Notizie

Scuola e lavoro, l’Istituto Agrario “F. Silvestri” amplia le sue attività nell’azienda agricola di c/da Momena

• Bookmarks: 10


Non solo studio. La scuola che funziona non dimentica le competenze pratiche. L’Istituto Tecnico Agrario “F. Silvestri” (che fa parte dell’I.I.S. “E. Majorana”) di Corigliano Rossano, per questo motivo, amplia le sue attività nella propria azienda agricola per offrire ai suoi studenti nuovi stimoli e nuove possibilità di apprendimento e formazione.

Per l’occasione, sabato 19 febbraio si è tenuto un momento inaugurale nella proprietà dell’Istituto agrario, a Contrada Momena. Si tratta di un terreno di 11 ettari che venne acquistato intorno agli anni Settanta dall’allora Provincia di Cosenza. Presenti la dirigente scolastica Pina De Martino, l’ex preside Antonio Cumino, il prof. Giovanni Mastrangelo, una rappresentanza studentesca della classe terza seguiti dai docenti Stefania Romanello, Patrizia Romeo e Vittorio Viola, i collaboratori scolastici addetti all’azienda agraria (CR) O. Comite, R. De Cicco, S. Pettinato, A. Sacco, D. Spina, T. Laureati, i rappresentanti della Coldiretti di Zona con il presidente Antonino Fonsi, il segretario di zona Alessandro Piluso con il suo predecessore Gino Vulcano e il padre spirituale don Massimo Alato.

Il già preside Antonio Cumino, che entrò nella scuola nel 1964 come insegnante e vi rimase fino al 1994, ha ricordato gli anni in cui l’Istituto Agrario era ancora collocato in viale Margherita. Sotto la sua dirigenza, venne avviata l’azienda agricola che, al momento dell’acquisto, consisteva in 100 piante di ulivo, distanziate 20 metri una dall’altra; in mezzo, colture intercalari. Furono subito avviate diverse operazioni: venne realizzato un pescheto, un agrumeto e l’uliveto fu alternato con piante giovani. Sul lato nord, vennero costruite una serra, una conigliera (che ospitò 900 conigli all’anno), una porcilaia (con 200 maialini all’anno), e alcuni pollai. Tutti i prodotti dell’azienda venivano venduti direttamente al dettaglio con prezzi concorrenziali.

Negli anni, il venir meno di fondi e disponibilità economiche non permise il mantenimento delle attività che nel tempo andarono perdute; da molto tempo, anche per volontà della dirigente De Martino, sono state avviate diverse operazioni di Miglioramento fondiario. Di recente, è stata ripristinata la recinzione, circa 150 metri, così da garantire la sicurezza del sito, nel passato troppo spesso preso d’assalto da atti vandalici. Dopodiché il campo è stato piantato con un agrumeto di arance Lane Late, bionde tardive, e un portainnesto di Citrange Carrizo, con un sesto di impianto (la disposizione geometrica delle piante) dalle interdistanze 5×5 m, ed è stato fornito di impianto irriguo a goccia. Le vecchie varietà che erano presenti, purtroppo, sono andate distrutte durante un grosso incendio del 2016. Gli appezzamenti a seminativo sono stati trattati per la coltivazione della rapa biologica. Per quanto riguarda gli uliveti, sono state riprese alcune delle vecchie varietà della Dolce di Rossano e della Carolea.

Il prof. Giovanni Mastrangelo è orgoglioso dei risultati ottenuti e si auspica di poter sostenere tutte le attività a pieno regime: «Stiamo investendo molto per valorizzare i terreni della nostra azienda agraria a indirizzo biologico (che possiede in tutto due appezzamenti per un totale di 18,832 ha), dedita all’orto-frutticolo, agrumicolo e olivicolo, con cinque serre a indirizzo ortofrutticolo, ornamentale e floricolo. Lo scopo è quello di garantire ai nostri studenti tramite l’alternanza Scuola-Lavoro (PCTO) la possibilità di cimentarsi nei vari ruoli dell’Agricoltura 4.0, utilizzando Droni e software sofisticati, seguono gli addetti ai lavori nelle pratiche della potatura e della raccolta, nella concimazione e nell’irrigazione. In questo modo, impareranno a evitare gli sprechi calcolando il fabbisogno idrico della coltura, individuando in anticipo l’insorgenza di alcune malattie della pianta o la presenza di parassiti; avranno un maggior controllo sui costi di produzione pianificando tutte le fasi con risparmio di tempo e denaro; miglioreranno la tracciabilità della filiera, seguendo l’intero processo di produzione a filiera corta che garantisce alimenti della massima qualità prodotti in maniera sostenibile. Le prime attività partiranno con i ragazzi della classe terza, poi ci auguriamo di coinvolgere l’intera popolazione scolastica» ha concluso il prof. Mastrangelo.

