Cronaca

Questura Milano: festeggiamenti scudetto Inter

• Bookmarks: 8


Il tema degli assembramenti da tempo impegna gli attori chiamati ad occuparsene a vario titolo.
Ieri a Milano, si è assistito, in concomitanza con la vittoria dello scudetto dell’Inter legata a un incrocio di risultati, a una spontanea quanto incontenibile euforia collettiva.

Si stima che circa 30.000 persone siano scese in strada a festeggiare nei propri quartieri, in luoghi prossimi, vicino allo stadio e nelle aree più attrattive ed iconiche della città. Al momento di euforia, tipico della passione calcistica, hanno partecipato appassionati sportivi, curiosi, tifosi, ultras e famiglie dando vita a gruppi eterogenei in disorganico movimento che si sono dedicati ai festeggiamenti spesso incuranti delle cautele da adottare per la diffusione della pandemia.

I servizi di ordine e sicurezza pubblica si sono sviluppati cercando di scongiurare la concentrazione di una unica massa di persone in un’unica area critica e cercando altresì di evitare azioni di contrasto delle Forze dell’ordine verso la folla che festeggiava comunque pacificamente. Si precisa che non si sono registrati momenti di conflittualità o tensione.

Una specifica azione di contenimento è stata operata verso la concentrazione più critica e scomposta in Largo Cairoli evitando che quel gruppo raggiungesse piazza Duomo. E proprio in quell’area, quando i Reparti inquadrati hanno iniziato ad operare a ridosso dell’orario del coprifuoco, si sono registrate criticità che sarebbero risultate insidiose in presenza di famiglie e giovanissimi.

In questa ottica di mitigazione del danno, tipica di quando si devono affrontare numeri così importanti di persone di disomogenea  connotazione in scomposto entusiasmo, ci si è impegnati alla preservazione di alcuni spazi iconici e simbolici ovvero nei quali si sarebbe potuta realizzare una pericolosa promiscuità tra persone impegnate nei festeggiamenti ed altre non interessate agli stessi.


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66
8 recommended
comments icon0 comments
0 notes
92 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *