Uncategorized

Scatta l’obbligo di mostrare il paese d’origine delle carni

• Bookmarks: 1


Entra in vigore il nuovo regolamento europeo che impone l’indicazione del paese di origine delle carni fresche, refrigerate o congelate di animali della specie suina, ovina, caprina e di volatili.
La novità è prevista dal regolamento della Commissione Europea 1169/2011, entrato in vigore il 13 dicembre 2014, che ha stabilito le nuove norme sulle etichette alimentari.
Le etichette quindi, indicheranno che tutte le fasi di vita dell’animale dalla nascita alla macellazione, passando per le modalità di allevamento, si sono svolte su un determinato territorio.
Per le carni macinate, invece, dovrà essere indicato solo se sono state allevate e macellate nell’Ue o in Paesi non appartenenti all’Unione Europea.
Dalla nuova norma restano però escluse la carne di coniglio e quella di cavallo, oggetto del recente scandalo, ma anche le carni di maiale trasformate in salumi. “Una carenza particolarmente grave che va colmata al più presto in una situazione in cui in Italia – denuncia la Coldiretti – 2 prosciutti su 3 sono fatti da maiali stranieri ma il consumatore non lo può sapere”.

KKKKK
89 views
bookmark icon