Il padre spirituale Coldiretti don Massimo Alato ha impartito una solenne benedizione all’appezzamento e alle persone che vi lavoreranno, nel segno dei sentimenti dell’accoglienza e dell’impegno dell’uomo, che andranno ad accrescere la fecondità materiale e spirituale.

La Dirigente Pina Di Martino è soddisfatta della mattinata: «Oggi è stata una giornata molto emozionante, in primo luogo per la presenza dell’ex dirigente Cumino, che è stato un caposaldo della scuola, lasciandovi una traccia indelebile. La giornata di oggi è servita a celebrare la storia della nostra scuola e ricordarne le tappe principali, ma soprattutto a inaugurare un nuovo corso. L’Istituto Agrario “F. Silvestri” ha un ruolo centrale per tutta la fascia jonica, in un territorio a forte vocazione agricola. Oggi più che mai, offre la formazione adeguata a una società sempre più attenta alla sostenibilità energetica come dimostrano i parametri dell’Agenda 2030, i cui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile sono pensati per conseguire in tempi rapidi la transizione ecologica imposta dai cambiamenti climatici. Ringrazio per la presenza la Coldiretti di Rossano, che ci affianca da tanti anni con dedizione, offrendo le proprie competenze per la crescita della scuola e non abbandonandoci mai nelle battaglie che intraprendiamo. La nostra è una scuola aperta al territorio che costruisce legami di comunità con aziende, associazioni e istituzioni. Ringrazio infine i tanti amici, ex professori, che ci hanno tenuto a essere presenti oggi» ha concluso la Dirigente De Martino.

Il presidente di zona Coldiretti, Antonino Fonsi, ex alunno dell’istituto, si è rivolto agli studenti presenti per lanciare un messaggio di appartenenza e sensibilizzazione agricola: «L’agricoltura oggi più che mai ha un ruolo chiave nella nostra società: non è solo produzione di alimenti, ma anche tutela dell’ambiente e del territorio. È il nostro patrimonio, è la nostra identità culturale. La qualità dei prodotti che contribuiamo a realizzare deve essere al primo posto nella lista degli scopi delle nostre attività: ecco perché le certificazioni come IGP, DOP e biologico sono fondamentali per attestare la salubrità e per legare le produzioni al territorio di appartenenza. Ragazzi, sappiate che la figura professionale del perito agrario è più importante di quello che si pensa comunemente. È colui che si occupa non solo della parte burocratica ma soprattutto del funzionamento aziendale seguendo tutta la filiera dalla raccolta fino alla produzione affinché tutti i passaggi siano garantiti. La vostra scuola è iscritta a “Campagna amica”: ebbene, Campagna amica ha rivoluzionato la vendita permettendo al produttore di essere presente nel momento in cui il prodotto arriva nelle mani dell’acquirente, rassicurando il consumatore che può sapere da dove arriva quello che compra. Questo è il vostro obiettivo: garantite una filiera corta e il pianeta e i suoi abitanti vi ringrazieranno!» ha concluso con grande spirito di motivazione il presidente Fonsi.

In un mercato globalizzato in cui la trasformazione digitale sta prendendo il sopravvento, le professioni esistenti si stanno adeguando alle nuove esigenze. L’agricoltura di precisione sarà in grado di gestire le attività in funzione della variabilità spaziale e temporale al fine di migliorare l’efficienza nell’uso delle risorse, la produttività, la qualità, la redditività e la sostenibilità della produzione agricola. Le sfide del futuro non spaventano se si dà priorità alla formazione. Valorizzare il capitale umano è ciò che sta facendo con impegno e risultati l’Istituto Agrario “F. Silvestri” di Corigliano Rossano.

Com. Stam.

10 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
146 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.