Notizie

Sanità, in Sicilia potrebbe aumentare il numero degli ospedali di comunità

• Bookmarks: 14


Potrebbero avere ospedali di comunità anche Gela, Cammarata, Grammichele, Bagheria ed Altavilla Milicia. Sarebbe questo l’effetto della modifica apportata nelle ultime ore al piano di investimento per il potenziamento delle strutture sanitarie locali, redatto dall’assessorato regionale alla Salute, guidato da Ruggero

Razza, che ha così aumentato il numero dei possibili ospedali di comunità da realizzare in Sicilia con i fondi del Pnrr, dopo le polemiche alimentate da quei comuni rimasti a “bocca asciutta” a seguito della diffusione nei giorni scorsi della prima bozza del piano, che già indicava quanti e dove sarebbero sorte queste strutture. La modifica al documento adesso prevederebbe un aumento del loro numero (circa venti strutture in più in diverse parti dell’isola), venendo così incontro alle esigenze locali e provando a stemperate le polemiche ed i malumori sorti dopo la diffusione della prima stesura del progetto. E così tra i comuni che dovrebbero beneficiare di un ospedale di comunità vi sarebbero adesso – secondo diverse indiscrezioni diffuse anche dagli organi di stampa – proprio Gela, Cammarata, Grammichele, Bagheria ed Altavilla Milicia, prima esclusi. Gli ospedali di comunità sono strutture con vari ambulatori sanitari, più grandi di una guardia medica, ma più piccoli degli ospedali tradizionali, voluti da Razza per venire inontro alle aumentate esigenze della sanità pubblica, decongestionare gli ospedali tradizionali, che dovrebbero dedicarsi ai casi più gravi (i codici gialli e rossi), e decentrare quanto più possbile l’offerta sanitaria, avvicinandola ai cittadini.

Ciro Cardinale

Com. Stam.

14 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
181 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.