Notizie

Scuola EMAS Ecolabel Sicilia, si è insediata la Commissione

• Bookmarks: 6


Al via le attività di programmazione dell’alta formazione per Auditor e Consulenti, Consulenti ambientali EMAS e Consulenti aziendali Ecolabel Tra gli enti presenti in Commissione figura la Città metropolitana di Messina

Si è insediata la Commissione Locale della Scuola EMAS Ecolabel Sicilia, organismo che è chiamato a svolgere compiti di indirizzo e di programmazione delle attività di interesse della Scuola EMAS che, su iniziativa del GAL Nebrodi Plus, è riconosciuta dal Comitato Italiano per l’Ecolabel e l’Ecoaudit (organismo nazionale competente in materia di certificazioni ambientali di derivazione europea che ha sede presso l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale – ISPRA).
Pertanto, prendono concreto avvio le attività previste per la formazione di Auditor e Consulenti e Consulenti ambientali EMAS e di Consulenti aziendali Ecolabel (Master di 1° livello); i cui bandi sono in fase di pubblicazione.
La Commissione risulta composta dai rappresentanti di un ampio partenariato espresso dai seguenti enti ed organizzazioni: ARPA Sicilia, Città Metropolitana di Messina, Università degli Studi di Palermo, Università Telematica Pegaso, UnionCamere Sicilia, Ordine interprovinciale dei Chimici e Fisici della Sicilia, Delegazione Regionale Sicilia dell’Ordine Nazionale dei Biologi, Federalberghi Sicilia, ANCE, Federazione Agricoltori Siciliani, SRR Messina Provincia (Società per la Regolamentazione dei Rifiuti), Infodrive S.p.a. e TMR S.r.l..
Si tratta di una partnership che ha visto la collaborazione del Dirigente della V Direzione “Ambiente” di Palazzo dei Leoni, dott. Salvo Puccio, in linea con la già collaudata azione di attenzione ai settori ambientali sviluppata in questi mesi.
L’attività formativa proposta, che si configura quale percorso di alta formazione, (Master di 1° livello), intende soddisfare una necessità, già molto avvertita nel mondo istituzionale ed imprenditoriale, protesa a favorire e garantire l’accesso a quelle importanti forme di registrazione e certificazione ambientale derivanti dai regolamenti europei (EMAS ed Ecolabel UE), da considerare quali veri e propri strumenti di accrescimento della competitività imprenditoriale e di qualificazione istituzionale (https://www.symbola.net/approfondimento/certificare-per-competere/).
Esigenza particolarmente avvertita nelle Regioni meridionali che il passaggio all’economia circolare, gli indirizzi del “Green deal” europeo, della strategia “Farm to fork”, quelli relativi alla strategia di transizione ecologica nazionale, nonché quelli del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) renderanno pressoché ineludibile.
Pertanto, sulla scorta dei criteri predisposti dal Comitato Italiano Ecolabel ed Ecoaudit con lo Schema nazionale di qualifica per le Scuole EMAS ed Ecolabel e del progetto accreditato, la Commissione Locale della Scuola EMAS Ecolabel Sicilia ha adottato, per l’anno formativo 2021/2022:
– Il bando di ammissione al corso per Auditor e Consulenti Ambientali EMAS (Master 1° livello SE – RA)
*Settore Agroindustria (codice NACE 10 – 11)
*Settore Gestione Impianti Trattamento Rifiuti e Acque Reflue (codice NACE 37, 38, 39)
– Il bando di ammissione al corso per Consulenti aziendali Ecolabel con orientamento prevalente per i servizi di ricettività turistica (master 1° livello – SEE – CA);
per la selezione di un numero massimo di discenti pari a 120 (n. 60 per ognuno dei due corsi). I termini di scadenza per la presentazione delle istanze di ammissione fissato dai bandi è quello del 30.11.2021, mentre le attività didattiche avranno inizio il 4.2.2022 e termine entro il 30.11.2022.
Potranno accedere alla selezione i candidati in possesso di diploma di Laurea di 1° Livello (requisito minimo). Le lauree in discipline non scientifiche devono essere integrate da esperienze o attività formative specifiche in tematiche e tecnologie ambientali, sistemi di gestione e quanto, in generale, attiene alla specificità del corso.
Potranno accedere, altresì, i candidati in possesso di titolo di studio di grado inferiore alla laurea previa approvazione, da parte della Commissione, purché abbiano maturato comprovata e significativa competenza pluriennale in materia ambientale.
Contestualmente la stessa Commissione ha provveduto ad adottare specifico invito alla presentazione di manifestazioni di interesse per selezione dei docenti e dei responsabili dei Project Work previsti dal progetto formativo consultabile al link https://www.galnebrodiplus.eu/index.php/scuola-emas-ecolabel-sicilia/la-scuola
Nel rimandare per i necessari dettagli alla consultazione dei documenti citati, unitamente alla relativa modulistica, accessibili attraverso i link Bando EMAS, Bando Ecolabel e Manifestazione di Interesse per Docenti e Responsabili di Project Work, preme sottolineare come, per la prima volta sul territorio nazionale, i partecipanti aventi titolo ed ammessi alle attività formative predette, possano fruire dei voucher formativi per la copertura totale o parziale delle spese di iscrizione di cui al Progetto Giovani 4.0 – nuova edizione – avviso n. 42/2021, par. 4.3.2 Azioni finanziabili – (Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo Sicilia 2020) del Dipartimento dell’Istruzione, dell’Università e del Diritto allo Studio consultabile al link https://www.sicilia-fse.it/documenti-e-dati/documenti/avviso-422021-progetto-giovani-4-0-nuova-edizione
“Si tratta di un importante strumento di sostegno e di agevolazione all’accesso all’alta formazione proposta dal GAL Nebrodi Plus che l’Assessore Regionale della Formazione, con grande prontezza e condivisione di obiettivi, ha inteso riconoscere al progetto autorizzato dal Comitato Italiano per l’Ecolabel e l’Ecoaudit, – ha dichiarato il Presidente del GAL Nebrodi Plus Francesco Calanna – che consente di contenere significativamente la quota di iscrizione a 1.300,00 euro per discente e, contestualmente, di allargare le opportunità formative ad un numero significativo di aspiranti, ben 120. Questo grazie anche alle modalità in remoto (FAD) di erogazione della maggior parte delle attività formative di progetto che potranno consentire la partecipazione di utenti di provenienza extraregionale”.

Com. Stam.

6 recommended
comments icon0 comments
0 notes
74 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *