Film

Si chiude la tre giorni dedicata al 450° Anniversario dello spettacolare sbarco di Don Giovanni d’Austria. Protagonista il Palio d’Agosto

• Bookmarks: 35


Il tradizionale Palio d’Agosto, trofeo Don Giovanni d’Austria ha ufficialmente chiuso le manifestazioni in programma nell’ambito del 450° anniversario dello sbarco di Don Giovanni d’Austria a Messina.

Nella splendida cornice del Marina del Nettuno si è svolta la premiazione degli equipaggi.

A contendersi il Palio le contrade di PACE con il Circolo Ricreativo Riviera Pace, PARADISO Circolo Canottieri Peloro, GROTTE Club Nautico Messina, CASE BASSE Motonautica e Velica Peloritana.

A conquistarlo il circolo di Pace. La gara entusiasmante ha visto le imbarcazioni sfidarsi a colpi di remi fino all’ultimo istante.

L’appuntamento, promosso dal comune di Messina è stato curato dal circolo ricreativo di Pace presieduto da Carmelo Recupero in collaborazione con la Lega Navale di Messina.

Il Circolo Ricreativo Riviera Pace, fondato nel 1978, ha il merito di aver puntato alla riscoperta delle tradizioni e alla propaganda della cultura marinara.

Proprio in quest’ottica nel 1990 ha ripreso l’antica tradizione del “PALIO DELLE CONTRADE MARINARE” che si correva a Pace già nel XVII° secolo, nello specchio d’acqua tra Fiumara Guardia e la Chiesa di Grotte, la seconda domenica di settembre in occasione dei festeggiamenti in onore di Maria SS. delle Grazie, riportando in auge questo evento, che rappresenta sicuramente una delle espressioni più genuine dello spirito marinaro delle nostre contrade.

Questi gli equipaggi che hanno gareggiato:

PACE (Circolo Ricreativo Riviera Pace)       

Giovanni Donato (Timoniere), Massimo Salemme, Roberto Manganaro, Andrea  Rotondo, Letterio        Donato               

PARADISO (Circolo Canottieri Peloro)

Antonino De Francesco Timoniere, Giovanni Ficarra, Edoardo Misitano, Riccardo Trazzi Arena, Antonino De Marco                                                

GROTTE  (Club Nautico Messina)

Marco Iacono Timoniere, Pietro Mauro, Paolo Condurso,  Giovanni Licitri, Pietro Fugazzotto                           

CASE BASSE    (Motonautica e Velica Peloritana)

Nazzareno Salemme Timoniere, Francesco Visalli, Francesco Vita, Alberto Nicita, Augusto     Saija.                  

Ad accoglierli sul molo del Marina del Nettuno un momento scenico con la rappresentanza del Senato messinese e lo Stratigò, interpretato dall’attore Nunzio Barbera, per rivivere in maniera simbolica l’accoglienza e i festeggiamenti in onore di Don Giovanni D’Austria.

A premiare gli equipaggi: il Capitano di Vascello   Mario Giancarlo Lauria, nuovo Comandante della Base della Marina Militare, il Capitano Marcello Savastano, Comandante Compagnia Carabinieri di Messina Centro, il Capitano di Vascello Rosario Marchese, Capitaneria di Porto Reggio Calabria, il comandante Capopilota Livio Donato, Piloti dello Stretto, il Comandante Marco Ghiglino, presidente della Società Rimorchiatori Riuniti, Sottotenente Vito Pedota, del Comando  Provinciale Guardia di Finanza.

Sul palco, a porgere un saluto alla Città di Messina, Wolfgang Dersch, Assessore alla Cultura della Città di Regensburg (Germania), Cristots Salamuras, Presidente del Lepanto Network e Piero Pettenò, Presidente della Marco Polo project di Venezia.

A consegnar il Palio l’Assessore alla Cultura del Comune di Messina Enzo Caruso e il presidente dell’Associazione Aurora Fortunato Manti.

“Con questa edizione del Palio, ha affermato l’assessore Caruso, consegneremo alla città di Messina un docufilm che racconterà questa bellissima tradizione marinara. L’intera competizione è stata infatti videoripresa anche grazie all’ausilio di droni per realizzare un documentario che possa testimoniare la presenza di questa tipica tradizione della nostra riviera e diventare biglietto da visita per la città e richiamo turistico per le prossime edizioni”.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Circolo ricreativo riviera Pace Carmelo Recupero che si è complimentato con tutti i partecipanti evidenziando il grande sforzo sportivo e l’impegno a gareggiare e portare avanti la tradizione del Palio.

In mare le unità navali e le imbarcazioni di: Capitaneria di Porto, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco, Polizia di Stato, Rimorchiatori riuniti, Piloti dello stretto, Giardia Costiera volontaria, e delle marinerie di Messina e Catona.

Da registrare infatti anche la presenza al ridotto corteo navale a seguito delle “paciote” di una vela latina dell’ Antica Marineria di Catona presieduta da Fulvio Cama.

A conclusione della serata il concerto dei Cantustrittu nell’ambito del calendario di eventi Kulturavirus2021 promosso dal Comune di Messina.  

In mare le unità navali e le imbarcazioni di: Capitaneria di Porto, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco, Polizia di Stato, Rimorchiatori riuniti, Piloti dello stretto, Giardia Costiera volontaria, e delle marinerie di Messina e Catona.

Com. Stam.

35 recommended
comments icon0 comments
0 notes
413 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *