Sport

SERIE A – Un Torino sciupone lascia 2 punti a Ferrara. Milano prosegue la rincorsa all’imbattuta Vicenza; 3 punti rigeneranti per Asiago e Monleale

• Bookmarks: 6


I Warriors recuperano 3 reti al Real e vincono ai rigori. Vittorie facili per Quanta e Vipers su Verona e Piacenza. Monleale vince ed inguaia il Cittadella. Una classifica in continua evoluzione!

Si è appena conclusa una nuova giornata di Serie A con tutte le squadre in pista e con una serie di risultati che hanno rispettato in gran parte i pronostici della vigilia. Vicenza continua la scia di imbattibilità rifilando un “cappotto” al Padova, Milano sbriga la “pratica-Verona” (nonostante un avvio da scordare) e prosegue nella rimonta in classifica superando in un sol colpo il Padova e il Ferrara (a pari punti ma sopravanzato in virtù degli scontri diretti) che la spunta in extremis, ai rigori, sul Real. Torna in zona Master Round l’Asiago mentre il Monleale inguaia il Cittadella, ora penultimo. 

Andiamo al dettaglio dei match. Nelle zone alte della graduatoria spicca la risalita in grande stile del Milano che si aggiudica la seconda posizione grazie ad una vittoria più che convincente (9-2) contro un Verona arrivato al Quanta Club in gran forma, ma che nulla ha potuto contro l’attacco rossoblù. Risultato finale assai rotondo in favore dei lombardi che, dopo esser finiti sotto per 2-0 nei primi 5 minuti di gara (con tanto di time-out “sveglia” di Luca Rigoni), rientrano in partita e “doppiano” gli avversari già nel finale della prima frazione conclusasi sul 4-2. Nella ripresa spazio per tutti gli elementi del roster e Milano che trova altre cinque marcature facendo suoi i 3 punti che le consentono di salire a quota 26 in coabitazione con il Ferrara. Coach Luca Rigoni così è intervenuto sul match: << Siamo partiti male, forse a causa di un po’ di ruggine dopo la trasferta di giovedì. Dopo il time out però la squadra ha iniziato a carburare: cambi veloci e buon ritmo contro avversari che ci hanno sfidato a viso aperto. Sono soddisfatto perché abbiamo ritrovato la vena realizzativa, ora pensiamo alla partita contro Padova, altra avversaria da prendere con le molle >>.

Proprio Padova ha ceduto il passo ai milanesi a causa della sconfitta nella tana del Vicenza, con un eclatante per 5-0. I Diavoli continuano la loro scia di sole vittorie confermandosi sempre più nel ruolo di primi della classe. Per i vicentini, trascinati dal solito bomber Delfino (per lui doppietta), si dice soddisfatto Michele Frigo, il goalie dei biancorossi, che così rivede il match: “<< Dopo una partenza un po’ col freno a mano tirato la squadra ha reagito bene e quindi un applauso va fatto a tutti, avversari inclusi visto che sono stati molto pericolosi nonostante non siano riusciti ad andare in goal >>. Dall’altra parte della barricata, per i Ghosts, risponde invece Federico Pagnoni: << Partita molto bella giocata con un ritmo molto alto, il risultato a mio avviso è un po’ bugiardo perché abbiamo creato molto gioco e occasioni da gol che, però, non abbiamo sfruttato. Complimenti a Vicenza e soprattutto al portiere Frigo per l’ottima prestazione. Ora dobbiamo lavorare sodo per avere più fame da gol ed essere più cinici sotto porta, per il resto siamo contenti del gioco dimostrato nonostante il 5-0 di stasera >>.

In terza posizione rallenta, ma non si ferma, il Ferrara che riesce a spuntarla solo agli shootout contro un Real Torino che ha sfoderato una prestazione magistrale. I torinesi si sono portati infatti in avanti fino al 3-0 concedendo pochissimo ai ragazzi di Buzzo che hanno cominciato la loro incredibile rimonta nell’ultimo quarto di gara. Gli estensi hanno infatti sfoderato una buona dose di orgoglio e sono riusciti a pareggiare sul filo di lana con Ballarin che ha spedito il disco del 3-3 nella rete di Dal Vecchio con soli 3 secondi sul cronometro (e Ferrara senza portiere). Nulla di fatto all’overtime mentre ai rigori la freddezza di Weger e Dal Ben concede i due punti ai Warriors con il Real che può essere più che soddisfatto della prestazione ma che deve mangiarsi le dita per aver gettato alle ortiche i 3 punti, che sembravano cosa fatta. Coach Alessio Buzzo dopo la sfida fa trasparire comunque tranquillità: << Forse la nostra peggiore prestazione stagionale. Abbiamo pagato soprattutto a livello mentale i due match precedenti contro Milano e Vicenza. Siamo partiti con il piede sbagliato e ne abbiamo pagato le conseguenze. C’è da dire però che questa squadra è supportata da un gran carattere che nei momenti più delicati emerge sempre e come in questo caso si rivela risolutivo. Complimenti al Torino che ha giocato una gran bella partita >>.

Chiudono la carrellata dei match giocati le sfide di Novi Ligure e di Piacenza. In Monleale – Cittadella la spuntano i padroni di casa al termine di una gara assai equilibrata in cui sono gli ospiti ad andare due volte in vantaggio. Monleale però non si scompone e recupera sistematicamente portandosi addirittura al 3-2 sul finire della prima frazione. Nella ripresa sono ancora i Falchi alessandrini a partire forte e le reti di Faravelli e Crisci spingono i ragazzi del neo coach Cintori (subentrato a Tarantola) fino al 5-2; la rete di Tiatto, con ancora più di 10 minuti sul cronometro, riaccende le speranze della formazione patavina ma non arrivano altre reti e così sono gli Orange di casa a festeggiare vittoria e sorpasso in classifica sul Cittadella che ora, in nona posizione, sarebbe virtualmente fuori dalla zona playoff. 

Ultimo match delle 20.30 quello fra Piacenza ed Asiago con  gli altopianesi di Sommadossi a “fare un sol boccone” dei Lupi della Lepis dopo un avvio alla ricerca delle misure e dell’adattamento alla non semplice superficie della pista piacentina. Le reti di Schivo e Panozzo “spaccano” l’incontro, qualche buon intervento di Olando rispedisce al mittente il tentativo di rientrare nel match da parte di Zorzet e compagni e la tripletta di Rossetto chiude definitivamente ogni discorso già nei primi 20 minuti di gara (0-5). Nella ripresa spazio ai back-up di giornata (Barone per la Lepis e Gianluca Stella per i Vipers) e altra “pioggia” di reti con altri 4 dischi nel sacco dei padroni di casa e l’ultimo, a firma di Labò, a rovinare il mini shut-out dell’esperto portiere asiaghese. Un 9-1 che riporta gli arancioneri al 5° posto, a spese del Cus Verona che sabato prossimo sarà di scena proprio sulla pista di via Cinque per una sorta di “spareggio Master Round” fra vicentini e scaligeri. Spettatore interessato (inseguendo in classifica a – 3 dal 5° posto) sarà il Real che però dovrà render visita alla capolista Vicenza. Niente da dire…se non che non vediamo già l’ora che sia sabato prossimo!

SERIE A – I risultati di sabato 16 Gennaio 2021

Diavoli Vicenza – Ghosts Padova: 5-0 (pt. 3-0)

Cus Verona – Milano Quanta: 2-9 (pt. 2-4)

Monleale Sportleale – Cittadella HP: 5-3 (pt. 3-2)

Ferrara Warriors – Real Torino: 4-3 rigori (pt. 0-2; st 3-3) 

Lepis Piacenza – Asiago Vipers: 1-9 (0-5)

La classifica:

Diavoli Vicenza (13) 39 punti; Milano Quanta* (13) e Ferrara Warriors (13) 26 punti; Ghosts Padova (13) 25 punti; Asiago Vipers (13) 18 punti; Cus Verona (12) 16 punti; Real Torino (12) 15 punti; Monleale Sportleale (13) 13 punti; Cittadella HP (13) 11 punti; Lepis Piacenza (13)  0 punti.

Tra parentesi le gare giocate 

*-6 punti di penalizzazione

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

foto Carola Fabrizia Semino – Ilaria Munari – Vanessa Zenobini


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86
6 recommended
comments icon0 comments
0 notes
81 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *