVEDE IL PROGETTO DI PANTELLERIA?

Per quanto riguarda il ‘Monitoraggio e manutenzione del territorio’:

·      Organizzazione e realizzazione dei sopralluoghi;

·      Rilievo dei dati e dei bisogni del territorio;

·      Definizione delle priorità e delle tipologie di intervento;

·      Realizzazione degli interventi di manutenzione volti a garantire la sicurezza e la fruibilità di aree di balneazione.

            Per quanto riguarda la ‘Gestione delle attività amministrative’:

·      Ascolto e supporto all’utenza, raccolta delle istanze e delle segnalazioni dei cittadini;

·      Inserimento ed elaborazione dati, organizzazione delle attività manutentive;

·      Gestione amministrativa delle pratiche ambientali.

Ricordiamo che il Servizio Civile Universale è aperto anche ai giovani diversamente abili. Il SCU è inclusivo e offre la possibilità a tutti i giovani, indipendentemente dal loro stato di disabilità, di partecipare alla vita sociale e al progresso della società attraverso le attività di cittadinanza attiva. Lo scopo è proprio quello di sviluppare conoscenze e competenze che possano accrescere la formazione personale e professionale e, nel contempo, combattere contro il pregiudizio di molta parte della società che ritiene che la persona disabile non possa essere d’aiuto agli altri e alla comunità.

Attenzione: gli aspiranti volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet o smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.

Per iscriversi bisogna possedere lo SPID.

Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è lo SPID, quali servizi offre e come si richiede. Per la Domanda On-Line del Servizio Civile occorrono credenziali SPID di livello di sicurezza 2.

A questo link si possono trovare le istruzioni dettagliate su come iscriversi online: https://scelgoilserviziocivile.gov.it/media/1182/nuovaguida_dol_bando2022.pdf


La domanda va presentata entro il giorno 10 febbraio 2023 alle ore 14,00. 

L’Assessorato alle Politiche Sociali e Giovanili anche quest’anno, come lo scorso anno, si mette a disposizione per ulteriori info e aiuto nella compilazione ai numeri 0923 695054 (Servizi Sociali) o al numero 331 266 5409 (solo Whatsapp – Assessore Francesca Marrucci).

La partecipazione al Servizio Civile Universale è un’esperienza importante che sviluppa le capacità di interazione, gestione e organizzazione in ambito lavorativo e sociale,” afferma l’Assessore alle Politiche Sociali e Giovanili, Francesca Marrucci, “ed è senz’altro un momento inclusivo in cui conta solo il mutuo lavoro per il territorio e la comunità.

È importante anche ricordare che si tratta di un’opportunità anche per i ragazzi speciali o diversamente abili che possono, se appropriatamente seguiti, sentirsi utili per la comunità e coinvolti nella tutela del patrimonio della stessa. Un momento di socialità, confronto, coesione e partecipazione in cui ognuno dà il meglio di sé per gli altri, senza differenze di nessun tipo. Un’esperienza fondamentale, la cui opportunità spero sia colta dai giovani panteschi.”

Com. Stam. + foto

8 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
49 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com