Musica

POPA: “Psicomagia”, il secondo singolo della cantante e designer Lituana

• Bookmarks: 6


Il nuovo brano, pubblicato ancora una volta dalla label Michele Dischi, segue il primo singolo “Mare di Milano” uscito sul finire del 2020; e racchiude le difficoltà e l’incertezza di questo anno: un sugo pronto Barilla, amori che si consumano tra zoom e whatsapp, confidenze con l’astrologa, letture di tarocchi e maratone cinematografiche che spaziano da Jodorowsky a Pozzetto.

La prima strofa: “Leggere carte degli astri, per evitare dei disastri”, e le sonorità reminiscenti della disco music, con percussioni e orchestrazioni di archi e fiati; evocano la dolcezza del “lasciarsi andare a misticismi” mentre si cucina pasta in kimono di seta anni ’70. Simboli ed evocazioni creano un immaginario che porta l’ascoltatore a chiedersi se si trova in Sud America o nel Temakinho di Porta Romana in Milano.

Psicomagia è il fil rouge narrativo che collega leggerezza degli anni del boom anni 60-70 e crisi esistenziali post pandemiche, cocktail di gamberi e costellazioni familiari.  

La canzone è fatta esattamente di queste fatalità e coincidenze come quelle che, sotto una luna in acquario, hanno fatto in modo che la Popa, ed il compositore e autore Carlos Valderrama (Fitness Forever); per caso si incontrassero su un treno in direzione Positano. 

Maria Popadicenko (Popa) vive in Italia e lavora come designer di abbigliamento donna per diverse case del lusso italiane.

Il progetto Popa vede la luce sulle spiagge italiane nel 2019, durante una capricciosa estate prima della pandemia. Insieme al suo compagno Carlos Valderrama passa giornate pigre e luminose di quell’estate osservando e riflettendo sulla cultura del vivere italiano a sull’esperienza che Maria aka Popa ha di questa dolce vita. Sono questi gli elementi cardini che hanno influenzato il sound, i testi e l’immaginario dell’intero progetto artistico.

A marzo 2020 Popa era pronta and iniziare le registrazioni video per le sue prime due tracce sullo stile di vita italiano: Sciura Milanese Bon Vivant (video singoli che faranno parte della “collezione” estate/autunno 2021). Ma non appena l’Italia entra di nuovo in lockdown, le produzioni dei video si arrestano, mentre il mondo cambia e i progetti vengono prorogati. Il progetto Popa continua, si adatta e prova a riflettere il mutato contesto.

La prima release, Mare di Milano, è un inno alla gioia di vivere.

Nonostante il desolante contesto socio-economico canta la speranza ed il desiderio di godersi momenti di tenera leggerezza ed amore.

“Psicomagia”, che è la seconda traccia di un concept album che vedrà la luce nel 2022, invece è un’esortazione a non arrendersi specolante nei momenti di difficoltà.

Il brano, registrato tra Napoli, Milano e Bologna (ciascun musicista nel suo appartamento o studio) vede la collaborazione ai testi di Victoria Genzini fondatrice dell’agenzia creativa Salotto Studio con Antonio de Martino e Clementina Grandi. Salotto Studio, con sede a Milano, cura produzione e direzione artistica del progetto Popa. 

Il video di “Psicomagia” nasce dalla voglia di creare in network. Quando Popa incontra a Salotto Studio Ghila Valabrega, regista del video ed appassionata di esoterismo, scopre un modo a lei nuovo e più leggero di parlare di energie e rituali di purificazione. Questo sodalizio innesca una serie di incontri “psicomagici”, il primo con la casa di produzione Basement che ha co-prodotto il lavoro creando un video musicale che è quasi un fashion film dove viene dato spazio a giovani creativi italiani, tra questi troviamo le artiste Miss Goffetown e Lula Broglio, i designer Gentile, Genevieve Xhaet, Vincent Vintage Bijoux, Ding Yi, Vintage 20134 Lambrate. 

Il progetto Popa è il risultato di un nuovo modello di collaborazione e sinergie tra giovani creativi la cui vita professionale e personale è cambiata radicalmente durante la pandemia. Trovandosi tutti a Milano, con tempo ed energia a disposizione, si sono trovati a portare avanti una sorta di resistenza culturale attiva.

Com. Stam.


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66
6 recommended
comments icon0 comments
0 notes
201 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *